Ipoteca sulla casa: è possibile l’ispezione ipotecaria online?

La verifica di un’ipoteca su un immobile si effettua normalmente presso l’ufficio, ma in alcuni casi è possibile anche online. Chi può richiedere visure, certificazioni e copie? Sono previsti costi?

Una delle cose più importanti da fare prima di acquistare una casa è quella di controllare se su di essa grava un’ipoteca.

L’ipoteca è una garanzia del credito che può essere accesa soprattutto sui beni immobili (ad es. terreni, case, ecc…) del debitore e permette al beneficiario dell’ipoteca di potersi rifare sul bene ipotecato in caso di insolvenza.

Se il bene ipotecato viene venduto a un terzo, i creditori potranno procedere all’esecuzione forzata anche nei confronti del nuovo acquirente, perché l’ipoteca non si estingue con la vendita del bene.

Per questo deve risultare da registri pubblici, accessibili a chiunque, in modo da tutelare i terzi.

È possibile verificare l’ipoteca su un immobile?

È proprio il nostro codice civile, all’articolo 2673, a prevedere che “chiunque possa consultare i registri immobiliari secondo le modalità stabilite dalla legge”.

Si può procedere attraverso l’ispezione ipotecaria, grazie alla quale l’interessato potrà visionare le note e i titoli depositati presso i Servizi di pubblicità immobiliare dell’Agenzia. In questo modo si potranno ottenere informazioni riguardanti il patrimonio immobiliare di una persona, una società o un altro ente, e gli eventuali pesi, vincoli o ipoteche che dovessero gravare su di esso.

Ipoteca sulla casa: quali sono le informazioni accessibili?

Esiste una banca dati ipotecaria nella quale sono presenti trascrizioni, iscrizioni e annotazioni e la relativa ricerca può essere effettuata con riferimento a qualsiasi circoscrizione del territorio nazionale, ad eccezione delle Province autonome di Trento e Bolzano, delle province di Trieste e Gorizia e delle altre zone nelle quali vige il sistema tavolare.

L’ispezione ipotecaria può essere effettuata in ufficio oppure online, ma in quest’ultimo caso è possibile ottenere solo le informazioni archiviate in formato elettronico.

Ipoteca sulla casa: come fare la visura ipotecaria presso l’ufficio

Tradizionalmente l’ispezione si effettua presso il Servizio di pubblicità immobiliare competente per territorio, tramite il quale è possibile la consultazione di tutti i documenti conservati, sia in formato cartaceo che informatizzato, in relazione sia a persone fisiche che giuridiche.

L’ispezione può eseguirsi anche su circoscrizioni che non ricadono nell’ambito territoriale dell’ufficio presso il quale ci si è rivolti, ma solo relativamente ai periodi per i quali sono disponibili i dati informatizzati. Laddove invece i dati sono disponibili in formato cartaceo, invece, questa possibilità non c’è ed occorre, quindi, rivolgersi all’ufficio competente per territorio.

Per richiedere la visura ipotecaria su immobile presso l’ufficio, bisogna presentare una richiesta allo sportello tramite Modello 310, disponibile anche in versione semplificata e in versione cartacea.

Ipoteca sulla casa: ispezione ipotecaria online

Per verificare la presenza di un’ipoteca su un immobile si può anche procedere online, ma limitatamente alle informazioni archiviate in formato elettronico, pertanto le informazioni molto datate, precedenti all’informatizzazione degli uffici, non sono accessibili attraverso visura ipotecaria online.

Per procedere occorre collegarsi al sito web dell’Agenzia delle Entrate e richiedere una “Ispezione ipotecaria online”, ma prima occorre essersi registrati ai servizi finanziari online di Poste Italiane S.p.A., in modo da poter effettuare il pagamento telematico del servizio.

L’ispezione ipotecaria online è consentita alle sole persone fisiche, non anche alle persone giuridiche, e la ricerca è estesa su tutte le circoscrizioni presenti sul territorio nazionale, ad eccezione, come già accennato, delle Province di Trento, Trieste, Bolzano, Gorizia e delle altre zone nelle quali vige il sistema tavolare.

In alternativa la visura ipotecaria online si può effettuare attraverso la piattaforma Sister, dopo aver stipulato una convenzione con l’Agenzia delle Entrate.

Certificazioni ipotecarie e rilascio di copie

Oltre alla consultazione o all’ispezione è possibile richiedere anche il certificato ipotecario dal quale risultano, in relazione agli immobili per i quali si ha interesse ad avere informazioni, le trascrizioni, le iscrizioni, le annotazioni eventualmente presenti, oppure l’attestazione che non è presente nessuna di queste.

È anche possibile richiedere la copia conforme di tutte le note e dei soli titoli che sono stati depositati presso l’ufficio in originale o di cui gli originali sono depositati negli atti di un notaio o in pubblici registri.

Per queste operazioni occorre utilizzare il Modello 311 (“Richiesta di certificato o di rilascio di copia”).

La certificazione è anche possibile per via telematica per gli utenti registrati al portale Sister, abilitati ai servizi di consultazione delle banche dati ipotecaria e catastale dell’Agenzia, ma limitatamente ai dati caricati nel sistema informatico. Per ottenere la certificazione online occorre inoltrare telematicamente la richiesta di certificato ipotecario o di copia in formato “xml”, compilata tramite UniCert o altri software equivalenti, e sottoscritta con firma digitale da parte del richiedente.

Quanto costa fare visura ipotecaria

La verifica presso l’ufficio di un’ipoteca su un immobile di proprietà del richiedente (o di cui il richiedente è usufruttuario o titolare di altri diritti reali) è gratuita. In questo caso si parla di “consultazione personale” ed il richiedente dovrà comunque dimostrare di avere dei diritti reali sull’immobile. Negli altri casi è previsto il versamento delle tasse ipotecarie, il cui ammontare è indicato in un’apposita tabella allegata al decreto legislativo 31 ottobre 1990, n. 347.

Anche per la visura ipotecaria online si usa lo stesso criterio. Se il richiedente è titolare di diritti reali sull’immobile, attraverso i servizi telematici “Entratel/Fisconline” si può effettuare l’ispezione ipotecaria online gratuitamente.

Diverso è il discorso relativo al rilascio dei certificati o delle copie. Ogni richiesta va accompagnata da marca da bollo e richiede il versamento di 30 euro di tassa ipotecaria.

È previsto un costo per ogni nota esaminata dall’ufficio, fino a un massimo di 1.000 note, di 2 euro.

Per ogni copia richiesta bisogna versare 10 euro, oltre alla marca da bollo da applicare sul modulo di richiesta.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Compila il form sottostante per contattare l'azienda






[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy