Carta di identità elettronica: adesso puoi richiederla anche allo sportello di Poste Italiane

Il documento cartaceo rimarrà valido fino al termine di scadenza. Al rinnovo, a partire dal nuovo anno, sarà sostituito da quello in formato elettronico, con possibilità di richiedere il rilascio anche agli sportelli di Poste Italiane.
 
Dal 1° gennaio 2019 la carta d’identità può essere rilasciata solo in formato elettronico. È questa una delle ultime novità introdotte con un emendamento alla legge di Bilancio 2019.
 
Come preannunciato in un precedente articolo, la carta d’identità elettronica (Cie) ha dovuto sostituire quella cartacea entro la fine del 2018. Uno strumento previsto al fine di incrementare i livelli di sicurezza dell’intero sistema di emissione, ad adeguamento dei più avanzati standard internazionali di sicurezza in materia di documenti elettronici, ma anche al fine di velocizzare e semplificare le procedure di rilascio.

Dove si può richiedere la nuova carta di identità elettronica?

È stata prevista la possibilità per il Ministero dell’Interno di stipulare convenzioni con appositi soggetti, che potranno procedere al rilascio della Cie, in aggiunta agli uffici comunali. Sarà così possibile richiedere il rilascio della carta d’identità elettronica presso gli sportelli di Poste Italiane, secondo quanto previsto da una delle maggiori novità introdotte.

Il nuovo documento di riconoscimento viene realizzato in policarbonato, su un supporto dalle dimensioni di una carta di credito, corredato da elementi di sicurezza (ologrammi, sfondi di sicurezza, micro scritture, etc.) e da un microprocessore che garantirà la protezione dei dati anagrafici, della foto e delle impronte del cittadino da contraffazione.

La carta di identità elettronica consente di comprovare in modo certo l’identità del titolare, tanto sul territorio nazionale quanto all’estero, e può essere utilizzata anche per richiedere una identità digitale sul sistema Spid (Sistema pubblico di identità digitale).

Le carte d’identità cartacee già emesse rimarranno valide sino alla data di loro scadenza. Al loro rinnovo (o in caso di smarrimento, furto e deterioramento), sarà rilasciata la nuova carta elettronica.

La possibilità di richiederla esiste già in molti Comuni italiani. Per verificare se il proprio Comune ha già attivato il servizio, è possibile consultare questo link del Ministero dell’Interno (su cui è possibile consultare tutta una serie di notizie relative al nuovo documento).

Per richiederla, il cittadino dovrà recarsi presso il proprio Comune di residenza o di dimora (o presso gli sportelli di Poste Italiane) munito di fototessera, in formato cartaceo o elettronico, su un supporto USB. Si consiglia di portare con sé anche il codice fiscale o tessera sanitaria, che velocizzerà l’inserimento dei dati anagrafici nel sistema.

La Carta è spedita direttamente al cittadino, che la riceverà entro 6 giorni dalla richiesta. Per poter avviare la pratica di rilascio della carta di identità elettronica bisognerà versare prima, presso le casse del Comune, la somma di 16,79 euro e, se richiesti, di 5,42 euro per i costi fissi e diritti di segreteria.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Compila il form sottostante per contattare l'azienda






[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy