Bando OCM Vino Abruzzo: approvata la campagna 2018/2019

Così l’Abruzzo sostiene gli imprenditori agricoli nella realizzazione di interventi di riconversione e ristrutturazione dei vigneti finalizzati al rinnovo del patrimonio viticolo esistente e al miglioramento della qualità dei vini offerti.
 
 

Sintesi bando OCM Vino Abruzzo 2018/2019

Area geografica: Abruzzo

Settore: vitivinicolo

Dotazione finanziaria: 6.776.904,00 milioni di euro

Obiettivo: aumentare la competitività dei produttori attraverso il rinnovamento degli impianti

Beneficiari: imprenditori agricoli

Spese ammissibili: costi per la ristrutturazione e riconversione dei vigneti

Tipo di finanziamento: compensazione perdite o contributo ai costi di intervento

Procedura di selezione: valutativa a graduatoria

Scadenza: 30 giugno 2018

 Approfondimento Bando

Con l’approvazione della campagna vitivinicola 2018/2019 dell’OCM Vino, la Regione Abruzzo mira ad aumentare la competitività dei produttori vitivinicoli abruzzesi, attraverso il sostegno alla realizzazione di interventi di riconversione e ristrutturazione dei vigneti finalizzati al rinnovo del patrimonio viticolo esistente, con conseguente miglioramento della qualità dei vini a denominazione di origine e a indicazione geografica.

A chi si rivolge il bando OCM Vino Abruzzo 2018/2019?

Beneficiario del contributo è l’imprenditore agricolo professionale, singolarmente o associato, che abbia la disponibilità delle superfici agricole sulle quali si intende realizzare gli interventi ammessi o che sia in possesso di valida autorizzazione al reimpianto.

Quali sono le spese ammissibili al bando OCM Vino Abruzzo 2018/2019?

Le spese ammesse a contributo sono quelle sostenute per la realizzazione dei seguenti interventi:

  1. riconversione varietale (reimpianto e/o sovrainnesto di una diversa varietà di vite, ritenuta di maggior pregio enologico o commerciale);
  2. ristrutturazione dei vigneti (reimpianto del vigneto stesso in una posizione più favorevole dal punto di vista agronomico e/o modifiche al sistema di coltivazione della vite);
  3. miglioramento delle tecniche di gestione dei vigneti attraverso operazioni di razionalizzazione degli interventi sul terreno, delle forme di allevamento, esclusa l’ordinaria manutenzione.
Leggi anche:  Bonus assunzione giovani NEET e bonus assunzione Sud, ecco le modalità operative

Gli interventi appena delineati dovranno, inoltre, perseguire una delle seguenti finalità:

  • adeguare la produzione in termini di qualità e quantità della domanda di mercato;
  • migliorare la qualità delle produzioni aumentando la percentuale regionale della produzione di vini DOP/DOC e IGP/IGT;
  • ridurre la superficie vitata investita a vigneti atti alla produzione di vini senza indicazione geografica escludendola dagli aiuti;
  • diffondere le innovazioni nell’impianto e nella gestione dei vigneti;
  • ridurre i costi di produzione attraverso l’introduzione della meccanizzazione parziale o totale delle operazioni colturali;
  • ricollocare meglio le produzioni di vino di maggiore pregio nelle aree più vocate.

Intensità di aiuto e massimali di spesa

La superficie minima ammissibile a finanziamento è di 0,5 ettari.

Il sostegno alla ristrutturazione e alla riconversione dei vigneti viene riconosciuto sotto forma di:

  1. compensazione delle perdite di reddito conseguenti all’esecuzione di uno o più degli interventi previsti, nella misura del 100% (max 13,5 mila euro per ettaro, per ogni annualità di attuazione; limite elevato a 17,5 mila euro per le zone ad alta valenza paesaggistica o ambientale);
  2. contributo ai costi di ristrutturazione e di riconversione, nella misura massima del 50% degli investimenti ammessi (max 80 mila euro per beneficiario).

Come fare per partecipare al bando OCM Vino Abruzzo 2018/2019?

La domanda di contributo deve essere compilata online entro il 30 giugno 2018 ed essere spedita, entro 7 giorni dal rilascio informatico, presso il Servizio Promozione delle Filiere di Pescara.

Scarica il bando OCM Vino Abruzzo 2018/2019.