Contributi apicoltura Abruzzo annualità 2018/2019

Numerosi gli interventi finanziati dalla Regione Abruzzo, al fine di promuovere la produzione e la commercializzazione dei prodotti apicoli su tutto il territorio regionale.

Sintesi bando contributi apicoltura Abruzzo

Area geografica: Abruzzo

Settore: apicoltura

Dotazione finanziaria: 158.316,89 mila euro

Obiettivo: promuovere lo sviluppo del settore

Beneficiari: apicoltori, forme associate, Istituti ed Enti di ricerca

Spese ammissibili: spese necessarie alla realizzazione degli interventi previsti

Tipo di finanziamento: contributi a fondo perduto

Procedura di selezione: valutativa a graduatoria

Scadenza: 5 novembre 2018

Approfondimento Bando

Pubblicato dalla Regione Abruzzo il bando apicoltura che, nell’ambito del Programma Operativo dedicato al settore dell’apicoltura per l’annualità 2018/2019, intende promuovere la produzione e la commercializzazione dei prodotti dell’apicoltura abruzzese, nel rispetto della salvaguardia dell’ambiente e della salute del consumatore.

A chi si rivolge il bando contributi apicoltura Abruzzo?

Possono presentare domanda di contributo: apicoltori stanziali e non, imprenditori apistici e apicoltori professionisti, forme associate, Istituti di ricerca, ed Enti pubblici, privati e di ricerca, operanti nel settore apistico.

A seconda della misura che si intende realizzare, nel bando sono indicati gli specifici destinatari dell’agevolazione.

Leggi anche:  Sostegno agli agricoltori che aderiscono ai regimi di qualità con il PSR Puglia sottomisura 3.1

Quali sono le spese ammissibili al bando contributi apicoltura Abruzzo?

Sono ammesse a contributo le spese preparatorie e necessarie alla realizzazione delle azioni per l’attuazione delle seguenti misure:

AZIONE A – Assistenza tecnica agli apicoltori e alle organizzazioni di apicoltori

  • Azione a1.2 – Corsi di aggiornamento e formazione rivolte ai provati;
  • Azione a2 – Seminari e convegni tematici;
  • Azione a3 – Azioni di comunicazione: sussidi didattici, abbonamenti, schede ed opuscoli informativi.

AZIONE B – Lotta contro gli aggressori e le malattie dell’alveare, in particolare la varroasi

  • Azione b3 – Attrezzature varie, es. acquisto di arnie con fondo a rete o modifica arnie esistenti (per apicoltori stanziali);
  • Azione b4 – Acquisto degli idonei farmaci veterinari e sterilizzazione delle arnie e attrezzature apistiche;

AZIONE C – Razionalizzazione della transumanza

  • Azione c1 – Acquisto di sciami, nuclei, pacchi d’api ed api regine;

AZIONE E – Misure di sostegno del ripopolamento del patrimonio apicolo dell’unione

  • Azione e1 – Acquisto di sciami, nuclei, pacchi d’api ed api regine.

Intensità di aiuto e massimali di spesa

Il contributo verrà concesso in misura pari al 100% della spesa ammissibile. Ciascuna delle azioni sopra elencata prevede differenti intensità di contributo e massimali di spese eleggibile a contributo:

  • Azione a1.2 – Corsi di aggiornamento e formazione rivolte ai provati: spesa totale ammissibile: 12,5 mila euro, contributo totale ammissibile 10 mila euro (per i privati il contributo sarà pari all’80% del contributo);
  • Azione a2 Seminari e convegni tematici: spesa totale e contributo massimo ammissibile: 5 mila euro;
  • Azione a.3 Azioni di comunicazione: sussidi didattici, abbonamenti, schede ed opuscoli informativi: spesa totale ammissibile: € 4,5 mila euro, contributo totale ammissibile: 4 mila euro;
  • Azione b3 Attrezzature varie, es. acquisto di arnie con fondo a rete o modifica arnie esistenti (per apicoltori stanziali): spesa totale ammissibile: 38,3 mila euro, contributo totale ammissibile: 20 mila euro;
  • Azione b4 – Acquisto degli idonei farmaci veterinari e sterilizzazioni delle arnie e attrezzature apistiche: spesa totale ammissibile: 54 mila euro, contributo totale ammissibile: 27 mila euro;
  • Sottoazione c2.1 Acquisto arnie (per apicoltori nomadisti): spesa totale ammissibile: 55 mila euro, contributo totale ammissibile: 33 mila euro,
  • Sottoazione c2.2 Acquisto macchine, attrezzature e materiali vari specifici per l’esercizio del nomadismo: spesa totale ammissibile: 64 mila euro, contributo totale ammissibile: 32 mila euro;
  • Azione e1 Acquisto di sciami, nuclei, pacchi d’api ed api regine: spesa totale ammissibile: 40 mila euro, contributo totale ammissibile 24 mila euro;
Leggi anche:  Aiuti agli investimenti per il ripristino dei territori con il PSR Toscana Sottomisura 4.4

Come fare per partecipare al bando contributi apicoltura Abruzzo?

La domanda dovrà essere presentata online tramite il portale SIAN entro il 5 novembre 2018.

Scarica il bando contributi apicoltura Abruzzo.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Contattaci e un membro del nostro team ti spiegherà come fare




[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy