POR FESR Basilicata 2014-2020: in arrivo i voucher per incentivare l’innovazione tecnologica delle imprese

Con l’obiettivo di incrementare il livello di competitività e l’innovazione dell’imprenditoria lucana, la Regione ha messo a punto un intervento che prevede l’assegnazione di voucher alle micro, piccole e medie imprese del territorio.

Sintesi bando POR FESR Basilicata – Azione 1B.1.1.2

Area geografica: Basilicata

Settore: industria

Dotazione finanziaria: 9 milioni di euro

Obiettivo: favorire il processo di innovazione tecnologica delle imprese regionali

Beneficiari: imprese

Spese ammissibili: acquisto di servizi specialistici finalizzati ad accrescere il grado di innovazione delle imprese

Tipo di finanziamento: assegnazione di voucher

Procedura di selezione: valutativa a graduatoria

Scadenza: 15 dicembre 2018

Approfondimento Bando

L’apertura della stagione autunnale viene inaugurata da una lieta novella per le imprese lucane. La parola d’ordine della agevolazione recentemente riconosciuta dall’Azione 1B.1.1.2  approvata dalla Regione nell’ambito del POR FSER Basilicata 2014-2020 è innovazione, ed è in tale chiave di lettura che devono considerarsi i voucher assegnati alle imprese regionali che intendono ammodernare i loro processi, acquistando servizi tecnologici avanzati e qualificati in ricerca e sviluppo.

Chi sono i beneficiari dei voucher per l’innovazione?

Possono presentare domanda le micro e le PMI che risultino in possesso dei sottostanti requisiti:

  • essere costituite e iscritte nel Registro delle imprese della Camera di Commercio competente per territorio;
  • essere attive e svolgere un’attività economica tra quelle comprese in una delle 5 aree di specializzazione intelligente individuate nella Strategia Regionale per l’innovazione e la specializzazione intelligente (S3), identificate dai codici ISTAT ATECO 2007 di cui all’Allegato B del presente bando;
  • avere una sede operativa nella Regione Basilicata. Le imprese prive di tale requisito al momento della domanda, potranno partecipare al bando purché al momento del pagamento a titolo di anticipo o saldo abbiamo aperto una sede nella regione;
  • avere una situazione di regolarità contributiva per quanto attiene ai pagamenti previdenziali, assistenziali e assicurativi;
  • non avere percepito e successivamente non rimborsato o depositato in un conto bloccato, aiuti reputati illegali o incompatibili dalla Commissione Europea;
  • non rientrare tra coloro che non hanno rimborsato alla Regione Basilicata l’agevolazione a seguito di revoca o rinuncia del contributo. Possono invece beneficiare del contributo le imprese che alla data di invio della domanda telematica, hanno ottenuto un provvedimento di rateizzazione delle somme da restituire a seguito di rinuncia o revoca del contributo e sono altresì in regola con le disposizioni previste dal piano di rientro;
  • avere il pieno godimento dei propri diritti e non essere sottoposte a fallimento, né ad altre procedure concorsuali;
  • non rientrare nella definizione di impresa in difficoltà di cui al Reg. UE 651/2014;
Leggi anche:  PSR Sardegna Sottomisura 16.4: in arrivo finanziamenti per lo sviluppo delle filiere corte

Quali sono le spese ammissibili per i voucher sull’innovazione?

Sono ammissibili le spese finalizzate all’acquisto dei seguenti servizi:

  • supporto alla ricerca e sviluppo e all’innovazione del processo o prodotto;
  • supporto all’innovazione organizzativa e tecnologica;
  • supporto all’innovazione commerciale e di marketing;
  • accompagnamento alle imprese innovative;
  • consulenza per l’innovazione finanziaria;
  • innovazione commerciale per la fattibilità di presidio su nuovi mercati.

Intensità di aiuto e massimali di spesa

L’agevolazione oggetto del presente bando è concessa sotto forma di voucher. Il contributo erogato non può superare il 50% dei costi ammissibili. Nello specifico, sono ammessi programmi di investimento per un importo uguale o superiore a 10 mila euro. Il programma di investimento può prevedere una o più tipologie di servizi tra quelle sopra elencate e, fermi restando i massimali previsti per ciascuna tipologia di servizio, non si potrà superare l’importo massimo di 100 mila euro. Pertanto, il contributo massimo concedibile non potrà eccedere la soglia di 50 mila euro.

Come partecipare al bando sui voucher per l’innovazione?

Per aderire al bando, è necessario accedere alla piattaforma informatica “Centrale Bandi”, che si trova sul sito istituzionale della Regione Basilicata nella sezione “Avvisi e Bandi”. Le domande si possono presentare sino al 15 dicembre 2018.

Per maggiori dettagli, consulta il bando sui voucher per l’innovazione del POR FESR Basilicata 2014-2020.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Contattaci e un membro del nostro team ti spiegherà come fare




[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy