PSR Basilicata Sottomisura 5.2: sostegno agli agricoltori per il ripristino dei beni aziendali danneggiati da eventi calamitosi

Con il bando del PSR Basilicata sottomisura 5.2, gli imprenditori agricoli danneggiati dall’eccesso di neve e gelo del 5-12 gennaio 2017, potranno richiedere contributi pari al 100% delle spese sostenute per il ripristino dei terreni e del potenziale produttivo e zootecnico danneggiato o distrutto.

Sintesi del bando PSR Basilicata Sottomisura 5.2

Area geografica: Basilicata

Settore: agricolo

Dotazione finanziaria: 6 milioni di euro

Obiettivo: ripristino dei terreni e del potenziale produttivo/zootecnico danneggiato o distrutto

Beneficiari: imprenditori agricoli

Spese ammissibili: spese per il ripristino di terreni, animali, arbusti, attrezzature e generali

Tipo di finanziamento: contributo in conto capitale

Procedura di selezione: valutativa a graduatoria

Scadenza: 15 luglio 2018

Approfondimento Bando

Attraverso la Sottomisura 5.2, la Regione Basilicata intende sostenere gli imprenditori agricoli negli investimenti volti al ripristino dei terreni e del potenziale produttivo e zootecnico aziendale danneggiato e/o distrutto dall’eccesso di neve e gelo verificatosi nel periodo 5-12 gennaio 2017.

A chi si rivolge la Sottomisura 5.2 del PSR Basilicata?

Può beneficiare del sostegno l’imprenditore agricolo professionale titolare dei terreni agricoli su cui si richiede l’intervento, ricadenti nell’area regionale delimitata dalle Deliberazioni della Giunta regionale,  n. 174/2017 e n. 331/2017. Il danno deve risultare non inferiore al 30% del potenziale agricolo interessato.

Quali sono le spese ammissibili della sottomisura 5.2 del PSR Basilicata?

Sono ammissibili a contributo le spese sostenute dall’agricoltore, all’indomani dell’evento calamitoso, per:

  • il ripristino e/o ricostruzione del capitale fondiario (terreni e miglioramenti fondiari, strutture aziendali, impianti di produzione, impianti di stoccaggio, ricoveri animali, serre);
  • il ripristino delle scorte vive, ovverosia degli animali tenuti in stabulazione presso le strutture aziendali in cui si è verificato l’evento calamitoso;
  • il ripristino di impianti arborei produttivi colpiti dalla calamità;
  • l’acquisto di impianti, macchinari, attrezzature in sostituzione di quelli danneggiati o distrutti, o il ripristino degli stessi;
  • spese generali, quali spese tecnico-progettuali, direzione lavori, consulenze agronomico-forestali, geologiche ed ambientali, costi per rilascio di autorizzazioni e nulla osta (fino al 10% della spesa ammessa);
  • spese per la cartellonistica obbligatoria sino a 250 euro;
Leggi anche:  POR FESR Friuli Venezia Giulia: dall'azione 2.1 finanziamenti a fondo perduto per nuove imprese

Intensità di aiuto e massimali di spesa

Il sostegno è concesso sotto forma di contributo in conto capitale pari al 100% della spesa ammessa, sino ad un massimo di 70 mila euro per beneficiario.

Come fare per partecipare alla sottomisura 5.2 del PSR Basilicata?

La domanda di contributo dovrà essere compilata sul portale SIAN entro il 15 luglio 2018. Entro 7 giorni dal rilascio della domanda telematica, e cioè entro il 22 luglio, la stessa dovrà essere spedita, unitamente a tutti gli allegati, via PEC all’indirizzo [email protected] o mediante Raccomandata AR al Dipartimento Politiche Agricole e Forestali di POTENZA.

Scarica il bando della sottomisura 5.2 del PSR Basilicata 2014-2020.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Contattaci e un membro del nostro team ti spiegherà come fare




Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativaPolicy e privacy