Contributi per il ripristino di ecosistemi con l’Operazione 4.4.01 – PSR Emilia Romagna 2014/20

Contributi fino a 200 mila euro per la realizzazione di interventi volti al ripristino/conservazione di habitat naturali e seminaturali su superfici agricole ubicate in pianura, di proprietà pubblica o privata, e della dimensione non inferiore a 1 ettaro.

Sintesi bando PSR Emilia Romagna –
Operazione 4.4.01

Area geografica: Emilia Romagna

Settore: agricolo/forestale

Dotazione finanziaria: 2 milioni di euro

Obiettivo: ripristino e conservazione di habitat, flora e fauna selvatica

Beneficiari: ONLUS, consorzi di bonifica, associazioni ambientaliste, imprenditori agricoli

Spese ammissibili: piantumazione di alberi, realizzazione di siepi, boschetti, stagni e laghetti, prati umidi, sentieri, aree di sosta, cartellonistica, etc.

Tipo di finanziamento: contributo in conto capitale

Procedura di selezione: valutativa a graduatoria

Scadenza: 14 giugno 2019

Approfondimento Bando

Attraverso l’Operazione 4.4.01, l’Emilia Romagna intende promuovere il miglioramento delle condizioni ambientali del territorio, perseguendo il raggiungimento di uno stato di conservazione soddisfacente della biodiversità attraverso il ripristino e la conservazione degli habitat naturali e seminaturali, nonché la conservazione della flora e della fauna selvatiche di interesse comunitario, per mezzo della realizzazione di interventi di creazione e/o di ripristino di tali habitat in aree agricole.

L’intervento rientra nelle operazioni per studio, ripristino e indennità di ecosistemi del Programma regionale di Sviluppo Rurale 2014-2020 dedicate alla Rete Natura 2000.

A chi si rivolge il PSR Emilia Romagna – “Ripristino di Ecosistemi”?

Possono richiedere gli aiuti previsti dal bando, tra l’altro:

  • consorzi di Bonifica;
  • ONLUS;
  • associazioni ambientaliste;
  • imprenditori agricoli.
Leggi anche:  In arrivo contributi con il bando della Regione Veneto per imprese culturali, creative e dello spettacolo

L’operazione è applicabile sulle superfici agricole, di proprietà pubblica o privata, che siano ubicate in pianura ed abbiano una superficie non inferiore ad 1 ettaro.

Quali sono le spese ammissibili al PSR Emilia Romagna – “Ripristino di Ecosistemi”?

Sono ammissibili a contributo i costi sostenuti dal beneficiario per la realizzazione dei lavori necessari a garantire la riuscita delle seguenti tipologie di intervento:

  1. messa a dimora di alberi isolati o in filare, realizzazione di siepi, di boschetti, di stagni e di laghetti;
  2. realizzazione di prati umidi, complessi macchia-radura e ambienti variamente strutturati con funzioni di collegamento ecologico;
  3. realizzazione di interventi connessi alla fruizione delle aree rinaturalizzate, quali sentieri accessibili a tutti (con particolare riferimento a persone con disabilità), aree di sosta, piste di accesso, cartellonistica/segnaletica, ecc.  Tale tipologia di intervento è subordinata alla realizzazione di almeno uno degli interventi riportati ai precedenti punti a) e b).

Intensità di aiuto e massimali di spesa

Il sostegno è concesso sotto forma di contributo in conto capitale, nella misura del 100% della spesa ammissibile.

Ai fini dell’ammissibilità, l’importo minimo di progetto non potrà essere inferiore a 40 mila euro e superiore a 200 mila.

Come fare per partecipare al PSR Emilia Romagna – “Ripristino di Ecosistemi”?

La domanda di contributo può essere presentata tramite i Centri Autorizzati di Assistenza Agricola (Caa) o direttamente dall’interessato sulla piattaforma SIAG di Agrea entro il 14 giugno 2019.

Leggi attentamente l’Operazione 4.4.01 “Ripristino di Ecosistemi”- PSR Emilia Romagna.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Compila il form sottostante per contattare l'azienda






[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy