PSR Lazio Misura 11: contributi per aziende agricole del Lazio che praticano l’agricoltura biologica

Autorizzata la presentazione delle domande di pagamento per l’annualità 2019 a valere sulla Misura 11, con la quale si intende incentivare la conversione e il mantenimento di pratiche e metodi di agricoltura biologica.

Sintesi bando PSR Lazio – Misura 11

Area geografica: Lazio

Settore: agricoltura

Dotazione finanziaria: non specificata

Obiettivo: incentivare sistemi di gestione sostenibili in agricoltura

Beneficiari: agricoltori

Spese ammissibili: compensazione di maggiori costi rispetto ai mancati guadagni

Tipo di finanziamento: premio annuale forfettario

Procedura di selezione: non specificata

Scadenza: 15 maggio 2019

Approfondimento Bando

Con questo bando, la Regione disciplina le modalità di presentazione delle domande di pagamento (conferma impegno) per l’anno 2019 a valere sulla Misura 11 di cui al PSR Lazio 2014-2020, per le seguenti sottomisure:

  1. Sottomisura 11.1 – “Pagamento al fine di adottare pratiche e metodi di produzione biologica”;
  2. Sottomisura 11.2 – “Pagamento al fine di mantenere pratiche e metodi di produzione biologica”.

La Misura più in particolare, al fine di incentivare sistemi di gestione sostenibili in agricoltura e la salvaguardia dell’ambiente, prevede l’erogazione di contributi alle aziende agricole che introducono o che si impegnano a mantenere in azienda il metodo di produzione biologico.

A chi si rivolge la misura 11 del PSR Lazio?

Possono richiedere i contributi gli agricoltori, singoli o associati, che possiedono la qualifica di agricoltore attivo. Essi devono aderire al metodo di produzione biologico conformemente a quanto stabilito dal Regolamento (CE) n. 834/2007 del Consiglio relativo alla produzione biologica e all’etichettatura dei prodotti biologici e dal regolamento (CE) n. 889/2008 della Commissione

Leggi anche:  Veneto, al via con i finanziamenti alle aziende agricole gestite da giovani imprenditori

Quali sono le spese ammissibili della misura 11 del PSR Lazio?

La Misura prevede la corresponsione di aiuti a compensazione dei costi aggiuntivi e dei mancati guadagni, derivanti dall’osservanza degli impegni assunti dal beneficiario per una delle tipologie di operazione previste.

Il beneficiario si impegna a garantire, su tutta la superficie agricola aziendale, la conformità al metodo di produzione biologica ed il rispetto dei requisiti minimi relativi ai fertilizzanti e ai prodotti fitosanitari; nonché i criteri di mantenimento delle superfici agricole in uno stato idoneo al pascolamento o alla coltivazione e le attività minime che si applicano sulle superfici agricole mantenute naturalmente.

Intensità di aiuto e massimali di spesa

L’aiuto è calcolato su base forfettaria per unità di superficie (ha), distinto per “Gruppo di coltura”, ed erogato annualmente (durata massima 5 anni).

Dato che, inoltre, il periodo di conversione richiede un maggior impegno da parte delle aziende, il relativo premio risulta superiore a quello previsto per il mantenimento.

In ogni caso il livello di aiuto massimo erogabile, per la medesima superficie, non può oltrepassare i seguenti limiti:

  • 600 euro/ha, in caso di colture annuali;
  • 900 euro/ha, in caso di colture perenni specializzate;
  • 450 euro/ha, per altri usi dei terreni (inclusi i prati permanenti, prati-pascoli e pascoli permanenti).

Come fare per partecipare PSR Lazio Misura 11?

La domanda di pagamento deve essere presentata online entro il 15 maggio 2019.

Scarica il bando della misura 11 del PSR 2014-2020.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Compila il form sottostante per contattare l'azienda






[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy