Lombardia, nuovo bando per promuovere ricerca e innovazione tra le aziende

Dall’innovazione di prodotto a quella di processo: investire sulla ricerca per essere competitivi sul mercato. Così la Regione Lombardia supporta le piccole e medie imprese del territorio.

Sintesi bando POR FESR Lombardia – Azione I.1.b.1.2

Area geografica: Lombardia

Settore: imprenditoria

Dotazione finanziaria: 110 milioni di euro

Obiettivo: supportare le aziende a realizzare prodotti innovativi o nuove forme di processo

Beneficiari: imprese

Spese ammissibili: acquisto attrezzature, macchinari, impianti e software

Tipo di finanziamento: finanziamento più contributo in conto capitale

Procedura di selezione: valutativa a graduatoria

Scadenza: 31 dicembre 2019

Approfondimento Bando

È sempre più difficile oggi per un’impresa stare al passo con l’evoluzione del mercato, questo richiede un’ampia capacità di adattamento e cambiamento senza però dimenticare la propria identità. Essere innovativi, investire sulla ricerca e valorizzare la competitività, sono certamente alcuni degli ingredienti che permettono alle realtà imprenditoriali di rispondere alle esigenze del mercato. E proprio sull’innovazione e sulla ricerca che la Regione Lombardia vuole puntare, lanciando un nuovo bando per mettere a disposizione contributi economici per le aziende del territorio. Da una parte questo sostegno avviene grazie alle risorse di Finlombardia che offre finanziamenti a medio-lungo termine, dall’altra invece i destinatari accedono a dei contributi dell’Asse I del Programma Operativo Regionale (POR) del Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale 2014-2020. Prodotti e processi sono i due poli su cui le aziende dovranno concentrare le proprie energie per garantire un certo standard innovativo.

Leggi anche:  Programma di Sviluppo Rurale Nazionale Sottomisura 17.1: un aiuto alle imprese agricole nella gestione dei rischi

Chi può partecipare al bando che punta su innovazione e ricerca?

Per la sezione “innovazione-prodotto”, possono partecipare:

  • PMI;
  • Mid Cap, cioè le imprese che non rientrano nella definizione di PMI ed hanno un organico inferiore a 3 mila dipendenti.

Per questo ambito, i progetti devono riguardare l’industrializzazione di un percorso di ricerca con l’obiettivo di introdurre o perfezionare un prodotto, apportando dunque delle migliorie tecniche, aggiungendo nuovi materiali o implementando le caratteristiche funzionali dello stesso.

Per il secondo ambito, invece, quello che riguarda “l’innovazione di processo”, posso aderire al bando sempre le PMI o le Mid Cap, o in forma singola o attraverso Partenariato;

Il Partenariato deve avere delle caratteristiche specifiche:

  • deve essere formato da una sola Mid Cap e da almeno una PMI;
  • le piccole e medie imprese coinvolte nelle forme di Partenariato devono essere in grado di sostenere almeno il 30% delle spese ammissibili;
  • non sono ammessi Partenariati tra imprese unite a loro volta tramite forma associata;
  • il Partenariato deve avvenire mediante uno specifico Accordo di Collaborazione.

I soggetti che intendono presentare domanda devono inoltre avere sede operativa in Lombardia o impegnarsi ad avviarla entro e non oltre la prima erogazione del finanziamento; essere iscritte al Registro delle Imprese da almeno 2 anni dalla data di presentazione delle domande.

Quali sono le spese ammissibili del bando che stimolare innovazione e ricerca?

Per essere ammessi al bando, i progetti devono essere realizzati all’interno della regione in uno degli ambiti individuati dalla “Strategia regionale di specializzazione intelligente per la ricerca e innovazione (S3)”, cioè: aerospazio, agroalimentare, eco-industria, industrie creative e culturali, industria della salute manifatturiero avanzato e mobilità sostenibile.

Leggi anche:  PSR Liguria, misura 14: contributi agli allevatori per il benessere degli animali

Sia per l’innovazione di processo che di prodotto le spese ammissibili sono:

  • acquisto di macchinari, attrezzature, impianti e in linea generali costi relativi all’utilizzo di strumenti impiegati per la realizzazione del progetto;
  • acquisto di brevetti, software, licenze e consulenze esterne;
  • costi per la ristrutturazione di immobili;
  • spese per il personale;
  • altri costi collegati alla realizzazione del progetto.

Intensità e massimali di spesa

Come già specificato, il supporto economico offerto proviene da finanziamenti a medio-lungo termine concessi da soggetti finanziatori e da contributi in conto capitale messi a disposizione dalla Regione Lombardia. Senza la concessione del finanziamento non potrà avvenire la seconda modalità di supporto.

Per quanto riguarda il finanziamento può essere concesso anche per il 100% del progetto ed è costituto per metà dalle risorse provenienti da Finlombardia e per l’altra metà da Intermediari Convenzionati. Tuttavia, l’importo destinato ai beneficiari oscilla da un minimo di 300 mila euro a un massimo di 7 milioni di euro; dove la soglia minima è da considerarsi per ogni soggetto nel caso in cui il progetto sia presentato da Partenariato. Il finanziamento è concesso inoltre per un minimo di 3 anni e un massimo di 7.

L’intensità minima delle spese per la realizzazione dei progetti è 300 mila euro.

Come partecipare al bando su innovazione e ricerca in Lombardia?

Il bando è aperto fino ad esaurimento delle risorse ma tuttavia la data ultima per presentare la domanda è il 31 dicembre 2019. Per partecipare sarà necessario inoltrare le richieste attraverso il Sistema Agevolazioni della Regione Lombardia, dopo aver proceduto con la registrazione (e ottenuto le credenziali), si procederà con l’inserimento di tutte le informazioni richieste (fase di profilazione).

Leggi anche:  Regione Veneto, pubblicato il nuovo bando per l’erogazione di finanziamenti alle imprese turistiche che realizzano investimenti innovativi

Scarica il bando dell’azione I.1.b.1.2 del POR FESR Lombardia 2014-2020.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Compila il form sottostante per contattare l'azienda






[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy