Bando per l’efficientamento energetico in Molise: agevolazioni a PMI e liberi professionisti

Aggiornamento del 10 luglio 2018

La Regione ha approvato la II edizione dell’Avviso; le domande possono essere presentate fino al 9 agosto 2018. Leggi la determinazione


 

Contributi pari al 40% dei costi sostenuti per la realizzazione di interventi finalizzati al miglioramento dell’efficienza energetica nei processi produttivi.

Sintesi del bando efficientamento energetico – Molise

Area geografica: Molise

Settore: energia

Dotazione finanziaria: 3.177.028,00 euro

Obiettivo: riduzione dei consumi energetici con correlate emissioni inquinanti

Beneficiari: PMI e liberi professionisti equiparati

Spese ammissibili: interventi di efficienza energetica

Tipo di finanziamento: contributo in conto capitale

Procedura di selezione: valutativa a graduatoria

Scadenza: 30 aprile 2018

Approfondimento Bando

Con l’Azione 4.2.1 del POR FESR 2014-2020, “Incentivi finalizzati alla riduzione dei consumi energetici e delle emissioni di gas climalteranti delle imprese e delle aree produttive compresa l’installazione di impianti di produzione di energia da fonte rinnovabile per l’autoconsumo, dando priorità all’alta efficienza”, la Regione Molise intende agevolare le imprese nella realizzazione di investimenti diretti alla riduzione dei consumi energetici e all’introduzione nelle stesse di impianti di produzione di energia da fonte rinnovabile destinate all’autoconsumo.

A chi si rivolge il bando efficientamento energetico del Molise?

Possono richiedere i contributi le PMI, anche in forma congiunta, e i liberi professionisti equiparati, di qualsiasi settore di attività, fatta eccezione per i settori della pesca, acquacoltura e produzione primaria o trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli.

Leggi anche:  Bando per le imprese turistiche: azione 3.3.4 del POR FESR 2014-2020 Regione Veneto

Quali sono le spese ammissibili al bando efficientamento energetico del Molise?

Sono ammissibili a contributo i seguenti tipi di intervento e le seguenti spese:

  • diagnosi energetica, condotta dai soggetti abilitati e certificati da organismi accreditati;
  • redazione del controllo energetico conclusivo obbligatorio e verifica dei risultati acquisiti per gli interventi di efficientamento energetico;
  • interventi di efficienza energetica (es. installazione d’impianti di cogenerazione ad alto rendimento; sostituzione dei sistemi di riscaldamento, condizionamento, alimentazione elettrica e illuminazione se impiegati nei processi produttivi; isolamento termico dei perimetri dove si svolge il ciclo produttivo);
  • installazione di impianti da fonti rinnovabili la cui energia prodotta sia interamente destinata all’autoconsumo;
  • spese tecniche (consulenze, collaudi, progettazione, etc.), nel limite massimo del 10% dell’importo totale del programma di investimento ammissibile ad agevolazione;
  • spese connesse all’investimento materiale (opere murarie, forniture dei componenti, installazione, etc.).

Intensità di aiuto e massimali di spesa

Gli incentivi di cui al presente bando saranno concessi sotto forma di contributi in conto capitale, in regime de minimis, e possono coprire un massimo del 40% dei costi ritenuti ammissibili.

L’investimento proposto dovrà, inoltre, prevedere una spesa non inferiore a 20 mila euro.

Come fare per partecipare al bando efficientamento energetico del Molise?

Le domande di contributo devono essere presentate esclusivamente online entro il 30 aprile 2018.

Approfondisci il bando efficientamento energetico del Molise.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Contattaci e un membro del nostro team ti spiegherà come fare




Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativaPolicy e privacy