Al via il bando coltiviamo agricoltura sociale 2017: due borse di studio per progetti destinati a far cresce se stessi e gli altri

Bando coltiviamo agricoltura sociale 2017, il concorso prevede l’assegnazione di due borse di studio di 40 mila euro e la partecipazione ad un master per coloro che presenteranno progetti di agricoltura sociale.

L’Agricoltura Sociale è una nuova pratica che, attraverso iniziative in ambito agricolo, favorisce il reinserimento terapeutico di soggetti svantaggiati nella comunità e al tempo stesso permette di produrre beni. Attraverso queste nuove pratiche si sperimentano modelli di welfare destinati alle aree rurali e aree sub-urbane a rischio degrado, l’obiettivo, da un lato è di contribuire ad innovare l’approccio e i metodi educativi nei confronti di adolescenti, giovani, anziani e altri gruppi sociali in difficoltà, e dall’altro di generare cambiamenti anche nei tessuti produttivi delle aziende agricole coinvolte, ridelineando le procedure, le strategie, le modalità comunicative e imprenditoriali, centrandole sulla persona più che sul prodotto.

Per promuovere questa tipologia di progetti, Confagricoltura e ONLUS Senior, con il sostegno di Intesa Sanpaolo, hanno bandito per l’edizione 2017 un concorso con due distinte sezioni:

  • Coltiviamo Agricoltura Sociale;
  • Coltiviamo Agricoltura Sociale…per ricostruire.

A chi è destinato il Bando Agricoltura Sociale 2017?

Il bando è destinato a:

  • imprenditori agricoli in forma singola o associata;
  • cooperative sociali;
  • associazioni tra più soggetti e le cooperative sociali, le imprese sociali, associazioni di promozione sociale;

In che cosa consiste il Bando Agricoltura Sociale 2017?

Il bando prevedere l’assegnazione di due borse di studio di 40 mila euro ciascuno destinato a due progetti innovativi di Agricoltura Sociale. Oltre al premio in denaro i vincitori avranno assegnata una borsa di studio per la frequenza alla III edizione del Master di Agricoltura Sociale, presso l’Università di Roma Tor Vergata. La borsa di studio potrà essere utilizzata dal vincitore o da una persona da lui indicata purchè collegata al progetto o all’organizzazione vincente.

Leggi anche:  PSR Sicilia sottomisura 8.1: agevolazioni per l’imboschimento di terreni agricoli e non

I premi sono tutti a fondo perduto e sono destinati a progetti che siano innovativi sia per chi li realizza che per la comunità, con lo scopo di rispondere a definiti bisogni e adottare metodi di valutazione di impatto e comunicazione sociale appropriati.

Le proposte dovranno fare riferimento a determinati beneficiari: minori e giovani in condizione di disagio sociale, anziani, disabili o immigrati.

Dovranno collocarsi, solo in una delle seguenti aree:

  • potenziamento e sviluppo di servizi socio educativi e/o socio assistenziali già esistenti;
  • costruzione e sviluppo di reti e partenariati tra i diversi attori territoriali;
  • sperimentazione e modellizzazione di nuovi servizi socio educativi e/o socioassistenziali;

Anche gli ambiti di riferimento sono ben delineati dal bando:

  • inserimento socio-lavorativo di persone con disabilità o svantaggiate;
  • prestazioni e attività sociali e di servizio per le comunità locali;
  • prestazioni e i servizi a supporto delle terapie mediche, psicologiche e riabilitative per il miglioramento delle condizioni di salute e le funzioni sociali, emotive e cognitive delle persone interessate;
  • educazione ambientale e alimentare, salvaguardia della biodiversità, conoscenza del territorio attraverso fattorie sociali e didattiche.

Il progetto dovrà essere concluso entro il 31 ottobre 2018.

Come si presenta la domanda per accedere al Bando Agricoltura Sociale 2017?

La domanda per accedere al Bando dovrà essere presentata entro il 15 ottobre 2017. Per poter effettuare la richiesta sarà necessario presentare il proprio progetto tramite il format “criteri per la formulazione della proposta” (allegato A del bando) all’indirizzo  coltiviamoagricolturasociale@confagricoltura.it. Per la presentazione dei progetti si dovrà utilizzare l’apposita piattaforma digitale.

Entro lo stesso termine sarà necessario presentare copia cartacea del format e relativi allegati a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno (farà fede il timbro postale).

I documenti da allegare al format sono:

  • informativa sulla privacy e trattamento dati personali;
  • dichiarazione attestante che il progetto non ha avuto altri finanziamenti;
  • curricula del richiedenti ed eventuali partner;
  • visura camerale del richiedente e degli eventuali partner.
Leggi anche:  Nuovi finanziamenti alle pmi dalla Regione Friuli Venezia Giulia

Il Bando Agricoltura Sociale è senza dubbio un’occasione da non perdere, non solo per avere da l’opportunità di realizzare un proprio progetto ma soprattutto perché la sua realizzazione avrà benefici sull’intera collettività. Contatta un professionista, prepara il progetto e invia la domanda.

Approfondisci il bando coltiviamo agricoltura sociale 2017.

Hai dei dubbi sull'argomento appena letto?
Chiedi ad un esperto.

Hai ancora domande? compila i campi sottostanti e i migliori professionisti del settore ti risponderanno.
Registrati o accedi per visualizzare il contenuto.

Per visualizzare il contenuto o Registrati.


Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Clicca "mi piace" sulla nostra pagina Facebook