Bando OCM Vino, campagna 2019/20: contributi alla promozione nei Paesi terzi

Pubblicato dal Ministero delle Politiche Agricole il decreto per la regolamentazione dell’accesso ai fondi di quota nazionale per la Misura “Promozione dell’OCM Vino 2019/2020”.

Sintesi bando OCM Vino

Area geografica: Italia

Settore: vitivinicolo

Dotazione finanziaria:  21,8 milioni di euro

Obiettivo: promozione vini di qualità presso Paesi terzi

Beneficiari: produttori di vino, singoli o associati; organizzazioni professionali e interprofessionali; consorzi di tutela; associazioni temporanee di impresa e reti di impresa.

Spese ammissibili: relazioni pubbliche, pubblicità e promozione; partecipazione a fiere ed eventi; studi preliminari e di fattibilità.

Tipo di finanziamento: contributo

Procedura di selezione: valutativa a graduatoria

Scadenza: 1 luglio 2019

Approfondimento Bando

Pubblicato il decreto direttoriale del 30 maggio 2019 n. 38781, recante la regolamentazione della MisuraOCM Vino – Misura Promozione sui mercati dei Paesi terzi – Avviso per la presentazione dei progetti campagna 2019/2020”, e le rispettive modalità attuative, a valere sulle risorse della quota nazionale gestita dal Ministero delle Politiche Agricole, con la quale, in cofinanziamento con contributi europei, si intende sostenere la promozione di vini e spumanti di qualità presso Paesi terzi, extra UE.

Ulteriori risorse saranno assegnate per il cofinanziamento regionale, con appositi bandi. 

A chi si rivolge il bando OCM Vino – campagna 2019/2020?

Possono beneficiare della Misura:

  1. le organizzazioni professionali, purché abbiano tra i loro scopi la promozione di prodotti agricoli;
  2. le organizzazioni di produttori di vino;
  3. le associazioni di organizzazioni di produttori di vino;
  4. le organizzazioni interprofessionali;
  5. consorzi di tutela e loro associazioni e federazioni;
  6. produttori di vino;
  7. soggetti pubblici, con comprovata esperienza nel settore del vino e della promozione dei prodotti agricoli, esclusivamente come ATS;
  8. le associazioni temporanee di impresa (ATS);
  9. consorzi, associazioni, federazioni e società cooperative, i cui partecipanti siano i soggetti indicati alle lettere a), e), f) e g);
  10. reti di impresa composte da produttori di vino.
Leggi anche:  In Friuli Venezia Giulia contributi a fondo perduto per le start up artigiane

Quali sono le spese ammissibili al bando OCM Vino – campagna 2019/2020?

L’agevolazione prevista dalla Misura che si delinea riguarda la promozione dei seguenti prodotti:

  • vini a denominazione di origine protetta;
  • vini ad indicazione geografica protetta;
  • vini spumanti di qualità;
  • vini spumanti di qualità aromatici;
  • vini con l’indicazione della varietà.

Sono ammesse a contributo le seguenti azioni di promozione da attuare in Paesi terzi o mercati di Paesi terzi:

  • relazioni pubbliche, pubblicità e promozione, che mettano in rilievo gli elevati standard di produzione;
  • partecipazione a fiere, manifestazioni ed esposizioni di importanza internazionali;
  • campagne di informazione;
  • studi preliminari e di fattibilità (max 3% dell’importo complessivo del progetto).

I progetti di promozione possono essere presentati a livello: nazionale (soggetti proponenti con sede operativa in almeno cinque regioni); regionale (soggetti proponenti con sede operativa nella regione a cui presentano la domanda) e multiregionale (soggetti proponenti con sede operativa in almeno due regioni).

Intensità di aiuto e massimali di spesa

L’importo del contributo ammonta fino all’80% delle spese sostenute per la realizzazione del progetto di promozione, così composto:

  • 50% a valere sui fondi europei;
  • 30% a valere sui fondi nazionali (o regionali).

La durata del contributo non può eccedere i 3 anni per un dato beneficiario in un dato Paese terzo o mercato di Paese terzo.

Il contributo minimo ammissibile per i progetti a valere sui fondi di quota nazionale non può essere inferiore a 250 mila euro per Paese terzo o mercato di Paese terzo, o a 500 mila euro qualora il progetto sia destinato ad un solo Paese terzo.

Come fare per partecipare al bando OCM Vino – campagna 2019/2020?

Le domande di contributo devono essere fatte pervenire entro il 1° luglio 2019 al Ministero delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo – Ufficio accettazione corrispondenza; la domanda può essere spedita tramite corriere espresso o raccomandata, oppure consegnata a mano.

Leggi anche:  Abruzzo, pubblicati due bandi per offrire contributi al settore della pesca

Scarica le modalità attuative ed il bando OCM Vino – Promozione sui mercati dei Paesi terzi (Decreto direttoriale del 30 maggio 2019 n. 38781).

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Compila il form sottostante per contattare l'azienda






[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy