Promozione prodotti agricoli: l’UE lancia due nuovi bandi

Fino al 28 aprile sarà possibile accedere agli oltre 100 milioni di euro di risorse

Il 4 febbraio scorso si è aperta una nuova era per la politica di promozione dei prodotti agricoli europei, con la pubblicazione di due bandi a sostegno dei programmi che mirano a rafforzare il mercato interno dell’Unione europea.

“Enjoy, it’s from Europe”, questo lo slogan lanciato sul sito della Commissione Europea in occasione della pubblicazione di due bandi ideati per la promozione dei prodotti agricoli europei. Il tutto, attraverso uno stanziamento di oltre 100 milioni di euro per il miglioramento dei regimi di qualità dell’Unione nel mercato interno ed il rafforzamento della conoscenza delle peculiarità dei prodotti comunitari.

Promozione prodotti agricoli europei: i beneficiari

Possono usufruire dei benefici previsti dai bandi pubblicati lo scorso 4 febbraio, i seguenti soggetti:

  • Organizzazioni commerciali del settore agroalimentare stabilite in uno Stato membro o dell’Unione;
  • Organizzazioni di produttori o associazioni di organizzazioni di produttori che operano nelle indicazioni geografiche protette;
  • Organizzazioni professionali o interprofessionali stabilite in uno Stato membro o dell’Unione (rappresentative del settore interessato).

Promozione prodotti agricoli europei: le risorse

Le risorse messe a disposizione dai due bandi per la promozione dei prodotti agricoli europei sono pari a circa 108 milioni di euro, suddivise come di seguito:

  • oltre 93,6 milioni di euro per Programmi semplici (presentati da una o più organizzazioni dello stesso Stato Membro. In questo caso, è lo Stato a mantenere la responsabilità della corretta esecuzione del programma);
  • 14,3 milioni di euro per Programmi multipli (presentati da almeno due organizzazioni provenienti da almeno due Stati Membri oppure da una o più organizzazioni dell’Unione. La complessa gestione del programma multiplo è affidata all’agenzia CHAFEA).
Leggi anche:  PSR della Regione Toscana: arrivano 7 milioni di euro per il rimboschimento delle aree periurbane

Nello specifico, nell’ambito della promozione prodotti agricoli europei, il cofinanziamento dell’Unione può variare in relazione alla tipologia di progetto realizzato:

  • Programmi semplici: i contributi vanno dal 70% (mercato interno) all’80% (Paesi terzi) delle spese ammissibili;
  • Programmi Multipli: il tasso è pari all’80% sia sul mercato interno che nei Paesi terzi;
  • In caso di crisi: in questa particolare eventualità, il tasso può salire fino all’85% dei costi ammissibili, senza distinzione tra i due programmi.

Promozione prodotti agricoli europei: le tipologie

I programmi di promozione dei prodotti agricoli europei possono riguardare:

  • bevande alcoliche IGP (Indicazione Geografica Protetta), bevande vegetali, birra;
  • vino DOP (Denominazione d’Origine Protetta) e IGP;
  • cioccolato e derivati, pane, pasta, pasticceria e altri prodotti da forno, sale, gomme e resine naturali, senape, granturco, cotone, ecc.;
  • prodotti ittici (solo se associati ad altri prodotti);
  • tutti i prodotti inseriti nell’allegato I – TFUE (ad eccezione del tabacco).

Promozione prodotti agricoli europei: presentazione delle domande

Le domande per accedere alle agevolazioni previste dai bandi possono essere presentate tramite il portale online della Commissione Europea, entro e non oltre il 28 aprile 2016, ore 17.00 (ora locale di Bruxelles).

Info: Commissione Europea

Hai dei dubbi sull'argomento appena letto?
Chiedi ad un esperto.

Hai ancora domande? compila i campi sottostanti e i migliori professionisti del settore ti risponderanno.
Registrati o accedi per visualizzare il contenuto.

Per visualizzare il contenuto o Registrati.


Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Clicca "mi piace" sulla nostra pagina Facebook