PSR Sicilia: la mappa delle sottomisure

Il PSR (Programma di Sviluppo Rurale) è lo strumento di programmazione comunitaria che permette alle singole Regioni italiane di sostenere e finanziare gli interventi del settore agricolo-forestale regionale per accrescere lo sviluppo delle aree rurali e aumentarne la competitività.

Il programma settennale che nasce dal Regolamento (UE) n.1305/2013 e copre l’intervallo di tempo che va dal 2014 al 2020, rappresenta la più importante fonte di contributi e di sostegno per gli imprenditori agricoli e forestali.

Alla Regione Sicilia sono stati assegnati 2,2 miliardi di euro del Fondo Europeo Agricolo di Sviluppo Rurale (FEARS) con un incremento di oltre 27 milioni rispetto alla dotazione del PSR Sicilia 2007-2013.
Le azioni previste vengono strutturate per misure e sottomisure, ognuna delle quali interagisce con alcune tematiche ambientali quali suolo, acqua, energia, paesaggio, ambiente naturale.

In particolare, le misure previste dal PSR Sicilia 2014-2020 sono:

  • Misura 1: trasferimento di conoscenze e azioni di informazioni;
  • Misura 2: servizi di consulenza, di sostituzione e di assistenza alla gestione delle aziende;
  • Misura 3: regimi di qualità per i prodotti agricoli e alimentari;
  • Misura 4: investimenti in immobilizzazioni materiali;
  • Misura 5: ripristino del potenziale produttivo agricolo danneggiato da calamità naturali, avversità atmosferiche e da eventi catastrofici e introduzione di adeguate misure di prevenzione;
  • Misura 6: sviluppo delle aziende agricole e delle imprese;
  • Misura 7: servizi di base e rinnovamento dei villaggi nelle zone rurali;
  • Misura 8: investimenti nello sviluppo delle aree forestali e nel miglioramento della redditività delle foreste;
  • Misura 9: costituzione di associazioni e organizzazioni di produttori;
  • Misura 10: pagamenti agro-climatico-ambientali;
  • Misura 11: agricoltura biologica;
  • Misura 12: indennità Natura 2000 e indennità connesse alla direttiva quadro sull’acqua;
  • Misura 13: indennità a favore delle zone soggette a vincoli naturali o ad altri vincoli specifici;
  • Misura 14: benessere degli animali;
  • Misura 15: servizi silvo-climatici ambientali e salvaguardia delle foreste;
  • Misura 16: cooperazione;
  • Misura 17: gestione del rischio;
  • Misura 18: supporto allo sviluppo locale di tipo partecipativo “Leader”.
Leggi anche:  Unicredit Start Lab 2016, al via le start up dei giovani imprenditori

Essendo un programma settennale le misure e le sottomisure vengono presentate e rese note tramite la pubblicazione di bandi, dove è spiegato nel dettaglio chi può fare domanda, cosa viene finanziato, quanto vale il contributo, le condizioni e i limiti per richiedere il finanziamento, i tempi e le modalità per presentare la domanda.

Per non perdere nessuna opportunità di seguito il riepilogo dei bandi ancora aperti.

PSR Sicilia sottomisura 4.1

Gli interventi nell’ambito della sottomisura 4.1 saranno realizzati sulla base delle esigenze e degli svantaggi di tipo strutturale, settoriale e territoriale emersi in fase di analisi. Essi sono volti a realizzare investimenti strutturali nelle aziende agricole finalizzati all’ammodernamento tecnologico ed all’introduzione di nuovi prodotti e processi. Noi ne abbiamo parlato qui.

PSR Sicilia sottomisura 4.2

Per la sottomisura 4.2, l’intervento prevede investimenti volti allo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie, al miglioramento della qualità, alla prevenzione degli impatti negativi delle attività economiche sulle risorse naturali con particolare riguardo al risparmio idrico ed energetico e alla sostenibilità ambientale. Qui i dettagli.

PSR Sicilia sottomisura 4.3

Per la sottomisura 4.3, il supporto riguarderà le infrastrutture connesse allo sviluppo e all’adeguamento delle strutture agricole, compreso l’accesso ai terreni agricoli e forestali. Di cosa si tratta e chi ne può beneficiare lo trovate qui.

PSR Sicilia sottomisura 6.2

La sottomisura 6.2 incentiva attraverso un sostegno finanziario a persone fisiche, microimprese e piccole imprese l’avviamento di imprese che svolgono attività extra-agricole nelle zone rurali. Ecco dove ne abbiamo già parlato.

Hai dei dubbi sull'argomento appena letto?
Chiedi ad un esperto.

Hai ancora domande? compila i campi sottostanti e i migliori professionisti del settore ti risponderanno.
Registrati o accedi per visualizzare il contenuto.

Per visualizzare il contenuto o Registrati.


Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Clicca "mi piace" sulla nostra pagina Facebook