Finanziamenti per l’agricoltura 25 milioni di euro per gli agricoltori Toscani

La regione Toscana ha messo a disposizione 25 milioni di euro dei fondi cosiddetti Feasr al fine di finanziare tirocini e progetti per lo sviluppo e gli investimenti nelle aziende agricole.
Il Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi non ha dubbi: a suo parere, infatti, si tratta di un passo in avanti molto importante, volto a potenziare il ruolo dell’agricoltura nell’economia locale.

Regione Toscana: 25 milioni di euro per l’agricoltura

La regione Toscana ha deciso di puntare ancora una volta sull’agricoltura e, per farlo, ha investito ben 25 milioni di euro, attingendo al Fondo europeo agricolo di sviluppo rurale. Come è facile immaginare, il denaro stanziato deve essere utilizzato per avviare percorsi volti al potenziamento del settore agricolo. Il Presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, ha chiarito che è una vera e propria prima volta. La regione Toscana, infatti, non aveva mai promosso una simile progettualità.

20.000 imprenditori è questo il numero approssimativo degli operatori del settore agricolo che avranno la possibilità di beneficiare dei fondi. Ovviamente, saranno incentivati gli investimenti e saranno premiati tutti coloro che hanno voluto investire o che, comunque, hanno intenzione di farlo. Saranno, poi, concessi contributi piuttosto interessanti anche a tutti coloro che assumeranno tirocinanti. Senza alcun dubbio, si tratta di un modo per aumentare l’occupazione e consentire agli imprenditori di investire in uno dei settori più produttivi.

Finanziamenti per l’agricoltura: ecco come usufruirne

Come ben chiarito dal Presidente della regione Toscana, i finanziamenti in questione hanno l’obiettivo di aumentare la redditività e potenziare la competitività dell’imprenditoria agricola toscana. A poter giovare dei finanziamenti saranno:

  • i giovani imprenditori che hanno scommesso sulle energie rinnovabili;
  • i giovani imprenditori che hanno deciso di avvicinarsi all’agricoltura biologica;
  • i giovani imprenditori che operano nelle aree montane.
Leggi anche:  Start up: Campania bando di supporto per nuovi progetti imprenditoriali

A chiarire le modalità di accesso ai finanziamenti è stato l’assessore all’agricoltura della regione Toscana, Marco Remaschi, il quale ha spiegato che i contributi potranno ammontare addirittura a 350.000 euro. In tal caso, però, sarà necessario rispettare alcuni requisiti tra cui, ad esempio, il fatto di avere più di 5 dipendenti e di avere intenzione di assumere 2 tirocinanti.

Il finanziamento che viene elargito dalla regione Toscana ammonta al 40% dell’intero investimento che l’azienda intende effettuare. Nell’eventualità in cui la domanda venga presentata da imprenditori che ancora non hanno compiuto 40 anni, però, può arrivare a coprire il 60% della somma. La medesima percentuale può essere concessa anche se l’attività è stata avviata da non più di 5 anni e se opera in aree montane.
L’idea, quindi, è di favorire il cosiddetto ricambio generazionale per poter contare nel prossimo periodo su giovani competenti e molto preparati. Le politiche messe a segno dalla regione Toscana, oltre a giovare all’economia locale, saranno in grado anche di assorbire la disoccupazione che, nonostante il leggero decremento degli ultimi tempi, è comunque molto preoccupante.
Avvicinare i giovani all’agricoltura e consentire loro di investire in un settore molto redditizio è, quindi, una strategia di crescita a tutti gli effetti che non deve essere affatto sottovalutata.

Finanziamenti per l’agricoltura: chi può presentare la domanda

Ad avere diritto di accesso alla graduatoria sono solo ed esclusivamente tutti gli imprenditori cosiddetti professionali e tutte le figure a loro equiparabili. I progetti che potranno avere diritto ad accedere ai finanziamenti sono quelli che avranno per oggetto:

  • la ristrutturazione o, addirittura, la costruzione vera e propria di fabbricati o di manufatti in cui poter produrre.
  • in alternativa, possono essere presi in considerazione interventi volti a ottimizzare l’efficienza energetica della propria attività, a rimuovere e/o smaltire le coperture in amianto, a realizzare o ristrutturare strutture i cui stoccare e/o trattare i liquami e le acque scure
  • a dotare l’azienda di macchinari e attrezzature con cui produrre in maniera innovativa.
  • la realizzazione di impianti per produrre energia rinnovabile (agroforestale, biomassa, biogas, fotovoltaico, eolico).
Leggi anche:  Autoimpiego Regione Calabria: oltre 10 milioni di euro stanziati a favore di disoccupati

Una cosa molto importante da tenere a mente riguarda il fatto che i contributi che vengono concessi dalla regione Toscana non possono essere in alcun modo cumulabili con agevolazioni di altra natura e, soprattutto, con finanziamenti europei, statali o regionali. Come è facile intuire, i finanziamenti vogliono rappresentare un consistente aiuto per tutti coloro che hanno intenzione di scommettere sul settore agricolo ma che, purtroppo, non hanno la possibilità di investire somme ingenti di denaro. In questo modo, le amministrazioni si mettono al servizio degli imprenditori per dare origine ad una sinergia produttiva, molto redditizia e, soprattutto, particolarmente lungimirante. Il termine ultimo entro il quale presentare le domande è il 31 ottobre e per essere valida la domanda dovrà essere presentata direttamente sul portale di ARTEA

In sintesi, la regione Toscana ha voluto fare un ennesimo passo in avanti per potenziale il settore agricolo, per rilanciarlo e per consentire ai giovani di investirci. Proprio i giovani, infatti, sono i principali destinatari dei finanziamenti e a loro è rivolta l’attenzione delle amministrazioni.
Il futuro dell’agricoltura è decisamente fondamentale per il buon esito delle politiche economiche attuali e, dunque, è necessario stimolare i giovani a lavorare nel modo dell’agricoltura.

Info: Artea

Hai dei dubbi sull'argomento appena letto?
Chiedi ad un esperto.

Hai ancora domande? compila i campi sottostanti e i migliori professionisti del settore ti risponderanno.
Registrati o accedi per visualizzare il contenuto.

Per visualizzare il contenuto o Registrati.


Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Clicca "mi piace" sulla nostra pagina Facebook