PSR Toscana Sottomisura 8.5: un aiuto economico per la valorizzazione del patrimonio forestale e boschivo regionale

La Sottomisura 8.5 “Sostegno agli investimenti destinati ad accrescere la resilienza e il pregio ambientale degli ecosistemi forestali”, prevede l’attivazione di contributi finalizzati a sostenere i beneficiari nell’adempimento di impegni a scopo ambientale.

Sintesi bando PSR Toscana – Sottomisura 8.5

Area geografica: Toscana

Settore: agricoltura

Dotazione finanziaria: 1.928.118 di euro

Obiettivo: accrescere la resilienza e il pregio ambientale degli ecosistemi forestali regionali

Beneficiari: privati, soggetti di diritto pubblico, gestori di usi civici, che siano proprietari, possessori, titolari della gestione di superfici forestali, anche collettive, singoli o associati

Spese ammissibili: investimenti materiali e immateriali che mirano alla valorizzazione delle aree forestali e boschive delle zone interessate e/o al rafforzamento della capacità degli ecosistemi di mitigare i cambiamenti climatici

Tipo di finanziamento: contributo in conto capitale

Procedura di selezione: valutativa a graduatoria

Scadenza: 28 febbraio 2019

Approfondimento Bando

Con l’attivazione della sottomisura 8.5, la Regione Toscana ha stanziato ingenti risorse finanziarie per la tutela e la valorizzazione dell’ecosistema forestale e boschivo toscano. Riconoscendone il ruolo fondamentale nella tutela della biodiversità e nel contrasto dell’effetto serra – solo per citare alcuni dei benefici – la Regione ha deliberato un regime di aiuto che prevede l’assegnazione di contributi a copertura della totalità delle spese sostenute dai soggetti beneficiari per realizzare interventi che mirano all’adempimento di impegni ambientali in linea con le suesposte finalità del bando.

Leggi anche:  Benessere degli animali, pubblicata la misura 14 del PSR Umbria

Chi sono i beneficiari della sottomisura 8.5 del PSR Toscana?

Sono ammessi a presentare domanda di sostegno i seguenti soggetti:

  • proprietari, possessori o titolari privati della gestione di superfici forestali, anche collettive, singoli o associati;
  • enti pubblici (con esclusione della Regione Toscana), Comuni, soggetti gestori che amministrano gli usi civici, altri soggetti pubblici proprietari, possessori o titolari della gestione di superfici forestali, singoli o associati.

Per potere avanzare domanda di aiuto, i richiedenti devono possedere i seguenti requisiti:

  1. essere in regola con gli obblighi previdenziali, assistenziali e assicurativi;
  2. non avere riportato condanne penali, con sentenza passata in giudicato o decreto penale di condanna, per uno dei reati indicati nel bando;
  3. non trovarsi in stato di fallimento, liquidazione coatta, concordato preventivo;
  4. non rientrare nella definizione di impresa in difficoltà;
  5. nel caso di soggetti di diritto privato, non avere ottenuto altri finanziamenti (quand’anche non ancora erogati) per ciascuna voce oggetto della domanda;

Quali sono le spese ammissibili della sottomisura 8.5 del PSR Toscana?

Sono ammissibili a finanziamento le seguenti tipologie di spese:

  • azioni volte all’offerta di servizi ecosistemici delle aree forestali e boschive;
  • azioni per il rafforzamento della capacità degli ecosistemi di mitigare i cambiamenti climatici;
  • valorizzazione in termini di pubblica utilità delle foreste e delle aree boschive;
  • elaborazione di piani di gestione o strumenti equivalenti;
  • opere temporanee e accessorie collegate agli investimenti;
  • investimenti immateriali per l’acquisizione di programmi informatici;
  • spese generali.

Intensità di aiuto e massimali di spesa

Il sostegno è concesso a titolo di contributo in conto capitale, a copertura del 100% delle spese ammissibili.

L’importo massimo del contributo concedibile per i beneficiari che gestiscono il Patrimonio Agricolo Forestale Regionale (Pafr) è pari a 250 mila euro per bando, quando gli interventi sono eseguiti all’interno del Pafr. Per gli altri beneficiari e per le azioni eseguite al di fuori del Pafr, l’importo massimo del finanziamento ammonta a 150 mila euro per bando. Per i richiedenti che gestiscono il Pafr, che realizzano interventi al di fuori dello stesso, il contributo massimo rimane 250 mila euro, purché gli interventi eseguiti all’esterno del Pafr siano uguali o inferiori a 150 mila euro.

Leggi anche:  PSR Sicilia sottomisura 16.8: la Regione lancia un bando che incentiva forme di cooperazione finalizzate alla produzione e gestione forestale sostenibile

Come partecipare alla sottomisura 8.5 del PSR Toscana?

Per partecipare al bando, bisogna presentare domanda online sul portale di Artea, corredandola dei documenti richiesti. Il termine ultimo per richiedere l’agevolazione è quello del 28 febbraio 2019.

Scarica il bando della sottomisura 8.5 del PSR Toscana 2014-2020.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Compila il form sottostante per contattare l'azienda






[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy