Sostegno agli investimenti delle imprese con il bando per l’efficienza energetica in Umbria

Contributi fino al 50% delle spese sostenute dall’impresa che effettui un investimento per l’efficienza energetica e l’utilizzo delle fonti di energia rinnovabile.

Sintesi bando POR FESR Umbria – Azione 4.1.1

Area geografica: Umbria

Settore: energia

Dotazione finanziaria: 3 milioni di euro

Obiettivo: migliorare l’efficienza energetica delle imprese umbre

Beneficiari: imprese

Spese ammissibili: costi di progettazione, acquisto di macchinari e impianti, opere edili

Tipo di finanziamento: contributo in conto capitale

Procedura di selezione: valutativa a sportello

Scadenza: 19 febbraio 2019

Approfondimento Bando

Con questo bando, la Regione Umbria intende sostenere gli investimenti delle imprese per l’efficienza energetica e l’utilizzo delle fonti di energia rinnovabile, al fine di perseguire l’obiettivo di “Riduzione annuale del consumo di energia”.

A chi si rivolge il bando efficienza energetica Umbria?

Possono presentare domanda di contributi le PMI e le grandi imprese extra agricole, la cui sede oggetto di intervento sia ubicata nel territorio regionale e che possegga codice ATECO 2007 riferito a uno dei seguenti settori:

  • B – Estrazione di minerali da cave e miniere;
  • C – Attività manifatturiere;
  • F – Costruzioni;
  • G – Commercio all’ingrosso e al dettaglio, riparazione di autoveicoli e motocicli;
  • H – Trasporto e magazzinaggio;
  • I – Attività dei servizi di alloggio e di ristorazione;
  • J – Servizi di informazione e comunicazione;
  • M – Attività professionali, scientifiche e tecniche;
  • N – Noleggio, Agenzie di viaggio, Servizi di supporto alle imprese;
  • P – Istruzione;
  • Q – Sanità e assistenza sociale;
  • S – Altre attività di servizi.
Leggi anche:  Giovani e agricoltura, attivata la Misura 6 del PSR Lombardia per supportare le nuove generazioni ad avviare aziende agricole

Quali sono le spese ammissibili al bando efficienza energetica Umbria?

Sono ammissibili a contributo le seguenti spese:

  1. costi per progettazione e direzione lavori, fatturati da tecnico iscritto ad albo professionale o da altro soggetto abilitato (fino ad un massimo di 10 mila euro e comunque non superiori al 7% del costo dell’investimento);
  2. costi relativi all’acquisto di macchinari, impianti, attrezzature, sistemi, componenti, nonché le relative spese di montaggio e allacciamento, compresi eventuali programmi informatici di gestione degli impianti;
  3. costi relativi a opere edili, strettamente connesse agli interventi ammissibili ai sensi dell’Avviso.

Intensità di aiuto e massimali di spesa

Ai fini di ammissibilità a contributo, il costo complessivo dell’investimento deve essere pari o superiore a 50 mila euro e non superiore a 500 mila.

L’agevolazione prevista dall’Avviso consiste in un contributo, calcolato sulla spesa ammissibile, pari al:

  • 30% per le grandi imprese;
  • 40% per le medie imprese;
  • 50% per le piccole imprese.

Come fare per partecipare al bando efficienza energetica Umbria?

Le domande di ammissione a contributo dovranno essere inoltrate a partire dal 24 gennaio 2019 on line fino al 19 febbraio 2019.

Leggi attentamente il bando dell’azione 4.1.1 del POR FESR Umbria 2014-2020.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Compila il form sottostante per contattare l'azienda






[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy