Veneto, al via con i finanziamenti alle aziende agricole gestite da giovani imprenditori

Dalla promozione di attività extra agricole che possano risollevare il tessuto sociale ed economico del territorio al ricambio generazionale. I giovani imprenditori sono il cuore delle due operazioni promosse dalla Regione Veneto.

Sintesi bando PSR Veneto – Interventi 6.4.1 e 6.1.1

Area geografica: Veneto

Settore: agricolo

Dotazione finanziaria: 1,5 milioni di euro (operazione 6.4.1); 13 milioni di euro (operazione 6.1.1)

Obiettivo: favorire lo sviluppo di attività extra agricole e stimolare i giovani a inserirsi nel settore agricolo, per la prima volta, in qualità di capo d’azienda

Beneficiari: giovani imprenditori agricoli

Spese ammissibili: costi per effettuare investimenti, acquisto di impianti, macchinari, brevetti e licenze

Tipo di finanziamento: contributo in conto capitale (6.4.1) + premio (6.1.1)

Procedura di selezione: valutativa a graduatoria

Scadenza: 28 marzo 2019

Approfondimento Bando

Favorire il ricambio generazionale incentivando i giovani a diventare imprenditori agricoli. Ma non solo, gli interventi 6.4.1 e 6.1.1 del PSR Veneto 2014-2020, correlati tra loro, vogliono promuovere la diversificazione delle attività agricole. Come? Mettendo a disposizione dei contributi economici per le imprese che intendono creare nuove strategie abbracciando altri ambiti. È il caso per esempio dell’agricoltura sociale, della fattoria didattica o dei servizi ambientali, promossi dalle stesse aziende agricole per migliorare la pulizia ambientale. Insomma, la Regione Veneto punta sulla nascita di attività extra agricole per raggiungere un cambiamento e un miglioramento tanto sociale quanto economico del territorio.

Leggi anche:  PSR Sardegna, sì alla bioeconomia per le aziende forestali grazie all’intervento 8.6.1

Chi può accedere ai finanziamenti rivolti alle aziende agricole?

Possono partecipare all’operazione 6.4.1 i giovani agricoltori che partecipano anche alla misura 6.1.1 e che aderiscono al Pacchetto Giovani.

Possono accedere invece all’operazione 6.1.1 i giovani che si inseriscono per la prima volta in un’impresa agricola in qualità di capo d’azienda. In questo caso l’insediamento coincide con l’avvio della partita Iva in campo agricolo, se il giovane subentra in una società già avviata, l’insediamento corrisponde, invece, con il momento in cui la stessa società affida al giovane il ruolo di responsabile.

I criteri per partecipare alla misura sono:

  • essere cittadino dell’Unione Europa;
  • avere un’età compresa dai 18 ai 40 anni;
  • possedere il diploma scolastico;
  • possedere conoscenze e competenze in ambito agricolo, certificate con diploma, laurea o attestati di frequenza a corsi di formazione specifici;
  • insediarsi per la prima volta nel settore agricolo in qualità di capo d’azienda.

Quali sono le spese ammissibili per accedere ai finanziamenti destinati alle aziende agricole?

Come abbiamo già detto, gli ambiti di intervento per accedere ai contributi dell’operazione 6.4.1 riguardando la fattoria didattica, il turismo rurale, l’agricoltura sociale e settori simili. A titolo esemplificativo, ecco le spese ritenute ammissibili:

  • costi per effettuare investimenti strutturali, impianti, attrezzature, hardware e software;
  • acquisto di siti internet, brevetti e licenze;
  • costi per l’acquisto di spazzolatrici stradali;
  • spargi sale omologato per trattrice agricola.

Per l’operazione 6.1.1 non sono previste specifiche spese.

Intensità di aiuto e massimali di spesa

Per l’operazione 6.4.1 l’intensità di aiuto dipende dal tipo di spesa effettuata e dalla zona in cui si opera. In particolare, per la ristrutturazione dei beni immobili, il contributo corrisponde al 50% per le zone montane e al 40% per le altre aree. Se parliamo invece di acquisti vari (attrezzature, brevetti o licenze) l’intensità di aiuto corrisponde al 45% delle spese per le zone montane e del 35% per le altre.

Leggi anche:  PSR Calabria Misura 6: finanziamenti alle aziende agricole per la produzione di energia da biomassa

L’importo minimo per le spese ritenute ammissibili è di 8 mila euro per le zone montane e 15 mila per le altre; il massimo invece è di 200 mila euro nell’arco temporale dei tre esercizi finanziari.

Il premio erogato per l’insediamento corrisposto dall’operazione 6.1.1 è di 40 mila euro. L’80% dell’importo viene emesso dopo l’accettazione della domanda, il restante 20% invece è concesso a saldo, cioè dopo che l’imprenditore completa l’attuazione del Piano Aziendale.

Come presentare la domanda per accedere ai finanziamenti rivolti alle aziende agricole?

Gli imprenditori per accedere ai contributi devono inoltrare la loro domanda, seguendo tutte le procedure richieste e allegando i vari documenti, tramite l’Agenzia Veneta per i Pagamenti in Agricoltura (AVEPA) entro il 28 marzo 2019.

Scarica il bando dell’operazione 6.4.1 e il bando dell’operazione 6.1.1. del PSR Veneto 2014-2020.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Compila il form sottostante per contattare l'azienda






[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy