Deleghe fatture elettroniche: con il nuovo anno semplificazioni a vantaggio del contribuente

Dal 1° gennaio 2019 al via uno snellimento delle procedure sulle deleghe per le fatture elettroniche. Con un semplice modulo, il contribuente potrà autorizzare il proprio intermediario ad accedere al portale “Fatture e corrispettivi” e al “Cassetto fiscale”.

Il nuovo anno porta con sé importanti agevolazioni sulla fatturazione elettronica. Sotto la lente d’ingrandimento dell’Agenzia delle Entrate, ci sono le deleghe a professionisti e Caf nella gestione delle fatture elettroniche. Questi ultimi, con il conferimento di una delega da parte del contribuente, potranno avere accesso ad una multiforme varietà di servizi messi a disposizione dall’amministrazione finanziaria.

Deleghe fatture elettroniche, in che cosa consiste la semplificazione?

La semplificazione introdotta dal provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 5 novembre 2018, consiste nella possibilità di conferire una delega al Caf o al proprio professionista di fiducia per accedere ai servizi telematici offerti da “Fatture e corrispettivi” e “Cassetto fiscale”. Se la delega viene rilasciata per l’accesso a “Fatture e corrispettivi”, può essere conferita nei confronti di un massimo di quattro soggetti e sarà valida per 2 anni dalla data in cui è stata sottoscritta; viceversa, per accedere a “Cassetto fiscale” gli intermediari autorizzati non potranno essere più di 2 e la delega, in mancanza di espressa revoca, sarà valida per 4 anni.

Per rendere operative le deleghe conferite dai loro clienti, gli intermediari possono inviare telematicamente i dati dei contribuenti assistiti, senza necessità di doversi recare presso gli uffici territoriali dell’Agenzia delle Entrate.

Deleghe fatture elettroniche, a quali servizi può accedere l’intermediario?

Ottenendo la delega da parte del contribuente, l’intermediario può visionare e acquisire le fatture elettroniche emesse e ricevute dai soggetti deleganti attraverso il Sistema di Interscambio (vedi articolo di Magevola sul tema). L’intermediario munito di delega potrà inoltre avere accesso ai dati dello spesometro e delle liquidazioni periodiche dell’Iva, nonché accreditare i dispositivi per trasmettere telematicamente i file con i dati dei corrispettivi.

Leggi anche:  L'elimina code dell'Agenzia delle Entrate

Ma non solo. L’intermediario delegato potrà indicare al Sistema di Interscambio la casella PEC o il codice destinatario preferito per ricevere i file contenenti le fatture elettroniche.

Deleghe fatture elettroniche, come attivarle?

Per rendere operativo il neo approvato sistema deleghe della fatturazione elettronica, l’intermediario deve ricevere dal cliente l’apposito modulo debitamente firmato. Dopodiché, il professionista trasmetterà la delega all’Agenzia delle Entrate, fornendo i dati relativi alla dichiarazione Iva presentata dal contribuente delegante l’anno precedente. Se per qualche motivo, l’intermediario non dovesse disporre di tali informazioni – ad esempio perché il cliente non ha presentato la dichiarazione Iva nell’anno precedente –  potrà fare appello ad un’altra procedura che permette di acquisire le deleghe attraverso posta elettronica certificata.

Nel rispetto della normativa sulla privacy, l’intermediario ha specifici obblighi di conservazione delle deleghe acquisite in originale e dei documenti d’identità dei clienti.

Va chiarito che per un periodo transitorio di 60 giorni, la nuova modulistica sarà utilizzabile assieme a quella già in uso nei professionisti. Ciò significa che fino alla data del 4 gennaio 2019, potrà essere usato dagli intermediari anche il modello di delega approvato con provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 13 giugno 2018.

Per maggiori dettagli sul provvedimento delle Entrate in tema di conferimento delle deleghe per l’uso dei servizi di fatturazione elettronica, non esitate a rivolgervi al vostro professionista di fiducia, che certamente saprà rendere più chiare e intellegibili le novità da ultimo introdotte dall’amministrazione finanziaria.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Contattaci e un membro del nostro team ti spiegherà come fare




[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy