Fatturazione elettronica tra privati: obbligatoria per evitare un aumento dell’IVA?

Come contrastare l’aumento dell’Iva? Rendendo obbligatoria la fatturazione elettronica tra privati a partire dal prossimo autunno.

L’aumento dell’IVA previsto per il 2018 rappresenta fonte di preoccupazione per le famiglie e le imprese italiane. Un aumento dell’imposta porta infatti a pagare lo stesso bene o servizio ad un prezzo superiore rispetto alla norma, spingendo alcune volte a rinunciarci e di conseguenza facendo guadagnare di meno le imprese. Proprio per questo motivo il Ministero dell’Economia e delle Finanze sta cercando di trovare una soluzione alternativa che consenta di mantenere invariata l’IVA, rendendo la fatturazione elettronica tra privati obbligatoria.

Come funziona la fatturazione elettronica tra privati?

A partire dal 1° gennaio 2017 i privati B2B (business to business: transazioni commerciali elettroniche tra imprese) possono generare, inviare e conservare le fatture attraverso un portale gratuito messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate. Al posto di una fattura tradizionale, i privati possono scriverla in formato digitale, garantendone l’autenticità grazie alla firma digitale.

Grazie all’introduzione della fatturazione elettronica tra privati, i contribuenti possono usufruire di alcune interessanti agevolazioni dal punto di vista degli adempimenti fiscali, come ad esempio:

  • comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini Iva, spesometro trimestrale;
  • comunicazione delle operazioni effettuate nei confronti di soggetti passivi IVA domiciliati in Stati “black list”;
  • comunicazione dei dati dei contratti stipulati dalle società di leasing (ovvero dai soggetti che svolgono attività di locazione e noleggio);
  • comunicazione degli acquisti effettuati presso operatori economici di San Marino con l’assolvimento dell’IVA mediante autofattura;
  • comunicazioni dei modelli INTRASTAT riepilogativi degli acquisti intracomunitari di beni e dei servizi ricevuti.

Fatturazione elettronica tra privati obbligatoria?

La fatturazione elettronica tra privati rappresenta un importante strumento a disposizione dei contribuenti, ma secondo la Commissione Europea può essere utilizzata solo da chi vuole e nessun Stato appartenente all’Unione Europea può imporla per legge.

Leggi anche:  La Fatturazione Elettronica nel B2B: un incentivo da non perdere

Un limite che secondo il Ministero dell’Economia e delle Finanze può essere superato facendo leva sulla volontà di contrastare l’evasione all’Iva e utilizzare i soldi recuperati per abbassare le tasse. Grazie all’obbligo della fatturazione elettronica tra privati il Ministero e l’Agenzia delle Entrate ritengono infatti possibile una riduzione della differenza tra l’Iva dovuta e quella effettivamente versata tale da non rendere necessario un nuovo aumento dell’Iva stessa.

I vantaggi della fatturazione elettronica tra privati obbligatoria

L’eventuale introduzione della fatturazione elettronica B2B obbligatoria consentirebbe di dire addio ad una serie di adempimenti fiscali da sempre bersaglio di critiche da parte delle imprese, come ad esempio:

  • il nuovo spesometro;
  • le nuove comunicazioni Iva dei dati sulle liquidazioni dell’imposta;
  • l’utilizzo del nuovo regime Iva denominato split payment da utilizzarsi in caso di cessioni di beni o prestazioni di servizi nei confronti di Enti Pubblici, che dal 1° luglio è stato allargato anche ai professionisti;
  • la riduzione tempi di rimborso tramite l’accesso in tempo reale ai dati delle operazioni effettuate da imprese, professionisti e autonomi.

Al momento si parla solo di un’ipotesi e non è ancora dato sapere se da autunno la fatturazione elettronica tra privati sarà davvero obbligatoria o meno. A questo punto non resta che attendere le decisioni da parte del Governo e capire se una risoluzione di questo tipo possa davvero rivelarsi la scelta giusta da adottare pur di evitare un aumento dell’Iva.

Approfondisci l’argomento sulla fatturazione elettronica sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Hai dei dubbi sull'argomento appena letto?
Chiedi ad un esperto.

Hai ancora domande? compila i campi sottostanti e i migliori professionisti del settore ti risponderanno.
Registrati o accedi per visualizzare il contenuto.

Per visualizzare il contenuto o Registrati.


Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Clicca "mi piace" sulla nostra pagina Facebook