Le scadenze fiscali di aprile 2018

Scartato e mangiato il vostro uovo di Pasqua? Adesso siete pronti a ripartire con le scadenze fiscali. Ecco le principali date da ricordare per cittadini, professionisti e imprese.

Spesometro – 6 aprile

Rimandato, per effetto della proroga, al 6 aprile l’invio dello spesometro che riepiloga i dati delle fatture emesse e ricevute nel secondo semestre solare del 2017. Nello stesso giorno sarà possibile inviare la Comunicazione corretta dei dati delle fatture emesse e ricevute relative al primo semestre senza l’applicazione delle sanzioni.

Adempimenti contabili – 16 aprile

Come ogni mese, i soggetti iva hanno l’obbligo di emettere e registrare le fatture differite relative ad operazioni effettuate nel mese solare precedente, mentre i soggetti esercenti il commercio al minuto o i soggetti che operano nella grande distribuzione, dovranno effettuare la registrazione, anche cumulativa, delle operazioni del mese solare precedente per le quali è stato rilasciato lo scontrino fiscale o la ricevuta fiscale.

Versamenti – 16 aprile

Per le imprese, per i sostituti d’imposta e per i titolari di partita iva l’appuntamento è con il versamento delle ritenute alla fonte, dei contributi Inps relativi al mese di marzo 2018 e della seconda rata del saldo IVA relativo all’anno d’imposta 2017 risultante dalla dichiarazione annuale con la maggiorazione dello 0,33% mensile a titolo di interessi.

Modello Intrastat – 26 aprile

Per gli operatori intracomunitari con obbligo mensile e trimestrale, il 26 aprile coincide con l’impegno dell’invio degli elenchi riepilogativi (INTRASTAT) delle cessioni di beni e delle prestazioni di servizi rese nel mese precedente nei confronti di soggetti appartenenti all’UE.

Dichiarazione IVA – 30 aprile

Entro il 30 aprile 2018 va presentata la Dichiarazione annuale IVA 2018 relativa al 2017. Nella dichiarazione Iva, confluiscono tutte le operazioni attive e passive effettuate per ciascun periodo di imposta, che determinano il saldo Iva del soggetto passivo, che può essere a credito o a debito.

Rendicontazione annuale – 30 aprile

Gli enti non commerciali, le organizzazioni di volontariato, le ONG e le ONLUS, entro 4 mesi dalla chiusura dell’esercizio, quindi entro il 30 aprile, devono procedere alla redazione del rendiconto annuale, allegando una relazione illustrativa delle entrate e delle uscite.

Modello Redditi PF 2017 – 30 aprile

Entro la fine del mese, gli eredi che non lo avessero ancora fatto, devono presentare la dichiarazione dei redditi relativa alle persone decedute tra il 1° luglio 2017 e il 31 ottobre 2017.

Esenzione canone Rai – 30 aprile

Per i contribuenti over 75 con un reddito non superiore a 8 mila euro, scade giorno 30 la possibilità di presentare la dichiarazione sostitutiva per ottenere l’esenzione del pagamento del canone RAI.

Istanza di ammissione al 5 per mille – 30 aprile

Salvo proroghe, entro giorno 30 aprile, gli enti interessanti a rientrare tra i soggetti ammessi al beneficio del cinque per mille possono presentare telematicamente domanda di iscrizione negli elenchi tenuti dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e dal Ministero della salute allegando la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà.

Data la carrellata di scadenze e adempimenti, ad aprile sicuramente non sarà facile dormire, in questo modo ci alleneremo, se non altro, ad essere pronti per le scadenze di maggio.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Compila il form sottostante per contattare l'azienda






[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy