Trend positivo per i nuovi voucher: ecco i primi dati dell’INPS

Modalità di iscrizione, tempi e modi per ricevere i pagamenti.

Nei giorni scorsi Magevola ha anticipato tutte le novità sui nuovi voucher. Le nuove tipologie contrattuali (Libretto famiglia – quando il datore di lavoro è una persona fisica e Contratto di prestazione occasionale per imprese e liberi professionisti) sono nate dall’esigenza di limitare gli abusi che si sono verificati in passato.

Basti pensare che nel 2016, 300 mila persone sono state retribuite con 130 mila voucher.
Questo dato, secondo i sindacati, avrebbe causato un aumento del precariato e ancora oggi sono innumerevoli le polemiche da parte del segretario della CGIL Susanna Camusso che considera i nuovi voucher “uno schiaffo alla democrazia”.

Polemiche a parte, per scongiurare gli abusi, adesso il Governo ha attuato un altro sistema.
La nuova normativa prevede infatti un controllo mirato attraverso la piattaforma digitale telematica predisposta dall’INPS.
Niente più acquisto di voucher in tabaccheria e maggiore trasparenza e controlli.

Arrivano oggi i primi dati da parte dell’INPS (dopo solo 5 giorni di operatività) e, sebbene per trarre un bilancio bisognerebbe attendere ancora un po’, dalle prime indicazioni è possibile registrare un trend positivo sul controllo delle registrazioni alla piattaforma e sulla accessibilità al sito.

Il 90% delle operazioni di registrazione sono state infatti effettuate direttamente da datori di lavoro e lavoratori su internet, e solo nel 10% dei casi attraverso il ricorso al contact center (il sistema di supporto telefonico).

I numeri:
L’INPS comunica che in 5 giorni hanno effettuato la registrazione:

  • 119 datori di lavoro che utilizzeranno il Libretto Famiglia, la tipologia di contratto occasionale riservata alle famiglie e alle persone fisiche non nell’esercizio di attività di impresa;
  • 907 datori di lavoro che impiegheranno prestatori di lavoro sulla base dello schema previsto dal Contratto di prestazione occasionale, la tipologia contrattuale prevista per le aziende, associazioni, fondazioni ed altri enti, basata su una retribuzione minima giornaliera di 36 euro per un massimo di 4 ore di prestazione (nel settore agricolo la retribuzione minima varia in funzione delle fasce contrattuali);
  • 897 lavoratori.
Leggi anche:  Sovrattassa per auto grossa cilindrata e SUV

Le modalità di pagamento e del versamento di contributi da parte dell’INPS:

Per ottenere il pagamento della quota e il versamento dei contributi ci sono procedure e tempistiche da rispettare.

60 MINUTI: la registrazione in piattaforma da parte del datore di lavoro deve avvenire almeno 60 minuti prima dell’inizio della prestazione occasionale.
3 GIORNI: Per le prestazioni svolte attraverso il Libretto Famiglia (lavoratore persona fisica), la comunicazione può essere effettuata dopo la prestazione, purché entro il terzo giorno del mese successivo al suo svolgimento.

A seguito della registrazione l’INPS prenderà in carico la pratica e i dati per consentire il pagamento delle prestazioni al lavoratore e successivamente provvedere all’accredito dei contributi previdenziali sulla sua posizione pensionistica.
L’INPS effettuerà il pagamento il giorno 15 del mese successivo allo svolgimento della prestazione.

Prima di avviare la prestazione, i datori di lavoro devono versare la provvista finanziaria necessaria per il pagamento del compenso al lavoratore e la regolarizzazione della sua posizione previdenziale, attraverso l’utilizzo del mod. F24 Elide.

Sistema PagoPA: Entro la fine di luglio, sarà possibile versare la provvista per il pagamento dei compensi e dei contributi previdenziali anche attraverso il sistema di pagamento “PagoPA”, basato su strumenti di pagamento elettronici (addebito in c/c, carte di credito/debito, ecc.).

La procedura per lo svolgimento degli adempimenti relativi al Libretto Famiglia e al Contratto di prestazione occasionale, non è complicata, ma Magevola consiglia sempre di rivolgersi agli intermediari previdenziali, consulenti del lavoro, commercialisti e Patronati.

Hai dei dubbi sull'argomento appena letto?
Chiedi ad un esperto.

Hai ancora domande? compila i campi sottostanti e i migliori professionisti del settore ti risponderanno.
Registrati o accedi per visualizzare il contenuto.

Per visualizzare il contenuto o Registrati.


Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Clicca "mi piace" sulla nostra pagina Facebook