Bando “Efficienza Energetica”, nuova spinta per il Sud

Una nuova spinta energetica per il Sud nel segno della crescita e del rilancio competitivo delle imprese attraverso l’attuazione di investimenti funzionali e l’utilizzo sostenibile dell’energia all’interno dei processi produttivi, è in arrivo.

A partire dal 30 giugno, infatti, si potranno presentare le domande per accedere alle agevolazioni di circa 120 milioni di euro a sostegno delle aziende meridionali che riducono i consumi energetici (Decreto Direttoriale 1 giugno 2015).

Beneficiari

Imprese di Calabria, Campania, Puglia e Sicilia che intendono puntare sull’efficienza energetica

I progetti finanziabili consisteranno in programmi integrati d’investimento:

  • diretti al ridimensionamento e all’ottimizzazione dell’uso dell’energia primaria all’interno di unità produttive già esistenti;
  • con spese ammissibili non inferiori a 30.000 euro.

Tipologie d’intervento

Si possono annoverare diverse tipologie d’interventi ammissibili:

  • installazione di impianti e strumentazioni utili al contenimento dei consumi energetici nei cicli di erogazione e produzione dei servizi;
  • installazione, per sola finalità di autoconsumo, di impianti per l’erogazione e la distribuzione dell’energia termica ed elettrica all’interno dell’unità produttiva oggetto del programma d’investimento;
  • interventi di isolamento termico degli edifici al cui interno sono svolte le attività economiche (es. infissi, coibentazioni compatibili con i processi produttivi, pavimentazioni);
  • razionalizzazione e sostituzione dei sistemi di riscaldamento/condizionamento, alimentazione elettrica, forza motrice ed illuminazione, anche se impiegati nei cicli di lavorazione funzionali alla riduzione dei consumi energetici.

Entità dei contributi

I contributi verranno assegnati nel rispetto delle seguenti modalità:

  • finanziamento in conto impianti per una percentuale nominale massima delle spese ammissibili del 50% (per i progetti di importo fino a 400.000 euro che si concludano entro il 31 dicembre 2015);
  • finanziamento agevolato per una percentuale nominale delle spese ammissibili complessive pari al 75% (per i progetti che si concludano entro il 31 dicembre 2016).

Presentazione delle domande

Le domande per accedere alle agevolazioni dovranno essere inoltrate telematicamente a partire dal le ore 10.00 del 30 giugno 2015.

Per eventuali informazioni e/o chiarimenti, il MISE ha attivato la seguente casella di posta elettronica: [email protected]

 Fonte: www.sviluppoeconomico.gov.it

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Compila il form sottostante per contattarci





[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy