Grandi novità in materia di agevolazioni per le imprese energivore 2018

Attivo dal 1° gennaio il Decreto ministeriale del 21 dicembre 2017, è la risposta per il risparmio delle aziende ad alto consumo di energia.

Dal 1° gennaio 2018, le aziende che hanno forti consumi energetici possono risparmiare.

Grazie alle agevolazioni per le imprese energivore sarà ridotto sensibilmente il costo dell’elettricità; il beneficio è calcolato con dei parametri di consumo, basati su standard di efficienza energetica stabiliti dal decreto del Mise del 21 dicembre 2017.

Chi sono i destinatari delle agevolazioni alle imprese energivore 2018?

Possono accedere le aziende che hanno un consumo medio di energia elettrica, pari ad almeno 1GWh/anno e che hanno i seguenti requisiti:

  • operano nei settori previsti dall’allegato 3 alle Linee guida CE;
  • operano nei settori dell’Allegato 5 alla Linee guida CE e hanno un indice di intensità elettrica positivo in relazione al VAL (valore aggiunto lordo) non inferiore al 20%;
  • non rientrano nelle prime due categorie, ma sono comprese negli elenchi delle imprese a forte consumo, compilati per gli anni 2013 o 2014 dalla Cassa per i servizi energetici e ambientali (CSEA).

Non possono accedere alle agevolazioni imprese energivore 2018 e le aziende in difficoltà.

Di cosa tratta il decreto sulle agevolazioni per le imprese energivore 2018?

Il decreto prevede la possibilità di ridurre il prelievo delle bollette degli oneri legati al sostegno delle energie rinnovabili.

L’applicazione della clausola VAL è per le imprese che hanno un costo energetico pari al 20% del VAL (valore aggiunto lordo); possono ridurre il contributo alle rinnovabili fino a un valore minimo del 0,5% del VAL. Il costo che sostengono per tale voce, quindi, va in funzione del proprio risultato aziendale e sarà indipendente dal costo per le rinnovabili.

Per le altre imprese si manterrà la classe di agevolazione basata sul rapporto fra il costo dell’energia elettrica e il fatturato, ma le percentuali saranno riviste per consentire una maggiore crescita.

Un ulteriore vantaggio è quello di aiutare le imprese e i settori esposti alla concorrenza internazionale diminuendo il differenziale di prezzo dell’energia elettrica pagato dalle aziende; questo allo scopo di introdurre le misure europee in Italia, avere un allineamento dei costi per la fornitura di energia elettrica e di conseguenza far diventare più competitive sul panorama europeo le aziende del nostro Paese.

Come può essere presentata la domanda per beneficiare delle agevolazioni per le imprese energivore 2018?

Per essere inserite nell’elenco delle imprese a forte consumo energetico le aziende devono presentare una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, che attesti il possesso dei requisiti necessari. A decorrere dell’anno 2018, ai soggetti inseriti nell’elenco saranno applicate le aliquote degli oneri di sistema, che assicurano i livelli di contribuzione.

L’autorità per l’energia definisce le modalità e le tempistiche per l’apertura del portale adibito all’integrazione delle dichiarazioni delle imprese a forte consumo di energia elettrica per il 2018.

Le opportunità di risparmio per le aziende ad alto consumo energetico sono davvero importanti. Grazie a questo decreto è possibile aumentare la propria competitività e le opportunità di crescita nel lungo periodo.

Per questi motivi, il nostro consiglio è di chiedere aiuto a un professionista, per poter accedere all’elenco delle imprese che possano beneficiare del vantaggio.

Leggi il Decreto Ministeriale 21 dicembre 2017.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Compila il form sottostante per contattarci





[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy