Trading on line: come scegliere il miglior broker forex?

Scegliere a quale broker affidarci per effettuare il forex trading è un momento delicato. Non esiste un broker in assoluto migliore degli altri; ci sono, tuttavia, alcuni aspetti importanti che vanno sempre valutati. Vediamo quali.

Per chi si approccia per la prima volta all’attività di Forex Trading, uno dei momenti iniziali più importanti è la scelta dell’intermediario finanziario (c.d. broker) attraverso cui andremo ad operare.

Molto spesso, infatti, una volta scelto un broker, l’utente tende ad “affezionarsi” alla piattaforma di trading messagli a disposizione (cioè, il software che permette di operare concretamente sui mercati) e difficilmente riuscirà ad adattarsi alle differenti piattaforme offerte dagli altri competitors.

Il più delle volte la scelta finisce col ricadere sul broker che impone il deposito iniziale più economico o quello che riserva allettanti bonus ai neo iscritti. Tuttavia, è bene tenere in considerazione anche molti altri aspetti.

Vediamo insieme quali sono i più importanti:

  • licenza. È consigliabile, nella scelta del broker, appurare che questi sia in possesso di idonea licenza per l’esercizio dell’attività. Generalmente, i broker autorizzati fanno espresso riferimento di essere intermediari autorizzati nella propria Home Page del sito o nella pagina “Chi siamo”;
  • piattaforma di trading. Ogni broker utilizza una propria piattaforma di trading, che ha le sue specifiche caratteristiche.  La piattaforma più utilizzata e conosciuta è la piattaforma MetaTrader; alcuni broker, poi, utilizzano piattaforme esclusive (cioè sviluppate direttamente da loro). Dal momento che la piattaforma costituisce il “ponte” tra l’investitore e il mercato, è consigliabile testarla attraverso un conto virtuale (c.d. conto demo), in cui cioè non si utilizza denaro reale, al fine di comprendere se la piattaforma offerta dal broker è di nostro gradimento o, più semplicemente, riusciamo ad utilizzarla correttamente. Quasi tutti i broker mettono a disposizione un conto demo.
  • deposito iniziale. Chi si approccia per la prima volta al Forex trading generalmente preferisce iniziare con un investimento modesto e, proprio per tale ragione, finisce con lo scegliere il broker che impone il deposito iniziale più basso. Tuttavia, questo è uno degli aspetti forse meno influenti sulla scelta del broker, in quanto si noti che un investimento troppo basso non può che apportare profitti pressoché nulli, anche perché nel trading online la cosa più importante è sapere gestire il capitale e differenziare il rischio degli investimenti. Differenziazione impossibile da effettuare, ove il capitale investito sia minimo;
  • bonus di registrazione. Per attrarre gli investitori, non è raro che i vari broker offrano bonus e promozioni ai nuovi iscritti. Nell’ultimo paio di anni, tuttavia, la situazione è stata riportata sotto il controllo dell’Autorità di vigilanza, che ha imposto regole piuttosto severe al riguardo, imponendo ai broker di fornire agli utenti notizie quanto più chiare e precise possibili sull’utilizzo di bonus e promozioni, così da non indurre in errore gli utenti.
  • leva finanziaria. Con il termine “leva finanziaria” si indica un particolare strumento adoperato dai broker, che dà la possibilità di acquistare o vendere valute per un ammontare superiore al capitale posseduto e quindi di beneficiare di un rendimento maggiore rispetto a quello derivante da un investimento diretto. Se il rendimento è maggiore, con ogni evidenza anche la perdita lo sarà in caso di svalutazione (in ogni caso, mai oltre il capitale investito). È quindi fondamentale valutare la leva finanziaria offerta dal broker. Se ad esempio essa è 1:100, significa che per acquistare 100 euro di valute dovrò impiegare 1 euro del capitale depositato.
  • commissioni e spread. Le commissioni o spread rappresentano il “costo” dell’intermediazione sul mercato offertaci dal broker nelle operazioni di trading. Maggiore è il loro ammontare, minore sarà evidentemente il nostro profitto. Anche questo aspetto deve essere pertanto ben ponderato, essendo assai varia l’offerta: spread bassi ma variabili, oppure spread fissi molto bassi o a costo 0 ed elevate commissioni. È bene, quindi, valutare complessivamente le condizioni economiche offerte da ciascun singolo broker;
  • opzioni di pagamento. È importante altresì prendere in considerazione le opzioni di pagamento. Prelevare denaro da un conto è, spesso, più complicato che depositarlo.  Anche sul punto è, quindi, consigliabile leggere attentamente tutte le condizioni predisposte dal broker.

Altrettanto importante sarà valutare se esiste un servizio di assistenza o supporto, se il broker mette a disposizione manuali formativi, video tutorial, strumenti di analisi dei fattori economici, nonché la facilità di contattare il broker in caso di necessità. I migliori broker offrono, infatti, diverse modalità di contatto (telefono, e-mail e chat).

La scelta del broker cui affidarci nelle operazioni di Forex trading, come si comprende, è un’operazione delicata, attesa la sua importanza. Prenditi il tempo che ti serve nella scelta, guarda e valuta attentamente, confrontandole tra loro punto per punto, tutte le offerte proposte dai broker operanti nel settore. Al riguardo, potrai trovare moltissime informazioni utili su brokerforex.it, che ti aiuteranno a confrontare in maniera più immediata tutte le condizioni previste dai più importanti broker autorizzati.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Compila il form sottostante per contattare l'azienda






[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy