Costo revisione auto: le tariffe per il 2017

Oltre al Costo Revisione Auto ci sono in serbo ulteriori novità. Dal 2018 è obbligatorio registrare i chilometri percorsi per arginare il rischio frodi nelle compravendite.

Le nostre auto, e in generale i nostri veicoli a motore, per poter circolare hanno bisogno della revisione periodica. Può sembrare una scocciatura, ma la revisione serve ad assicurare che i veicoli rispettino tutti gli standard sulla sicurezza e sull’inquinamento.

Infatti col passare del tempo, con l’usura, un’auto, una moto, un camion, ecc…, possono subire delle alterazioni delle loro caratteristiche. La revisione serve proprio a certificare che il veicolo è idoneo a circolare sulla strada nel rispetto delle normative sulla sicurezza e sull’inquinamento.

Cos’è la revisione auto?

La revisione non va confusa con il tagliando, o con la manutenzione periodica che facciamo fare alla nostra officina di fiducia. La revisione è un’attività di verifica che viene svolta dalla Motorizzazione civile o da officine private appositamente autorizzate (centri di revisione).

La revisione auto va effettuata per la prima volta dopo 4 anni dalla prima immatricolazione (cioè da quando il veicolo è stato acquistato nuovo) e, successivamente, ogni 2 anni. Il periodo di validità di ogni revisione viene annotato sul libretto di circolazione ed è cura del proprietario e del conducente abituale del veicolo assicurarsi di non circolare con la revisione scaduta.

Diversamente si rischierebbero delle sanzioni, in caso di controllo da parte delle forze di Polizia, che vanno da 159 a 639 euro, oltre alla sospensione dalla circolazione del veicolo. Ancor peggio se il veicolo venisse beccato a circolare in autostrada, perché in questi casi scatterebbe anche il fermo amministrativo e il ritiro della carta di circolazione. Inoltre, se il veicolo con la revisione scaduta venisse coinvolto in un incidente, la compagnia di assicurazioni potrebbe rivalersi sul contraente. Quindi occhio alle scadenze!

Leggi anche:  La legge Gelli-Bianco e le nuove frontiere della responsabilità medico-sanitaria

Costo revisione auto presso la Motorizzazione

Il costo della revisione auto è fissato direttamente dal Ministero dei Trasporti e, come anticipato, è possibile rivolgersi sia presso una sede territoriale della Motorizzazione civile, sia presso uno dei tanti centri di revisione presenti in tutta Italia.

La revisione presso la Motorizzazione Civile è più economica, ma anche meno pratica. Per procedere occorre presentare un’apposita domanda su modello TT2100 (disponibile online e negli uffici della Motorizzazione), versare 45 euro con bollettino postale su conto corrente 9001 intestato al Dipartimento Trasporti Terrestri e prenotare la revisione.

Costo revisione auto presso un centro di revisioni

In alternativa è possibile rivolgersi ad un’officina privata (centro revisioni), appositamente abilitata ad effettuare le revisioni. Il costo della revisione auto, determinata dal Ministero, ammonta a 65,68 euro, cifra che risulta composta dai seguenti costi:

  • 45 euro + IVA costo del servizio (54,90 euro IVA inclusa);
  • diritti 10,78 euro (9 euro per pratiche automobilistiche IVA esente; 1,46 euro + IVA (0,32) per servizio di pagamento).

Il vantaggio di questa seconda soluzione consiste nei minori tempi di attesa e nella praticità sia nei pagamenti che nella prenotazione del servizio.

Costo revisione auto: novità per il 2018

Vi sarà capitato qualche volta, nel momento di acquistare un’auto usata, di chiedervi se il chilometraggio riportato sia effettivo o se, in maniera fraudolenta, il venditore abbia manomesso il contachilometri per far sembrare l’auto in vendita più “giovane”, meno vissuta, facendo segnare un numero di chilometri inferiori rispetto a quelli effettivamente percorsi, alterandone il reale valore di mercato. Purtroppo sono accadute in passato e accadono tuttora le frodi di questo tipo, sebbene non sia corretto colpevolizzare l’intera categoria dei venditori d’auto. Dal 2018 è prevista un’importante novità, che dovrebbe arginare questo fenomeno. Infatti, per ogni veicolo sottoposto a revisione, gli operatori dovranno registrare anche il numero dei chilometri percorsi dal veicolo e inviarli in una banca dati de Il Portale dell’Automobilista, sito web che fa capo al Ministero dei Trasporti.

Leggi anche:  Ricetta Elettronica: cosa cambia e quali sono le novità

In questo modo sarà possibile effettuare dei controlli e smascherare eventuali tentativi di frode. Per quanto riguarda i costi delle revisioni, per il 2018 potrebbe essere previsto un adeguamento.

Per concludere, il costo della revisione auto dipende dalla scelta tra Motorizzazione o officina privata. Si tratta di una differenza di circa 20 euro, ma nella scelta è bene valutare anche ulteriori fattori, come la distanza della sede della Motorizzazione e i tempi di attesa. Se la revisione è in scadenza conviene rivolgersi direttamente al privato.

Per scongiurare i rischi che l’auto non passi la revisione, conviene sottoporre il veicolo a una buona manutenzione periodica (è consigliabile un tagliando all’anno), in modo da evitare brutte sorprese. Un’auto che riceve una manutenzione regolare, inoltre, è più sicura e ha meno probabilità di lasciarci a piedi improvvisamente.

Approfondisci il Codice della Strada Titolo III sulle revisioni

Hai dei dubbi sull'argomento appena letto?
Chiedi ad un esperto.

Hai ancora domande? compila i campi sottostanti e i migliori professionisti del settore ti risponderanno.
Registrati o accedi per visualizzare il contenuto.

Per visualizzare il contenuto o Registrati.


Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Clicca "mi piace" sulla nostra pagina Facebook