Fenomeno truffe sentimentali online: quando l’amore ha il retrogusto amaro della menzogna e dell’inganno

Tra i raggiri più subdoli congegnati dalle menti di delinquenti informatici, vi è proprio quello che fa leva sulle fragilità e sul bisogno d’amore della persona.

In principio sembra di vivere una favola, inaspettata certo, ma non per questo meno bella e travolgente. L’incipit è quello di una richiesta d’amicizia inviata sui social da uno sconosciuto di assai bell’aspetto. All’inizio sono solo chiacchiere e messaggi lusinghieri, che con il passare del tempo evolvono in una relazione stabile – seppure virtuale – che instilla nella vittima l’illusione di essere amata, di avere trovato finalmente l’anima gemella dopo un vissuto sentimentale travagliato…Peccato, però, che assieme alle romanticherie e al fraseggio amoroso arrivino anche le richieste di denaro.

Nonostante qualche inevitabile variante, i truffatori dell’amore seguono quasi sempre lo stesso copione. Perciò è utile drizzare le antenne e riconoscere in tempo utile eventuali marpioni mascherati da principi azzurri. Ma soprattutto, per gli sfortunati che, ahinoi, fossero già caduti nella rete dell’adescatore informatico, proponiamo un vademecum di consigli e passi da compiere per ricevere tutela legale.

Truffe sentimentali online, quali sono i segnali di pericolo che ci devono mettere in guardia?

Occhio a luoghi comuni e foto hot

Sfatiamo per prima cosa un luogo comune. Non è detto che le vittime di questi cyber criminali siano soltanto le donne. Sebbene il gentil sesso sia statisticamente più colpito da questo genere di imbrogli, anche gli uomini possono finire nel mirino di belle donne (ma spesso si tratta di profili falsi) che fanno leva sull’avvenenza fisica per scucire un bel po’ di quattrini al povero malcapitato.

Detto ciò, quando frequentiamo qualcuno attraverso social network o posta elettronica, bisogna ricordarsi che è buona norma non inviare mai dati e informazioni personali, né tantomeno – e soprattutto – foto e video intimi. Si tratta di una regola di prudenza che a molti potrà apparire esagerata, ma ricordiamoci che la prudenza non è mai troppa quando si tratta di incontri avvenuti in rete. Per cui, anche se siamo sicuri della serietà e buona fede della persona che stiamo frequentando, mantenere una discreta dose di lucida razionalità anche negli affari di cuore non guasta di certo. Difatti, se contro ogni buonsenso inviassimo foto o video a sfondo sessuale, potremmo rischiare di subire ricatti se non accettiamo di pagare (o sottostare ad altre sordide richieste) per evitare che il materiale hot venga diffuso in rete o girato ai nostri contatti. Senza tralasciare il fatto che un’esperienza del genere può dare un forte contraccolpo all’equilibrio emotivo di chiunque.

Ebbene, meglio prevenire che curare.

Tecniche truffaldine

Come detto all’inizio, il copione seguito dal “malfattore sentimentale” è simile. Dopo un corteggiamento serrato fatto di premure e attenzioni – e dopo essersi assicurato che la vittima è cotta a puntino – il finto corteggiatore farà partire la truffa vera e propria. Lo schema è quasi da manuale: la canaglia comunica all’innamorato/a di avere un urgente bisogno di denaro per fronteggiare una situazione imprevista. Le scuse per spillare soldi sono molteplici e lasciano libero spazio alla fantasia: si passa dal pagamento di una cauzione per evitare la galera in un Paese estero alle spese di cura per gravi malattie, dal bisogno di liquidità dovuto al furto della carta di credito alla copertura di spese di viaggio per far visita alla vittima.

Pretesti, questi, che hanno tutti un comune denominatore, ovverosia un continuo stillicidio di denaro che dura fino a quando la vittima non apre gli occhi. Il raggiro, inoltre, potrebbe assumere la forma di una estorsione in piena regola, qualora tra la vittima e il suo impostore ci sia stato uno scambio di foto o video hot. In questo caso, la richiesta di denaro o altri favori viene accompagnata dalla minaccia di diffondere in rete o girare a terzi il materiale pornografico se la vittima non si piega al ricatto.

Truffe sentimentali, come difendersi?

Truffe sentimentali online, denunciare senza vergogna

Se vi riconoscete nelle situazioni descritte in questo articolo, il primo passo da fare è sporgere denuncia alla Polizia Postale. Anche in caso di ricatto, rivolgetevi sempre alle autorità: cedere al ricatto pagando il denaro richiesto sarebbe l’inizio di un incubo senza fine, perché vi renderebbe ricattabili a vita. Inoltre, per evitare che la vostra denuncia rimanga su un cassetto polveroso per mancanza di prove, quando chattate con qualcuno conservate sempre traccia delle conversazioni e degli eventuali pagamenti effettuati nei suoi confronti.

Se il vostro “amato” vi dice di trovarsi all’estero e di avere bisogno di soldi, l’ideale sarebbe rispondergli con un secco no e interrompere ogni rapporto. Ma se proprio non riuscite a declinare la richiesta, fate almeno un bonifico internazionale, il quale potrà essere revocato entro qualche giorno nel caso in cui cambiaste idea. Non abbiate timore a denunciare, perché non siete affatto un caso isolato: di storie come queste se ne registrano a centinaia ogni anno.

Una legge contro il revenge porn

Anche per far fronte a queste spiacevoli situazioni è appena stata approvata la legge contro il revenge porn, che punisce chi diffonde immagini o video pornografici senza il consenso della persona interessata. I trasgressori delle nuove norme rischiano il carcere da 1 a 6 anni, e la multa da 5 mila a 15 mila euro. Un aumento di pena è previsto se il fatto viene commesso da persona che è o è stata legata affettivamente alla vittima, nonché se è stato realizzato attraverso strumenti informatici o telematici.

All’epoca dell’amore social imbattersi in corteggiatori virtuali è semplice come bere un bicchier d’acqua. Tuttavia, se non vogliamo finire con il cuore spezzato e il conto corrente prosciugato, è bene non abbassare mai la guardia e insospettirsi al primo segnale di allarme. Anche l’”amore”, purtroppo, può avere scopo di lucro.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Compila il form sottostante per contattare l'azienda






[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy