Garanzia Giovani Servizio Civile: 411 progetti per 3556 giovani

Sei Regioni italiane aderiscono all’iniziativa che prevede 411 progetti per assumere ragazzi da 18 a 28 anni a prestare Servizio Civile nazionale con la misura Garanzia Giovani.

Dal centro al sud, sono 6 le Regioni che hanno predisposto dei bandi per la selezione di 3,556 mila volontari da impiegare nel Servizio Civile nazionale attraverso la misura Garanzia Giovani. In tutto sono 411 i progetti che verranno finanziati grazie ad una rimodulazione dei fondi PON (Programma Operativo nazionale) – IOG (Iniziativa Occupazione Giovani). Le Regioni interessate sono Abruzzo, Basilicata, Calabria, Lazio, Sardegna e Sicilia e i giovani selezionati presteranno il proprio servizio presso Comuni, Province, istituti pubblici o privati, cooperative, associazioni e altri enti che operano nelle Regioni che hanno aderito all’iniziativa.

I posti disponibili sono così ripartiti:

  • Abruzzo, 185 posti;
  • Basilicata, 70 posti;
  • Calabria, 1.254 posti;
  • Lazio, 814 posti;
  • Sardegna, 80 posti;
  • Sicilia, 1.153 posti.

Per conoscere i progetti bisogna accedere alla sezione Bandi Regionali del sito web dedicato al Servizio Civile e visualizzare per ogni Regione interessata i bandi contenenti la misura del Servizio Civile nazionale nel programma di attuazione di Garanzia Giovani.

Inoltre è anche presente un motore di ricerca nella sezione “Progetti” dello stesso sito, raggiungibile al link “Scegli il tuo progetto“, grazie al quale è possibile cercare tra i vari bandi in base all’area geografica (Regione, Provincia, Comune), all’ente titolare del progetto, all’attività, all’area di intervento e alle parole chiave.

Chi può partecipare ai bandi Garanzia Giovani Servizio Civile?

A beneficiarne di questi saranno i giovani NEET (Not engaged in Education, Employment or Training), ossia i giovani di età compresa tra i 18 e i 28 anni che non hanno un’occupazione e non sono inseriti in percorsi di istruzione e formazione. I dettagli relativi ai requisiti e alle condizioni per la partecipazione sono contenuti nei singoli bandi.

Leggi anche:  Piano Export Sud: pubblicato il programma per la seconda annualità

Si può partecipare a questi bandi anche se si è già svolto il servizio civile, partecipato al progetto IVO4ALL o svolto servizio nei Corpi civili di pace.

In particolare, i requisiti generali richiesti sono i seguenti:

  • cittadinanza italiana o di un altro Paese dell’UE residenti in Italia, oppure, per i cittadini extra-comunitari, il possesso del permesso di soggiorno in Italia;
  • età compresa tra 18 e 28 anni;
  • stato di disoccupazione o inoccupazione;
  • iscrizione al programma Garanzia Giovani;
  • assenza di condanne penali con reclusione superiore ad un anno, anche non definitive;
  • assenza di condanne penali, anche non definitive, per delitti contro la persona o legate a a detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o esplosivi, oppure riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici, o di criminalità organizzata;
  • sottoscrizione del Patto di servizio e presa in carico da parte di un Centro per l’Impiego o da un Servizio competente;
  • non essere studenti, tirocinanti o partecipanti a corsi di formazione professionale;
  • non aver avuto, nell’ultimo anno e per periodi superiori a 3 mesi, rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita presso l’ente che realizza il progetto a cui si vuole partecipare;
  • non essere impegnati e non aver già svolto o interrotto il Servizio Civile nazionale per l’attuazione del programma Garanzia Giovani.

In cosa consiste il beneficio previsto dai bandi Garanzia Giovani Servizio Civile?

I volontari che verranno selezionati svolgeranno 12 mesi di servizio civile, percependo un assegno mensile pari ad un importo di 433,80 euro, a titolo di rimborso spese.

Come partecipare ai bandi Garanzia Giovani Servizio Civile?

È possibile presentare un’unica domanda un unico progetto. La data di scadenza dei termini per partecipare ai bandi è fissata al 20 luglio 2018. La domanda di partecipazione va redatta secondo le indicazioni contenute nel bando a cui si è deciso di partecipare e va inviata all’ente titolare del progetto.

Leggi anche:  Bando Scienze della Vita Abruzzo: aiuti alle imprese per progetti di Ricerca e Sviluppo

I candidati saranno selezionati, in base ai criteri definiti nei rispettivi bandi, dai singoli enti che hanno realizzato i progetti.

Per facilitare la presentazione della domanda, sul sito del Servizio Civile nazionale sono stati messi a disposizione i modelli della domanda di partecipazione; dell’autodichiarazione relativa a titoli di studio, percorsi formativi, posizione e motivazioni personali; della scheda di valutazione e della scheda di sintesi del progetto.