Case cantoniere: da ruderi ad attività economiche

L’Anas lancia il progetto pilota per il riuso di 30 case cantoniere, in attesa del bando ufficiale

Al via un progetto, per riqualificare le case cantoniere in disuso situate nelle vicinanze di circuiti culturali o turistici come ad esempio la via Francigena e l’Appia antica, dandone le gestione a privati cittadini.

Le 1244 case cantoniere dal classico colore rosso, sparse su tutto il territorio nazionale, molte delle quali inutilizzate da tempo, potrebbero tornare a nuova vita grazie ad un accordo siglato tra Anas, Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo (MiBACT), Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT) e Agenzia del Demanio.

Lo scopo delle case cantoniere era quello di dare alloggio agli operai che si occupavano della manutenzione di strade e ferrovie, ma nel tempo furono dismesse, anche in relazione all’aumento dei costi di gestione, lasciando sul territorio un notevole patrimonio immobiliare per lo più inutilizzato.

Grazie all’accordo di cui accennato in precedenza, parte di questo patrimonio potrà essere riqualificato. Le case cantoniere cedute a privati cittadini potranno diventare B&B, ostelli o ristoranti, ma anche ciclofficine. Il duplice intento è quello di promuovere il turismo in maniera sostenibile, valorizzando il legame dell’attività con il territorio circostante, ed incoraggiare l’imprenditorialità giovanile e l’occupazione sociale.

All’Anas spetterà l’onere della ristrutturazione degli immobili, al fine di garantire uniformità estetica ai vari immobili sparsi nel territorio; ai privati cittadini la possibilità di gestire le attività commerciali.

Il bando non è ancora stato emesso, in prima battuta si aspetta il risultato del progetto pilota, che si pensa sarà pronto entro la fine di giugno 2016. Il progetto prevede il coinvolgimento di 30 case cantoniere, che potrebbero offrire servizi di varia natura: si va dalla ristorazione all’alloggio ad attività specifiche legate alle peculiarità del territorio di appartenenza.

Gli immobili destinati a tale progetto sono quelli situati in posizioni strategiche rispetto a percorsi turistico-culturali o di mobilità sostenibile, come quelli situati nel Cammino di Francesco che conduce da La Verna fino ad Assisi, il Cammino di San Domenico, il Circuito del barocco in Sicilia, la Ciclovia del Sole che va da Verona fino a Firenze, o ancora la Ciclovia Venezia Torino.

 

Info: Case Cantoniere

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Compila il form sottostante per contattarci





[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy