Imprese culturali no profit, incentivi per gli under 35

Le imprese culturali no profit riceveranno importanti incentivi grazie al bando FUNDER35

Anche il terzo settore comincia a decollare. Grazie al bando FUNDER35 le imprese culturali no profit, composte da giovani sotto i 35 anni, riceveranno importanti incentivi per accompagnare e sostenere le imprese che sviluppano il settore culturale, per un periodo di tre anni. Il bando, promosso da 18 fondazioni, nasce nel 2012 nell’ambito della Commissione per le Attività e i Beni Culturali dell’ACRI.
L’obiettivo del bando, che scade l’1 luglio 2016, è quello di rendere le imprese culturali no profit più solide e stabili, mettendole nella condizione di avere maggiori possibilità di crescita e di sviluppo e favorirne un migliore posizionamento sul mercato. Le risorse messe a disposizione per le imprese culturali no profit ammontano a 2,6 milioni di euro.

Beneficiari del bando per sostenere le imprese culturali no profit:

1. Imprese giovanili che operano in campo culturale;
2. Organizzazioni no profit di natura privata attive da almeno 2 anni.

Le organizzazioni no profit, per poter usufruire dei vantaggi del bando devono avere i seguenti requisiti:
1. Essere principalmente impegnate nell’ambito della produzione artistica/creativa in tutte le sue forme;
2. Essere impegnate nell’ambito dei servizi di supporto alla conoscenza, alla valorizzazione, alla tutela, alla conservazione e alla circolazione dei beni e delle attività culturali.

Le Regioni coinvolte dal bando finalizzato a finanziare le imprese culturali no profit sono: Basilicata, Calabria, Campania, Lombardia, Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia e Valle D’Aosta. Mentre le provincie di Modena, Bologna, Parma e Ravenna, per quanto riguarda l’Emilia Romagna, Pordenone e Udine per il Friuli Venezia Giulia, La Spezie e Genova per la Liguria, Ascoli Piceno e Ancona per le Marche, Firenze, Livorno e Lucca per la Toscana, Belluno, Padova, Rovigo, Verona e Vicenza, per il Veneto.

Al bando per le imprese culturali no profit sono inoltre ammissibili:

1. Le organizzazioni iscritte ai registri regionali di volontariato;
2. Le organizzazioni iscritte ai registri delle associazioni di promozione sociale;
3. Le organizzazioni iscritte all’albo nazionale delle ONG;
4. Le organizzazioni iscritte al registro delle Onlus;
5. Cooperative che operano nel settore dello spettacolo;
6. Cooperative sociali;
7. Imprese sociali iscritte nell’apposita sezione del registro delle imprese.

Requisiti dei progetti delle imprese culturali no profit:

1. Previsione avvio delle attività in data successiva al 31 dicembre 2016;
2. Durata massima triennale del progetto;
3. Richiesta complessiva di contributo non superiore al 75% dei costi totali del progetto.

Come presentare il progetto? Ecco i passaggi da seguire:

1. Andare sul sito www.funder35.it e accedere all’area dedicata al nuovo bando;
2. Registrarsi seguendo le procedure;
3. Compilare l’Anagrafica organizzazione;
4. Inserire il progetto attraverso la voce FUNDER35 e compilare integralmente il modulo progetto e inviare il modulo progetto esclusivamente on-line.

Scarica il bando
Per sapere qual è la documentazione necessaria andare sul link del bando FUNDER35.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Compila il form sottostante per contattarci





[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy