Contributi per la produzione agroalimentare di qualità con il PSR Lazio misura 3

Aggiornamento del 20 marzo 2018

La Regione Lazio ha prorogato la scadenza per la presentazione della domanda per la sottomisura 3.2 al 16 aprile 2018. leggi la determinazione n. G02984 del 12 marzo 2018

 


Contributi a favore degli agricoltori, singoli e associati, che aderiscano per la prima volta a un regime di qualità certificato e/o sensibilizzino i consumatori, attraverso iniziative promozionali, sui caratteri distintivi delle produzioni certificate.

L’Italia è il Paese europeo con il maggior numero di prodotti agroalimentari a denominazione di origine e a indicazione geografica riconosciuti dall’Unione Europea, a dimostrazione del forte legame che lega le eccellenze agroalimentari italiane al proprio territorio.

L’adesione ai regimi di qualità riconosciuti dall’UE (es. DOP, IGP, STG), oltre a fornire garanzie più elevate ai consumatori circa l’origine e la qualità dei prodotti, favorisce altresì il sistema produttivo del territorio visto anche il rispetto per l’ambiente imposto dall’adesione ai regimi certificati.

Deve quindi segnalarsi come la Regione Lazio, al fine di incentivare gli agricoltori a qualificare i propri prodotti e/o processi aderendo a regimi di qualità certificata e di sostenere le attività di promozione svolte da associazioni di produttori per sensibilizzare il consumatore riguardo i caratteri distintivi delle produzioni certificate, abbia approvato l’avviso pubblico concernente attivazione della misura 3, denominata “Regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari”, nell’ambito del PSR Lazio 2014–2020.

Più in dettaglio, la misura 3 si articola in due sottomisure:

  • sottomisura 3.1 Sostegno per la prima adesione ai regimi di qualità dei prodotti agricoli ed alimentari”, che mira a incentivare le aziende agricole e le loro associazioni alla partecipazione ai regimi di qualità, attraverso il riconoscimento di alcuni costi nelle fasi iniziali di adesione ai sistemi di qualità;
  • sottomisura 3.2Sostegno per le attività di informazione e promozione attuata da gruppi di produttori del mercato interno”, la quale mira invece a favorire la promozione e l’affermazione commerciale delle produzioni agricole di qualità destinate al consumo.

A chi si rivolge la misura 3 del PSR Lazio?

Possono presentare domanda di sostegno, relativamente alla sottomisura 3.1, gli agricoltori in attività, in forma singola o aggregata in associazioni di produttori, che aderiscono per la prima volta ad un regime di qualità tra quelli elencati nell’allegato A) del bando pubblico.

Possono invece presentare domanda per il sostegno finanziario previsto dalla sottomisura 3.2, le Associazioni di agricoltori aventi personalità giuridica, nelle forme esplicitate dal bando pubblico (es. Consorzi o associazioni di produttori biologici; Consorzi di tutela dei prodotti DOP, IGP e SGT riconosciuti, etc.), che abbiano aderito o aderiscano ad almeno uno dei regimi di qualità previsti dai regolamenti europei.

Di cosa tratta la misura 3 del PSR Lazio?

La sottomisura 3.1 mira a incentivare le aziende agricole e le loro associazioni alla partecipazione ai regimi di qualità, attraverso il riconoscimento di un contributo in conto capitale, sotto forma di pagamento annuale per un periodo massimo di 5 anni, calcolato sulla base dei costi fissi realmente sostenuti nelle fasi iniziali di adesione al regime di qualità prescelto (es. costo di iscrizione al sistema di controllo della qualità, costi delle analisi previste dal disciplinare di produzione, etc.).

L’ammontare del contributo concedibile è pari al 100% della spesa sostenuta, fino a un massimo di 3 mila euro l’anno per singola azienda agricola.

La sottomisura 3.2, invece, intende finanziare i costi di informazione e promozione dei prodotti certificati, mediante l’erogazione di un contributo in conto capitale pari al 70% delle spese ammissibili (es. pubblicazioni e prodotti multimediali; realizzazione di siti web; acquisto di spazi pubblicitari; realizzazione di campagne ed eventi promozionali; etc.).

Leggi anche:  Bando OCM Vino Toscana 2018: contributi alla promozione internazionale del vino toscano

Ai fini di ammissione al finanziamento, la spesa massima ammissibile per ciascuna domanda non potrà superare i 200 mila euro, né essere inferiore a 30 mila euro.

Come presentare domanda per la misura 3 del PSR Lazio?

Le domande di sostegno, corredate da tutta la documentazione richiesta nei bandi, dovranno essere presentate esclusivamente online:

  • per la sottomisura 3.1 entro il 30 marzo 2018;
  • per la sottomisura 3.2 entro il 15 marzo 2018.

È ormai evidente che il consumatore presta sempre più attenzione a ciò che acquista, specie ove si tratti di prodotti agroalimentari. Aderire e promuovere regimi di qualità certificata diventa dunque fondamentale per aumentare la competitività della propria azienda agricola.

Approfitta di questi contributi, consulta un professionista e inoltra la tua domanda di sostegno!

Approfondisci il bando sottomisura 3.1 e sottomisura 3.2 del PSR Lazio misura 3.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Contattaci e un membro del nostro team ti spiegherà come fare




[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy