Agricoltura in aree difficili, al via la Misura 13 del PSR Liguria

Dalle aree di montagna a quelle soggette a vincoli naturali. Così la Regione sostiene gli agricoltori affinché possano continuare la loro attività in queste zone.

Sintesi bando PSR Liguria – Sottomisura  13.01

Area geografica: Liguria

Settore: agricoltura

Dotazione finanziaria: € 7.700.000

Obiettivo: sostenere le aziende agricole che operano in zone montane e soggette a vincoli naturali

Beneficiari: agricoltori

Spese ammissibili: non specificate

Tipo di finanziamento: indennità

Procedura di selezione: non è prevista nessuna selezione

Scadenza: 15 maggio 2019

Approfondimento Bando

Un’indennità compensativa da destinare agli agricoltori che svolgono la loro attività agricola in aree montane. È questo l’obiettivo della sottomisura 13.1 del PSR Liguria 2014-2020, che vuole sostenere quelle realtà che operano in zone non particolarmente facili poiché di montagna o soggette a vincoli ambientali. I contribuiti serviranno infatti a compensare le perdite dovute a una riduzione di guadagno e rispondere ai costi aggiuntivi che le aziende hanno dovuto affrontare per svolgere la loro attività. Insomma, parliamo di azioni che vertono su un unico grande obiettivo: stimolare l’agricoltura e contrastare il fenomeno dell’abbandono in queste aree.

Chi sono i beneficiari della misura 13 del PSR Liguria?

Possono aderire alla sottomisura gli agricoltori e le aziende agricole che lavorano sia in zone montane che in aree soggette a dei vincoli naturali.

Affinché si concedano i contributi, i beneficiari devono impegnarsi a svolgere la loro attività agricola per un anno a partire dalla data di chiusura del bando, quindi fino al 15 maggio 2020.

Leggi anche:  POR FSE Umbria, la Regione a fianco dei beneficiari del Pacchetto Giovani e Adulti nel 2016/2017: lanciati incentivi per la creazione di progetti imprenditoriali

Quali sono i costi ammissibili della misura 13 del PSR Liguria?

L’indennità è calcolata in base ai mancati guadagni e ai costi aggiuntivi che gli agricoltori e le aziende devono affrontare per continuare ad operare in queste zone particolarmente difficili. Per determinare il sistema agricolo cui la singola azienda si riferisce si fa riferimento all’O.T.E. (Ordinamento Tecnico Economico), così come definito dall’art.2 del Reg. (CE) n°1242/2008, dell’azienda in questo modo:

  • Sistema agricolo dei seminativi: aziende con O.T.E. generale 1 (OTE principale 15 e 16)
  • Sistema agricolo dell’arboricoltura specializza: aziende con O.T.E. principale 35
  • Sistema agricolo dell’arboricoltura estensiva: aziende con O.T.E. principale 36,37 e 38
  • Sistema agricolo zootecnico – foraggero: aziende con O.T.E. generale 4,5, 6,7 e 8

Intensità di aiuto e massimali di spesa

Per le aree di montagna, il contributo è calcolato in base al Sistema Agricolo delle aziende, cioè:

  • Sistema agricolo dei seminativi:
    • fino a 10 ettari: indennità di 400 euro/ettaro;
    • da 10,01 a 70 ettari: indennità di 280 euro/ettaro;
    • oltre 70 ettari: nessuna indennità.
  • Sistema agricolo dell’arboricoltura specializzata intensiva:
    • fino a 10 ettari: indennità di 500 euro/ettaro;
    • da 10,01 a 70 ettari: indennità di 350 euro/ettaro;
    • oltre 70 ettari: nessuna indennità.
  • Sistema agricolo dell’arboricoltura estensiva:
    • fino a 10 ettari: indennità di 350 euro/ettaro;
    • da 10,01 a 70 ettari: indennità di 245 euro/ettaro;
    • oltre 70 ettari: nessuna indennità.
  • Sistema agricolo zootecnico – foraggero:
    • fino a 20 ettari: indennità di 250 euro/ettaro;
    • da 20,01 a 70 ettari: indennità di 175 euro/ettaro;
    • da 70,01 a 100 ettari: indennità di 122,5 euro/ettaro;
    • oltre 100 ettari: nessuna indennità.

Per aree soggette a vincoli ambientali, l’indennità è erogata annualmente tenendo in considerazione la superficie, cioè:

  • per tutti i Sistemi Agricoli diversi dal Sistema agricolo zootecnico – foraggero (con l’esclusione delle aziende con OTE 2):
    • fino a 10 Ettari: indennità di 250 euro/ettaro;
    • da 10,01 a 70 ettari: indennità di 175 euro/ettaro;
    • oltre 70 ettari: nessuna indennità.
  • Sistema agricolo zootecnico – foraggero:
    • fino a 20 Ettari: indennità di 250 euro/ettaro;
    • da 20,01 a 70 ettari: indennità di 175 euro/ettaro;
    • da 70,01 a 100 ettari: indennità di 122,5 euro/ettaro;
    • oltre 100 ettari: nessuna indennità.
Leggi anche:  Voucher per aumentare il coworking in Toscana, nuovo bando da parte della Regione

Come fare per partecipare alla misura 13 del PSR Liguria?

Per richiedere l’indennità i beneficiari devono inoltrare le loro domande esclusivamente per via telematica, accedendo al SIAN entro il 15 maggio 2019.

Scarica il bando della sottomisura 13.01 del PSR Liguria 2014-2020.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Compila il form sottostante per contattare l'azienda






[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy