Bando FABER: un bando per artigiani della Regione Lombardia che agevola gli investimenti produttivi

Fino a 30 mila euro di contributi a fondo perduto per le micro e piccole imprese artigiane, edili e manifatturiere per la realizzazione di investimenti volti all’innovazione ed ottimizzazione dei processi produttivi.

Sintesi bando FABER – Regione Lombardia

Area geografica: Lombardia

Settore: impresa

Dotazione finanziaria: 7,250 milioni di euro

Obiettivo: ottimizzazione dei processi produttivi nelle piccole imprese

Beneficiari: imprese manifatturiere, edili e artigiane

Spese ammissibili: acquisto macchinari, impianti, hardware e software, opere edili.

Tipo di finanziamento: contributo a fondo perduto

Procedura di selezione: valutativa a sportello

Scadenza: 12 agosto 2019

Approfondimento Bando

Con questo bando, la Regione Lombardia intende sostenere le micro e piccole imprese manifatturiere, edili e artigiane nella realizzazione di investimenti produttivi, volti a:

  • ripristinare le condizioni ottimali di produzione, mediante interventi di ammodernamento macchinari, impianti e attrezzature;
  • massimizzare l’efficienza nell’utilizzo di fattori produttivi, quali l’energia e l’acqua, mediante, ad esempio, interventi di riduzione del consumo di materie prime e altre risorse, di riduzione dell’impiego di sostanze pericolose e/o di rifiuti ed emissioni inquinanti;
  • ottimizzare la produzione e gestione dei rifiuti favorendo la chiusura del ciclo dei materiali mediante, ad esempio, interventi di riduzione e gestione della produzione di scarti di lavorazione o per il reimpiego degli stessi.

A chi si rivolge il bando per artigiani della Regione Lombardia?

Possono presentare domanda di contributo le micro e piccole imprese, attive da almeno 2 anni, che svolgano un’attività classificata come segue:

  1. impresa artigiana iscritta alla sezione speciale del Registro Imprese delle Camere di Commercio, escluse le imprese artigiane afferenti al codice Ateco, sezione A (agricoltura, silvicoltura e pesca), ad eccezione delle imprese agromeccaniche (sezione A Codice 01.61.00;
  2. imprese manifatturiere, codice Ateco 2007 sezione C;
  3. imprese edili, codice Ateco 2007 sezione F.
Leggi anche:  Umbria, pubblicata la misura 16 del PSR in favore della creazione di filiere per la trasformazione di biomassa in energia

Quali sono le spese ammissibili al bando per artigiani della Regione Lombardia?

Sono ammissibili a contributo i costi relativi all’acquisto e relativa installazione di:

  • macchinari e impianti di produzione nuovi e attrezzature nuove strettamente funzionali alla realizzazione del programma di investimento;
  • macchine operatrici, come definite all’art.58 del Codice della strada;
  • hardware, software e licenze correlati all’utilizzo dei beni materiali di cui alla lettera a);
  • opere murarie connesse all’installazione dei beni materiali di cui alla lettera a) e nel limite massimo del 50% delle spese ammissibili di cui alla lettera a).

Intensità di aiuto e massimali di spesa

L’agevolazione prevista dal bando consiste in un contributo a fondo perduto pari al 40% delle spese considerate ammissibili, nel limite massimo di 30 mila euro. L’investimento minimo è, invece, fissato in 15 mila euro.

Come fare per partecipare al bando per artigiani della Regione Lombardia?

La domanda di contributi deve essere presentata esclusivamente online dal 10 luglio 2019 fino al 12 agosto 2019.

Approfondisci il bando FABER della Regione Lombardia.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Compila il form sottostante per contattare l'azienda






[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy