Bando impresa sostenibile e sicura: incentivi per le imprese lombarde

Opportunità per le micro e piccole imprese della Lombardia, con il bando impresa sostenibile e sicura. Contributi a fondo perduto per attrezzature e impianti finalizzati ad aumentare sicurezza e sostenibilità.

Sintesi bando Impresa eco-sostenibile e sicura – IES Lombardia

Area geografica: Lombardia

Settore: commercio e artigianato

Dotazione finanziaria: 9 milioni di euro

Obiettivo: incremento sicurezza e riduzione consumi energetici e impatto ambientale

Beneficiari: imprese

Spese ammissibili: attrezzature e impianti

Tipo di finanziamento: contributo a fondo perduto

Procedura di selezione: valutativa a sportello

Scadenza: 7 marzo 2019

Approfondimento bando

La Unioncamere della Regione Lombardia ha pubblicato il bando Impresa eco-sostenibile e sicuraIESdedicato alle micro e piccole imprese che prevede, per le beneficiarie, l’erogazione di un contributo a fondo perduto per sostenere gli investimenti finalizzati ad aumentare la sicurezza (Misura A) e a ridurre i consumi energetici e l’impatto ambientale dell’attività (Misura B).

Soggetti beneficiari bando impresa sostenibile e sicura

Il beneficio è riservato alle micro e piccole imprese dei settori commerciale e artigianale che abbiano almeno una sede operativa o un’unità locale nel territorio della Lombardia.

Il bando specifica quali sono le attività ammesse al beneficio identificandole attraverso i codici ATECO 2007.

Sono espressamente escluse le imprese che svolgono, in via primaria o secondaria, determinate attività, come negozi di articoli per adulti (sexy shop), punti scommesse, case da gioco, attività riguardanti lotterie, gestione di slot machine e simili, centri benessere (esclusi gli stabilimenti termali), ecc…

In particolare, alle imprese che detengono apparecchi per il gioco d’azzardo lecito, viene data la possibilità di partecipare al bando, a condizione che si impegnino formalmente, con autodichiarazione, a rimuovere tutti gli apparecchi alla scadenza del contratto di installazione stipulato con il concessionario. Inoltre, dopo la presentazione della domanda e fino a 3 anni dopo l’erogazione del contributo, non potranno installare nuovi apparecchi per il gioco d’azzardo lecito.

Leggi anche:  La Regione Lombardia pubblica un bando per l’innovazione delle filiere di economia circolare

Sono previsti, infine, degli specifici requisiti riguardanti la regolarità contributiva, fiscale, normativa antimafia e l’assenza di procedure fallimentari in corso sull’impresa richiedente.

Spese ammissibili bando impresa sostenibile e sicura

L’impresa potrà scegliere se presentare domanda per una sola o entrambe le misure. In questa seconda ipotesi, vanno presentate due distinte domande.

Tra le spese relative alla Misura A rientrano investimenti quali l’installazione di sistemi antifurto, antirapina o antintrusione ad alta tecnologia, l’acquisto di dispositivi di pagamento per la riduzione del flusso di denaro contante, sistemi di videosorveglianza, sistemi biometrici, telecamere termiche, casseforti, sistemi antitaccheggio, metal detector, serrande, inferriate, saracinesche, vetri, vetrine e porte antisfondamento e antiproiettile, porte blindate, sistemi di automazione nella gestione delle chiavi, sistemi di rilevazione delle banconote false, dispositivi aggiuntivi di illuminazione notturna esterna.

Per la Misura B sono ammissibili investimenti in impianti e attrezzature innovativi finalizzati alla riduzione dei consumi di energia e dell’impatto ambientale dell’attività dell’impresa, come attrezzature ed elettrodomestici ad uso professionale di classe energetica non inferiore ad A++, come lavastoviglie, lavatrici frigoriferi, celle frigorifere, congelatori, surgelatori, abbattitori termici, armadi frigoriferi, forni elettrici o microonde, impianti per la climatizzazione degli ambienti e la produzione di acqua calda sanitaria (pompe di calore, pannelli solari termici, caldaie a condensazione, ecc…), cappe di aspirazione, e relativi componenti; installazione di sistemi di monitoraggio dei consumi energetici dell’impresa, acquisto di attrezzature per migliorare l’efficienza energetica dei sistemi per l’illuminazione (come lampade Led regolabili), impianti a sensore di presenza a spegnimento automatico.

Non sono ammissibili le spese in auto-fatturazione o per lavori in economia, né le spese relative a atti notarili, registrazioni, imposte e tasse, per la gestione ordinaria dell’attività di impresa, per contratti di leasing, per contratti di manutenzione, per l’acquisto di beni o impianti usati o per noleggio di impianti e attrezzature, per lavori strutturali e/o edilizi non strettamente necessari per l’installazione degli impianti, ecc…

Leggi anche:  Bando FABER: un bando per artigiani della Regione Lombardia che agevola gli investimenti produttivi

Intensità di aiuto e massimali di spesa

Complessivamente sono stati stanziati, per questa iniziativa, 9 milioni di euro. Il contributo si applica agli investimenti sulla sicurezza (Misura A), per un importo minimo di 3 mila euro, e sulla sostenibilità (Misura B), per un importo non inferiore a 5 mila euro.

L’intensità del contributo è pari al 50% delle spese ammissibili (al netto di IVA), su un investimento massimo di 5 mila euro per la Misura A e di 10 mila euro per la Misura B.

L’erogazione avverrà a saldo, successivamente alla verifica della rendicontazione presentata dall’impresa beneficiaria

Come partecipare al bando impresa sostenibile e sicura

Per richiedere il contributo occorre presentare domanda per via telematica utilizzando l’apposito portale messo a disposizione da Unioncamere Lombardia. L’invio telematico sarà possibile a partire dal 12 febbraio 2019 e ci sarà tempo fino al 7 marzo 2019.

Scarica il bando Impresa eco-sostenibile e sicura – Ies Lombardia.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Compila il form sottostante per contattare l'azienda






[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy