PO FESR Lombardia Azione 3: contributi a favore della valorizzazione turistico-culturale della Regione

Fino a 500 mila euro per il finanziamento di progetti volti alla promozione e valorizzazione del territorio lombardo.

L’Italia, in tutte le Regioni di cui si compone, è un paese ad altissima vocazione turistica-culturale. I beni culturali, le arti e le bellezze del territorio costituiscono risorse fondamentali e la loro valorizzazione non può che costituire, oltre che l’affermazione di un patrimonio condiviso, un ruolo fondamentale per lo sviluppo economico e sociale del territorio.

Avendo riconosciuto al settore delle imprese culturali e creative un ruolo fondamentale per lo sviluppo economico del territorio, la Regione lombarda ha così approvato l’Avviso Pubblico per la valorizzazione turistico culturale della Lombardia, ad attuazione delle Azioni III.3.b.2.1 e III.3.b.2.2. del PO FESR Lombardia 2014/2020.

Tramite detto bando, la Lombardia intende valorizzare a livello culturale e turistico il territorio regionale, favorendo una maggiore integrazione tra i due ambiti attraverso la loro messa in rete e lo sviluppo di prodotti e servizi innovativi.

La dotazione finanziaria è di 5 milioni di euro, di cui 4 milioni sono destinati ad interventi in ambito culturale e creativo mentre un milione a progetti coerenti con il settore turistico-commerciale.

A chi si rivolge il PO FESR Lombardia Azione 3?

Possono presentare domanda di contributo aggregazioni formate da micro, piccole e medie imprese, e da liberi professionisti, appartenenti ai settori:

  • culturale e creativo (arti visive, spettacolo dal vivo, editoria, musica, cinema e videogiochi, moda, design, comunicazione, marketing e digitale);
  • turistico‐commerciale, del terziario innovativo e della manifattura creativa (strutture ricettive, tour operator, agenzie di viaggio, bar e ristoranti, commercio al dettaglio in sede fissa, artigianato innovativo e di qualità).

Il partenariato deve essere costituito da almeno 3 soggetti appartenenti ad uno dei due settori, culturale e creativo, o turistico commerciale, del terziario innovativo e della manifattura creativa, e ogni settore deve essere rappresentato da almeno un partner.

Leggi anche:  Bando Smart Living: contributi a fondo perduto

Per il settore culturale e creativo, è ammessa anche la partecipazione di Associazioni/Fondazioni che agiscano in regime di impresa, iscritte al Repertorio economico amministrativo (REA). Per entrambi le azioni potranno aderire al partenariato anche gli Enti locali, le Camere di Commercio e le Università lombarde, senza però essere beneficiari di contributi.

Di cosa tratta il PO FESR Lombardia Azione 3?

La Regione Lombardia intende finanziare, mediante l’erogazione di contributi a fondo perduto, progetti che prevedano una maggiore valorizzazione turistico-culturale dei seguenti attrattori:

  1. patrimonio culturale immateriale (prassi, saperi, come pure gli strumenti, gli oggetti, i manufatti e gli spazi culturali associati agli stessi, che le comunità, i gruppi e in alcuni casi gli individui riconoscono in quanto parte del loro patrimonio, della loro storia, della loro identità e della lingua locale);
  2. itinerari e cammini culturali (percorsi che si sviluppano intorno a temi di interesse storico, artistico o sociale);
  3. arte contemporanea (l’arte prodotta dal secondo dopoguerra ad oggi);
  4. patrimonio archeologico (l’insieme dei siti, delle aree, dei parchi archeologici, dei complessi monumentali e delle evidenze monumentali presenti sul territorio regionale).

Il contributo massimo erogabile dalla Regione è pari al 70% delle spese ammissibili sostenute e comunque mai superiore a 500 mila euro. Sono considerate ammissibili le spese strettamente legate alla realizzazione del Progetto e dei singoli interventi ammessi, quali:

  • sviluppo di pacchetti turistici;
  • realizzazione di segnaletica turistica e culturale;
  • iniziative per la valorizzazione dell’offerta enogastronomica e commerciale;
  • azioni di promo-commercializzazione, anche con riferimento a target specifici di utenza (turismo scolastico, turismo per anziani, turismo sostenibile, turismo accessibile);
  • potenziamento della rete Wi-Fi e collegamento alla federazione Wi-Fi regionale.

I progetti presentati, per essere finanziati dalla Regione, dovranno infine avere un importo minimo di 100 mila euro.

Leggi anche:  Psr Toscana sottomisura 10.1.3: in arrivo i premi per miglioramento dei pascoli e prati-pascolo

Come presentare domanda per il PO FESR Lombardia Azione 3?

Le domande di partecipazione dovranno essere presentate esclusivamente per mezzo del sistema informativo SiAge a partire dal 4 settembre fino al 16 novembre 2017.

Il movimento verso destinazioni turistico-culturali risulta in costante crescita, come sottolineano diversi Rapporti di Istituti specializzati. Per potere adeguatamente attrarre tale domanda nel proprio territorio, non è tuttavia sufficiente disporre di un patrimonio culturale di rilievo, ma è necessario valorizzare i beni artistici e culturali tenendo presenti sia le aspettative della domanda che le logiche del mercato turistico.

Approfondisci il Bando in tutti i suoi dettagli e presenta dunque il tuo progetto di valorizzazione turistico-culturale, avvalendoti dell’assistenza di un Professionista del settore. Se verrà approvato, riceverai importanti contributi pubblici per la sua realizzazione!

Hai dei dubbi sull'argomento appena letto?
Chiedi ad un esperto.

Hai ancora domande? compila i campi sottostanti e i migliori professionisti del settore ti risponderanno.
Registrati o accedi per visualizzare il contenuto.

Per visualizzare il contenuto o Registrati.


Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Clicca "mi piace" sulla nostra pagina Facebook