PSR Lombardia, al via i contributi per aziende agricole biologiche

Dalla biodiversità alla riduzione delle sostanze nocive passando per l’aumento della qualità dei prodotti e la tutela della biodiversità. Tanti i motivi che spingono le aziende verso il mondo biologico e che la Regione Lombardia sostiene attraverso l’erogazione di contributi.

Sintesi bando PSR Lombardia – Misura 11

Area geografica: Lombardia

Settore: agricoltura

Dotazione finanziaria: 7 milioni di euro

Obiettivo: migliorare la qualità dei prodotti, tutelare la biodiversità e il benessere dei animali

Beneficiari: imprenditori agricoli

Spese ammissibili: non specificate

Tipo di finanziamento: premio annuale

Procedura di selezione: valutativa a graduatoria

Scadenza: 15 maggio 2019

Approfondimento Bando

Verso un’agricoltura biologica. Promuovere e sviluppare sistemi di coltivazione e allevamento nonché delle best pratices, che prevedono sia una riduzione nell’utilizzo di sostanze nocive che un minore sfruttamento dei terreni e degli animali. Questa la linea che la Regione Lombardia vuole seguire, indirizzando le aziende agricole verso il mondo biologico con l’obiettivo di tutelare l’ambiente, salvaguardare il benessere degli animali e la biodiversità e migliorare la qualità dei prodotti messi sul mercato. Parliamo della misura 11 del PSR Lombardia 2014-2020, denominata “Agricoltura biologica”, che incarna le priorità e gli obiettivi trasversali promossi dall’Unione Europea: preservare gli ecosistemi connessi all’agricoltura, incentivare l’utilizzo “intelligente” delle risorse, promuovere un’economia a basse emissioni di carbonio.

Chi può accedere alla misura 11 del PSR Lombardia?

Possono presentare la domanda gli imprenditori agricoli iscritti come produttori nell’elenco nazionale degli operatori biologici. In particolare, i beneficiari devono avere le seguenti caratteristiche:

  • essere “agricoltore in attività”, così come disciplina il Regolamento europeo;
  • essere iscritti nell’elenco nazionale come operatori biologici oppure aver presentato la domanda di accesso entro il 31 dicembre del 2018.
Leggi anche:  Sostegno agli investimenti delle imprese con il bando per l’efficienza energetica in Umbria

Il bando precisa inoltre che nel caso in cui i richiedenti non siano iscritti nell’elenco nazionale come operatori biologici, ma abbiano richiesto l’accesso e ciò non avvenga entro il prossimo 30 giungo, gli stessi richiedenti sono automaticamente esclusi dal bando. La cancellazione dall’albo, durante tutto il periodo in cui si riceve il contributo, comporta inoltre la decadenza della stessa domanda e la restituzione dei premi ricevuti fino a quel momento.

Cosa finanziano i contributi per le aziende agricole biologiche?

La misura 11 si sviluppa su due linee: “Conversione dell’agricoltura biologica” (misura 11.01) e “Mantenimento dell’agricoltura biologica” (misura 11.02). Parliamo di una misura che sostiene gli imprenditori nel passaggio da una tipologia di agricoltura tradizionale a una biologica, dove molto spesso i costi possono essere maggiori dei ricavi, poiché il sistema sostenibile è meno redditizio. Questo è legato naturalmente al minore utilizzo dei fertilizzanti e alla conseguente riduzione nella produzione.

Ecco dunque gli impegni che gli agricoltori devono assumere per ricevere il finanziamento:

  • pianificare questa conversione e mantenimento dell’agricoltura biologica per sei anni;
  • completare il ciclo colturale ordinario per le superfici richieste a premio, che generalmente termina con la raccolta delle produzioni.

Intensità di aiuto e massimali di spesa

Il bando prevede l’erogazione di un premio annuale assegnato sulla base della superficie gestita e condotta dagli agricoltori e indicata nel piano colturale del fascicolo aziendale. Per ricevere il contributo, le aziende devono gestire gruppi di coltura semplici: seminativi, colture orticole, colture arboree, prato permanente e colture foraggere per le aziende zootecniche.

Come fare per partecipare alla misura 11 del PSR Lombardia?

Per l’anno 2019, i soggetti possono presentare due tipologie di domande: quella relativa al sostegno iniziale, dunque, inoltrata dagli imprenditori agricoli che aderiscono per la prima volta alla misura e la domanda relativa al pagamento. Quest’ultima fa riferimento agli imprenditori che hanno già aderito al bando (e risultati idonei) negli anni 2015, 2016, 2017 e 2018; domanda necessaria per ottenere il premio di annualità nel 2019.

Leggi anche:  In arrivo finanziamenti agevolati con il bando Empowerment Internazionale delle Imprese piemontesi

Le domande devono essere presentate esclusivamente per via telematica, accedendo alla piattaforma regionale del Sis.Co. entro il 15 maggio 2019.

Scarica il bando della misura 11 del PSR Lombardia 2014-2020.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Compila il form sottostante per contattare l'azienda






[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy