Bando apicoltura Regione Molise: incentivi a favore dello sviluppo e della produzione di miele

Le api italiane alla conquista del Molise. Il bando apicoltura del Molise offre formazione per gli apicoltori e nuovi sciami per un prodotto di qualità senza uso di sostanze chimiche.

Luna di miele ecologica tra Regione Molise ed i suoi apicoltori: ecco il bando che finanzia metodi di produzione del miele secondo standard virtuosi e naturali, per massimizzare le caratteristiche di questo straordinario prodotto che veniva utilizzato già mille anni prima della nascita di Cristo non solo come pregiato alimento, ma anche per la preparazione di cosmetici e bevande.

A chi è rivolto il Bando Apicoltura del Molise?

Possono partecipare al bando gli apicoltori ed i produttori apistici singoli, associati e riuniti in cooperativa del territorio molisano che risultino essere:

  • in regola con la registrazione nella Banca Dati Nazionale;
  • possessori di partita iva;
  • in regola con le norme igienico sanitarie previste per i locali di lavorazione dei prodotti dell’alveare, sia che lavorino in locali propri che in quelli di terzi;
  • in possesso di fascicolo aziendale validato, con l’indicazione corretta della Posta Elettronica Certificata attiva.

Sono esclusi automaticamente chi nel triennio precedente ha rinunciato a benefici emanati secondo il medesimo Regolamento CE 1308/13 e chi non sia in possesso di almeno 15 alveari.
Per la corretta individuazione dei soggetti destinatari del presente bando, ricordiamo che per apicoltore si intende chiunque detenga alveari, mentre è produttore apistico chiunque eserciti l’attività a fini economici e commerciali; le forme associate valide sono tutte le organizzazioni di produttori, le cooperative i consorzi e le associazioni legalmente costituite con Atto Pubblico e sede legale nel territorio della Regione Molise, con almeno 40 soci apicoltori in possesso di partita iva, residenti nel territorio molisano ed assegnatari del codice identificativo rilasciato dall’Azienda Sanitaria della Regione Molise (ASREM), con alveari registrati presso la banca dati Regionale e fascicolo aggiornato nel Sistema Informativo Agricolo Regionale (SIAN). Possono partecipare al bando anche gli Enti e le Università e gli Istituti di ricerca; la Regione, però, darà priorità ai giovani al di sotto dei 40 anni che esercitano o intendano esercitare a fini economici l’attività apistica.

Leggi anche:  Airbnb cedolare secca: come regolamentare l’anno 2016

Di cosa tratta il bando apicoltura?

Le risorse economiche per il bando apistico del Molise ammontano a 46 mila euro, e saranno suddivise per aree di intervento specifiche, in particolare:

  • quasi 6 mila euro per l’assistenza tecnica e la formazione professionale degli apicoltori, tramite la realizzazione di seminari, convegni tematici ed incontri divulgativi con un contributo pari al 100% della spesa ammissibile, oppure mediante assistenza tecnica alle aziende (in questo caso l’accollo della Regione scende al 90%); questa azione è riservata a Istituti di ricerca, Enti e forme associate;
  • 20 mila euro per la lotta alla varroasi, con interventi preventivi ed alternativi alla lotta chimica e mediante l’acquisto di arnie specifiche antivarroa con fondo a rete e cassetto diagnostico, con un contributo pari al 60% della spesa ammissibile fino ad un massimo pari a 130 euro per arnia antivarroa per un totale massimo di 2 mila euro di contributo concedibile; questa azione è riservata ad apicoltori, produttori apistici e forme associate;
  • 20 mila euro il ripopolamento del patrimonio apistico regionale, finanziando l’acquisto di sciami, famiglie di api ed api regine selezionate oltre ad attrezzature e materiale da riproduzione con un contributo pari al 60% della spesa ammissibile con un massimale specifico di 90 euro per sciame, 12 per ape regina ed un importo massimo concedibile di 2 mila euro; anche questa azione è riservata ad apicoltori, produttori apistici e forme associate.

Come fare per accedere al bando apicoltura Molise?

Le domande per accedere ai finanziamenti previsti dal bando, corredate dalla documentazione necessaria, dovranno essere presentate in busta chiusa direttamente all’Ufficio Protocollo dell’Assessorato alle Politiche Agricole, Forestali e Ittiche – Servizio economia del territorio, attività integrative, infrastrutture rurali e servizi alle imprese –  a Campobasso, oppure inviate al medesimo indirizzo tramite raccomandata con avviso di ricevimento; è necessario utilizzare l’apposito modello scaricabile dal portale Sian.
Il termine per la presentazione della domande è il 15 Marzo 2017.

Leggi anche:  Attivata la sottomisura 16.1 del PSR Basilicata: sostegno per la costituzione e gestione dei gruppi operativi PEI

È proprio il caso di dire che l’occasione è ghiotta per coloro che lavorano in questo straordinario settore, perché il miele prodotto dagli apicoltori italiani rimane sempre un prodotto di punta nel mondo. Il bando apicoltura del Molise ti offre la possibilità di ampliare l’attività e migliorare la produzione, consulta uno specialista e invia la domanda prima possibile, hai ancora un po’ di tempo a disposizione.

Fonte: Bando

Hai dei dubbi sull'argomento appena letto?
Chiedi ad un esperto.

Hai ancora domande? compila i campi sottostanti e i migliori professionisti del settore ti risponderanno.
Registrati o accedi per visualizzare il contenuto.

Per visualizzare il contenuto o Registrati.


Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Clicca "mi piace" sulla nostra pagina Facebook