Coltiviamo agricoltura sociale: 50.000 euro per il progetto migliore

Confagricoltura e la ONLUS Senior- l’età della saggezza- mettono a disposizione 50.000 per sviluppare progetti di agricoltura volti a realizzare progetti di agricoltura sociale. Il tutto grazie ai fondi di Intesa SanPaolo. Per partecipare al Bando Coltiviamo Agricoltura Sociale i soggetti interessati dovranno presentare domanda entro il 15 Ottobre 2016.

Agricoltura, tutela dei più deboli, solidarietà tra generazioni questi gli obiettivi dichiarati al meeting di Rimini in cui è stato presentato il progetto “Coltiviamo agricoltura sociale”, ma in cosa consiste esattamente e quali sono i termini di questo concorso?

A chi è rivolto?

Il bando agricoltura sociale nasce dalla partnership tra Confagricoltura e la ONLUS Senior- l’età della saggezza, con la collaborazione di Intesa SanPaolo e Fattorie Sociali.
È rivolto agli agricoltori, in forma singola o associata, rientranti nella descrizione dell’articolo 2135 del codice civile; alle cooperative sociali che si occupano di agricoltura e alle associazioni tra questi soggetti e tra questi e terzo settore.
Per poter partecipare occorre presentare un proprio progetto rivolto a favorire il sociale e quindi aventi come beneficiari:

  • minori e giovani che vivono in condizione di disagio sociale;
  • disabili;
  • anziani;
  • immigrati e richiedenti asilo.

È bene sottolineare che le proposte potranno avere come beneficiari una o due delle categorie indicate dal bando. Ciò vuol dire che è possibile presentare progetti i cui beneficiari possono contemporaneamente essere sia i disabili che gli anziani. Deve comunque trattarsi di un unico progetto. Lo stesso può essere di potenziamento di servizi già esistenti, sperimentazione o costruzione di partenariati tra soggetti impegnati nel sociale.

Cosa devono prevedere i progetti di agricoltura sociale presentati?

Le proposte possono avere ad oggetto l’inserimento nel mondo del lavoro di persone in difficoltà con disabilità o progetti di riabilitazione o sostegno sociale per minori di età.
Una seconda possibilità è presentare piani che prevedano prestazioni di attività e servizi a favore delle comunità locali che a loro volta impegnano le risorse per l’integrazione sociale.
È possibile presentare progetti volti ad integrare terapie mediche, psicologiche e riabilitative, sia con l’uso di piante, sia con l’uso di animali, in quest’ultimo caso si è soliti parlare anche di pettherapy.
Estremamente interessante anche il quarto ambito nel quale è possibile presentare proposte. Si tratta di piani educativi volti alla salvaguardia ambientale, alla tutela della biodiversità e alla diffusione della conoscenza del territorio. Il progetto è volto a favorire l’insediamento e il funzionamento di fattorie sociali e didattiche e può avere come beneficiari anche bambini in età pre-scolare, oltre a persone con disabilità fisiche e psichiche.

Leggi anche:  Nuove opportunità per i giovani: la Toscana garantisce tirocini con i fondi europei

Come partecipare al bando

Il bando agricoltura “Coltiviamo agricoltura sociale” prevede due fasi. In primo luogo è necessario inoltrare il progetto entro le ore 24:00 del 15 ottobre 2016. Il bando agricoltura prevede sia l’inoltro telematico utilizzando l’indirizzo coltiviamoagricolturasociale@confagricoltura.it, sia l’inoltro cartaceo con la stessa scadenza. La domanda deve essere inviata all’indirizzo: “ConfagricolturaAspaglio – Corso Vittorio Emanuele II, 101, 00186 Roma”. Per presentare la domanda è necessario scaricare e compilare gli allegati presenti sul bando. Chi risponde al bando agricoltura deve sottoscrivere l’informativa sulla privacy e inviare anche i curriculum di chi presenta il progetto e dei suoi partner. Deve essere posta attenzione al fatto che entro il termine previsto deve essere inviata sia la domanda telematica, sia quella cartacea, la mancanza di una delle due o il ritardo portano alla decadenza dal diritto di partecipare. Prendendo parte alla selezione si accettano anche tutti i termini del bando agricoltura ed in special modo le modalità di selezione.

Come vengono selezionati i progetti

Particolare disamina meritano le norme sulla selezione del progetto vincitore. La scelta viene eseguita in due fasi: la prima viene condotta in rete, in particolare saranno gli utenti a votare i vari progetti, dopo essersi autenticati, in questo modo non saranno possibili doppi voti da un unica persona. Tale fase dura trenta giorni, al termine di questa i primi 30 classificati saranno esaminati da una commissione di valutazione formata da esperti indipendenti. La commissione sarà nominata da Confagricoltura e dalla ONLUS Senior che hanno indetto il bando. I criteri di valutazione tenderanno a tenere in considerazione la capacità innovativa dei progetti presentati, la capacità di rispondere a criticità e bisogni della comunità a cui sono rivolti e all’impatto e strategia di comunicazione sociale adottati.

Leggi anche:  Bando Cultura Crea di Invitalia Titolo IV: incentivi alle imprese del terzo settore che operano nell'industria culturale

Come avviene l’erogazione del fondo

Chi sarà vincitore del premio di 50.000 euro dovrà realizzare il progetto presentato entro il 30 ottobre 2017. L’importo sarà corrisposto in tre soluzioni. La prima del 40% al momento della firma della convenzione, la seconda rata viene corrisposta entro e non oltre 4 mesi dalla firma della convenzione e sarà pari ad un ulteriore 40%. Per poter avere tale versamento sarà necessario presentare la rendicontazione delle spese effettuate con la prima tranche di pagamento. Infine, la terza parte del premio sarà corrisposta entro la scadenza stabilita nella convenzione stipulata, a patto che sia presente la rendicontazione delle spese effettuate con la seconda tranche di denaro ottenuto.

Info: Fattorie Sociali

Hai dei dubbi sull'argomento appena letto?
Chiedi ad un esperto.

Hai ancora domande? compila i campi sottostanti e i migliori professionisti del settore ti risponderanno.
Registrati o accedi per visualizzare il contenuto.

Per visualizzare il contenuto o Registrati.


Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Clicca "mi piace" sulla nostra pagina Facebook