PSR Sicilia 2014-2020: sostegno all’innovazione a favore del territorio isolano

I finanziamenti previsti nella sottomisura 16.1 promuovono la cooperazione tra operatori dell’agricoltura a favore di progetti innovativi nel settore.

Sintesi bando PSR Sicilia Sottomisura 16.1

Area geografica: Sicilia

Settore: agricoltura

Dotazione finanziaria: 27 milioni di euro

Obiettivo: promuovere il partenariato tra produttori in funzione di un progetto innovativo

Beneficiari: costituiti o costituendi Gruppi Operativi

Spese ammissibili: idea innovativa e stesura del Piano di Progetto

Tipo di finanziamento: contributo a fondo perduto

Procedura di selezione: valutativa a graduatoria

Scadenza: 22 gennaio 2019

Approfondimento bando

La Regione Sicilia, nell’ambito del PSR 2014-2020, prevede la concessione di contributi per un importo pari a 27 milioni di euro, nell’ambito della Sottomisura 16.1 “Sostegno per la costituzione e la gestione dei gruppi operativi del PEI in materia di produttività e sostenibilità dell’agricoltura”. L’obiettivo è di incentivare la cooperazione ed il partenariato tra tutti quegli attori che operano attorno al mondo agricolo come gli operatori primari, ma anche appartenenti al settore della trasformazione e della commercializzazione, al fine di realizzare un progetto innovativo di prodotto o di processo e che sia inerente ai fabbisogni del territorio regionale.

Il bando si suddivide in due fasi:

  • la prima fase, detta di setting up, è quella in cui si predispone il “terreno” per l’elaborazione dell’idea e la stesura di un progetto da presentare nella seconda fase;
  • la seconda fase è quella di implementazione del Piano di progetto che contiene l’innovazione oggetto del finanziamento e che è realizzata dal GO che è stato appositamente costituito.
Leggi anche:  PSR Lombardia "Regimi di qualità": sostegno all’informazione e promozione dei prodotti registrati

La cosa più importante da dire è che per partecipare alla seconda fase del bando non per forza bisogna aver partecipato anche alla prima.

Chi sono i beneficiari della sottomisura 16.1 del PSR Sicilia?

Beneficiari sono Gruppi Operativi che nella prima fase devono essere costituendi GO e formati da almeno due soggetti interessati come aziende agricole, organismi di ricerca e aziende che lavorano nel settore agricolo, forestale e alimentare mentre nella seconda fase i beneficiari sono invece GO già costituiti.
Condizione necessaria in entrambe le fasi per poter beneficiare del finanziamento e partecipare al bando è la presentazione di un Piano di Progetto, che nella prima fase ha le caratteristiche di una bozza, mentre nella seconda fase rappresenta un Piano di Progetto ufficiale.

Quali sono le spese finanziate dalla sottomisura 16.1 del PSR Sicilia?

Sono ammissibili le spese connesse alla definizione dell’idea innovativa nella prima fase (costi per animazione, studi di fattibilità, ecc..) ed alla stesura del Piano di Progetto nella seconda fase (spese di amministrazione, costruzione di prototipi, ecc..). In generale le spese devono essere giustificate, rendicontate e direttamente connesse con l’oggetto del bando.

Intensità di aiuto e massimali di spesa

Il sostegno è concesso in conto capitale.
Nella prima fase è previsto un contributo massimo di 40 mila euro, con un’intensità pari al 100% dei costi ammessi.
Nella seconda fase è previsto un sostegno fino a 500 mila euro, con un’aliquota del 100% dei costi sostenuti.

Come fare per partecipare alla sottomisura 16.1 del PSR Sicilia?

La domanda di sostegno va presentata tramite il portale SIAN entro il 22 gennaio 2019.

Leggi anche:  Nuovi contributi per le aziende vitivinicole con i bandi sulla ristrutturazione dei vigneti campagna 2019

Scarica il bando e le disposizioni attuative della sottomisura 16.1 del PSR Sicilia 2014-2020.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Compila il form sottostante per contattare l'azienda






[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy