PSR Sicilia sottomisura 4.4: aiuti a favore del territorio e della biodiversità siciliana

In arrivo contributi per investimenti non produttivi in aziende agricole per la conservazione della biodiversità, la valorizzazione del territorio e per la pubblica utilità.

Sintesi bando PSR Sicilia – Operazione 4.4.c

Area geografica: Sicilia

Settore: agricoltura

Dotazione finanziaria: 5 milioni di euro

Obiettivo: miglioramento e valorizzazione di zone agricole e recupero di particolari ecosistemi vegetali tipici della macchia mediterranea

Beneficiari: agricoltori, enti gestori del territorio, ATS

Spese ammissibili: opere di recupero e ripristino di biotopi, habitat naturali, investimenti di ingegneria naturalistica

Tipo di finanziamento: sovvenzione a fondo perduto

Procedura di selezione: valutativa a graduatoria

Scadenza: 30 agosto 2019

Approfondimento Bando

Lo sviluppo delle nuove tecnologie ha contribuito a migliorare lo stile di vita della società contemporanea; tuttavia non si può non prendere in considerazione i danni recati all’ambiente. Proprio prendendo in considerazione quest’ultimo aspetto la Regione Sicilia ha pubblicato l’operazione 4.4.c “Investimenti non produttivi in aziende agricole per la conservazione della biodiversità, la valorizzazione del territorio e per la pubblica utilità”, finalizzata al miglioramento a livello naturale e ambientale di determinate aree agricole della regione, nonché al recupero di particolari ecosistemi vegetali tipici della macchia mediterranea.

A chi è rivolta l’operazione 4.4.c del PSR Sicilia?

Possono presentare domanda:

  • agricoltori singoli e associati;
  • associazioni temporanee di scopo, ATS, costituite tra agricoltori, singoli o associati ed Enti locali e/o associazioni ambientaliste, in qualità di enti gestori, riconosciute;
  • altri Enti gestori del territorio, pubblici e privati, che hanno la disponibilità di terreni ricadenti nelle aree di localizzazione degli interventi.
Leggi anche:  PSR Marche Sottomisura 6.4: contributi per l'agricoltura sociale

L’operazione 4.4.c è applicabile nei terreni agricoli di aziende agricole localizzate nei seguenti ambiti territoriali del territorio regionale:

  • aree Natura 2000;
  • parchi e riserve regionali;
  • corridoi ecologici e aree contigue;
  • aree a rischio erosione (Carta Regionale dell’erosione reale);
  • aree sensibili alla desertificazione (Carta della sensibilità alla desertificazione in Sicilia);
  • zone ad alta vulnerabilità;
  • aree sensibili, individuate come sensibili dal Piano Regionale di tutela delle Acque;
  • aree limitrofe ai corpi idrici.

Le aree in cui localizzare gli interventi sono consultabili tramite l’accesso alla Cartografia di supporto al Programma di Sviluppo Rurale 2014/2020.

Quali sono le spese ammissibili dell’operazione 4.4.c del PSR Sicilia?

I progetti ammessi devono intervenire nei seguenti ambiti:

  • interventi per la conservazione della biodiversità e per la valorizzazione del territorio: ad esempio investimenti di recupero, creazione e ripristino di biotopi, habitat naturali e naturalistici terrestri, acquatici e ripariali, strutture per la diffusione e protezione della fauna selvatica, creazione di boschetti, ripristino di zone umide, laghetti e stagni;
  • interventi di valorizzazione per la pubblica utilità: in questo ambito sono previsti, ad esempio, aiuti per la realizzazione e il ripristino dei sentieri, stazioni informative, punti di osservazione per birdwatching.

Intensità di aiuto e massimali di spesa

L’intensità del sostegno è pari al 100% delle spese sostenute. Gli agricoltori singoli potranno presentare un progetto che preveda una spesa massima di 150 mila euro, mentre per gli agricoltori in forma associata il progetto non potrà prevedere una spesa superiore a 250 mila euro. Per le ATS, invece, il limite di investimento è di 400 mila euro.

Come fare per partecipare al PSR Sicilia operazione 4.4.c?

La domanda deve essere presentata telematicamente sul portale Sian, stampata, sottoscritta con firma autenticata secondo la normativa vigente e presentata tramite raccomandata A/R, corriere autorizzato o a mano, completa degli allegati, al Servizio Ispettorato Agricoltura competente per territorio, perentoriamente entro e non oltre 10 giorni successivi dalla data del rilascio informatico. Il termine ultimo per la presentazione della domanda è il 30 agosto 2019.

Leggi anche:  PSR Veneto intervento 4.1.1: finanziamenti per migliorare la produzione

Approfondisci il bando e le disposizioni attuative dell’operazione 4.4.c del PSR Sicilia 2014-2020.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Compila il form sottostante per contattare l'azienda






[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy