La Regione Toscana punta su giovani e start-up innovative

Toscana tecnologica: Internet e nanotecnologie per l’economia del futuro.

Internet del futuro e nanotecnologie, robotica e automazione industriale. Oltre 4 milioni di euro, provenienti dal Fondo Europeo per lo Sviluppo Rurale, per il “sostegno alla creazione di start-up innovative” nell’ambito del Programma Operativo Regionale Toscana 2014/2020. Ai finanziamenti delle start-up innovative si potrà accedere rispondendo al bando della Regione Toscana fino all’esaurimento dei fondi, presentando progetti che si distinguano per la capacità innovativa.

Un programma per i giovani

Il bando si rivolge a persone fisiche che andranno a costituire micro e piccole imprese nei 6 mesi successivi al percepimento dei fondi; requisito primario è avere meno di 40 anni.
Potranno partecipare al bando anche le micro e piccole imprese già costituite da almeno 3 anni al momento della domanda; nei progetti dovrà essere dimostrata l’effettiva capacità innovativa delle proposte. Infine l’accesso al finanziamento è consentito anche ai Fab Lab con spazi dedicati all’apprendimento e strumenti per la fabbricazione digitale.
Tutte le imprese candidate, tra le altre cose, dovranno necessariamente avere sede in Toscana e operare in uno dei settori indicati dai codici ATECO Istat 2007 B-J e M-S.
Per tutelare lo sviluppo del settore imprenditoriale, l’accrescimento dell’occupazione giovanile e il rispetto della legalità, le imprese partecipanti dovranno essere in regola col versamento dei contributi previdenziali, con la normativa antimafia, non trovarsi in stato di fallimento, rispettare le norme sull’inserimento dei disabili sul posto di lavoro.
L’Ente Gestore della dotazione finanziaria ( 4 milioni di euro) è il raggruppamento temporaneo di impresa “Toscana Muove” che gestirà l’erogazione dei fondi e la valutazione tecnica dei progetti in accordo con il Ministero dello Sviluppo Economico e il Ministero delle Finanze.

Leggi anche:  Fondo di garanzia prima casa: come funziona

Tipo di finanziamento

Si tratta di un finanziamento agevolato a tasso zero non supportato da garanzie personali e patrimoniali, della durata massima di 8 anni. Potrà coprire fino all’ 80% della spesa complessiva e per ogni progetto è prevista un’erogazione minima di 28 mila euro e massima di 160 mila euro.
I progetti che verranno presentati ai fini della domanda di finanziamento dovranno contenere attività corrispondenti alle priorità espresse dal bando: “ICT Fotonica”, “Fabbrica Intelligente” e “Chimica e Nanotecnologie”. Con ICT si intendono le tecnologie per l’informazione e le telecomunicazioni, dispositivi intelligenti, infrastrutture tecnologiche, sviluppo di Internet, creatività digitale. La fotonica si occupa della progettazione di dispositivi che emettono ed elaborano la luce, quindi sarà prioritario il loro utilizzo legato a strumenti più complessi.
Le innovazioni in questo campo possono essere applicate in diversi settori, dalla medicina all’esplorazione spaziale, apportando sviluppo e innovazione nella società. L’automazione consiste nell’elaborazione di sistemi e processi che limitano la necessità dell’intervento umano nei processi produttivi. A questa si affianca la robotica, per incrementare lo sviluppo tecnologico ed elevare gli standard di controllo sulla precisione degli interventi robotizzati, creando sistemi operativi sempre più complessi. Attraverso lo studio della chimica si approfondisce la conoscenza della materia, che nella misura inferiore al micrometro può essere applicata alle nanotecnologie. Le nanostrutture sono molto usate nella medicina e lo sviluppo di questo settore porterà alla realizzazione di infrastrutture sempre più efficaci e quindi utili.

Tutti i progetti che apporteranno innovazioni in questi ambiti godranno della priorità nella fase di valutazione e dovranno essere corredati da dettagliate descrizioni esplicative, che evidenzino sia il vantaggio da raggiungere sia i mezzi economici e tecnici per realizzare le azioni previste. I progetti, infatti, prima della valutazione tecnica saranno selezionati in base ai criteri dell’ammissibilità della spesa, secondo i parametri esposti in precedenza. È bene aggiungere però un breve elenco di alcune spese ammissibili, oltre alla già citata copertura economica percentuale.
Potranno essere risarcite dal finanziamento le spese per:

  • costi relativi ai servizi di consulenza;
  • acquisto di impianti, macchinari, attrezzature;
  • costi relativi ad un personale altamente qualificato;
  • licenze, brevetti, know-how, proprietà intellettuale.
Leggi anche:  Garanzia Giovani: in Abruzzo nuovi tirocini in arrivo

Domanda di accesso al finanziamento

La domanda di aiuto potrà essere presentata esclusivamente per via telematica tramite il sito www.toscanamuove.it al quale è necessario registrarsi. Fornendo i propri dati richiesti, si riceveranno le credenziali di accesso. Le domande potranno essere così inviate a partire dal 17 ottobre 2016 fino all’esaurimento dei fondi, che sarà comunicato dall’Ente Gestore sul portale stesso. La domanda dovrà essere completata con l’apposizione della firma digitale e da quel momento verrà protocollata all’interno del portale.
I progetti verranno stimati attraverso una verifica di eventuali cause di inammissibilità, e sulla valutazione dei progetti sulla base dei criteri di selezione specificati nel bando di gara.

La Regione Toscana e l’Unione Europea puntano sui giovani e sulla loro forza innovatrice per promuovere lo sviluppo economico locale. Lo fanno entrando nel futuro: il sostegno alle start-up innovative guarda già alla tecnologia di domani, che sarà in grado di semplificare le operazioni della vita quotidiana più di quanto non faccia oggi. Lo sviluppo dei progetti viene gestito a livello locale per valorizzare ancora di più le risorse, che porteranno alla creazione di nuovi posti di lavoro e all’aumento del benessere socio-economico.

Info: Bando

Hai dei dubbi sull'argomento appena letto?
Chiedi ad un esperto.

Hai ancora domande? compila i campi sottostanti e i migliori professionisti del settore ti risponderanno.
Registrati o accedi per visualizzare il contenuto.

Per visualizzare il contenuto o Registrati.


Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Clicca "mi piace" sulla nostra pagina Facebook