Aiuti agli investimenti per il ripristino dei territori con il PSR Toscana Sottomisura 4.4

Contributi pari al 100% delle spese sostenute per la realizzazione di investimenti non produttivi volti alla riqualificazione del paesaggio e alla tutela e conservazione della biodiversità.

Sintesi bando PSR Toscana – Operazione 4.4.1

Area geografica: Toscana

Settore: agricolo

Dotazione finanziaria: 659.565,00 €

Obiettivo: ripristino dei territori e salvaguardia della biodiversità

Beneficiari: agricoltori, gestori di terreni agricoli, enti pubblici o privati

Spese ammissibili: costruzione di immobili, acquisto attrezzature o beni, spese generali

Tipo di finanziamento: contributo in conto capitale

Procedura di selezione: valutativa a graduatoria

Scadenza: 21 dicembre 2018

Approfondimento Bando

Con la Sottomisura 4.4, la Regione Toscana eroga aiuti agli investimenti non produttivi volti alla riqualificazione del paesaggio (in particolare attraverso la ricostituzione di aree verdi o aree umide) e a rendere compatibile lo sviluppo della fauna selvatica con le attività  produttive, nonché alla salvaguardia delle sistemazioni idraulico-agrarie, al fine di tutelare i territori rurali da fenomeni di erosione e di dissesto geologico e di conservarne la biodiversità.

A chi si rivolge il PSR Toscana Sottomisura 4.4?

Possono presentare domanda di sostegno i seguenti soggetti:

  • agricoltori singoli o associati;
  • gestori di terreni agricoli, singoli o associati;
  • enti pubblici anche a carattere economico;
  • altri soggetti/enti di diritto privato e pubblico, singoli ed associati.

Quali sono le spese ammissibili al PSR Toscana Sottomisura 4.4?

Sono ammesse a contributo le spese (es. costruzione immobili, acquisto beni e macchinari, etc.) dirette alla realizzazione dei seguenti investimenti:

  • realizzazione o ripristino di siepi, alberature con specie autoctone o comunque tradizionalmente presenti nel territorio, con funzione di corridoi ecologici;
  • ripristino di elementi tipici del paesaggio, quali abbeveratoi, fontane, sentieri, muri di sostegno della viabilità, tabernacoli, con l’impiego di materiali e tecniche tradizionali locali;
  • creazione e recupero di zone umide finalizzate alla conservazione della biodiversità;
  • costruzione di strutture per l’abbeveraggio e l’alimentazione della fauna selvatica;
  • realizzazione di recinzioni e altre attrezzature per rendere compatibile l’attività agricola e di allevamento con la tutela della fauna selvatica;
  • realizzazione o ripristino di muretti a secco, terrazzamenti, gradonamenti, ciglionamenti, lunettamenti e muri di sostegno, secondo le tecniche costruttive tradizionali locali;
  • realizzazione o ripristino di opere per la regimazione delle acque superficiali in eccesso e di laghetti per la raccolta dei deflussi superficiali.
Leggi anche:  Bando per le imprese turistiche: azione 3.3.4 del POR FESR 2014-2020 Regione Veneto

Intensità di aiuto e massimali di spesa

L’aiuto previsto dal bando consiste in un contributo in conto capitale pari al 100% dei costi ammissibili, fermo restando l’importo massimo erogabile pari a 50 mila euro.

L’importo del contributo richiesto non può essere inferiore a 5 mila euro, a pena di inammissibilità della domanda.

Come fare per partecipare al PSR Toscana Sottomisura 4.4?

Le domande devono essere presentate online entro il 21 dicembre 2018, utilizzando la modulistica resa disponibile sulla stessa piattaforma web.

Leggi il bando dell’operazione 4.1.1 del PSR Toscana 2014-2020.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Contattaci e un membro del nostro team ti spiegherà come fare




[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy