Regione Marche, al via i buoni casa 2019: contributi alle famiglie per l’acquisto della prima casa

Una misura di sostegno per le famiglie che devono acquistare la loro prima abitazione. È questa la prima finalità della determinazione adottata dalla Regione Marche, che prevede la concessione di contributi alle famiglie pari a 25 mila euro.

Sintesi bando Buoni casa 2019

Area geografica: Marche

Settore: agevolazioni per la famiglia

Dotazione finanziaria: 2 milioni di euro

Obiettivo: sostenere le famiglie nell’acquisto della prima casa

Beneficiari: famiglie

Spese ammissibili: acquisto di appartamenti ad uso abitativo

Tipo di finanziamento: contributo

Procedura di selezione: valutativa a graduatoria

Scadenza: non specificata

Approfondimento Bando

L’acquisto della prima casa è senza dubbio uno dei desideri più gettonati di ogni famiglia italiana, soprattutto per il suo valore simbolico e affettivo. Il focolare domestico rappresenta infatti il luogo in cui si svolge la vita familiare e che spesso fa da scenografia ai ricordi più belli. Consapevole di quanto l’abitazione incarni un’esigenza primaria per ciascuno di noi, la Regione Marche con il seguente bando Buoni casa 2019 sostiene in modo concreto i cittadini marchigiani che intendono acquistare la loro prima casa, e lo fa attraverso la concessione di contributi destinati alle famiglie nel senso più ampio del termine, includendo pertanto anche le famiglie monoparentali, le unioni civili e le convivenze di fatto.

Chi sono i beneficiari del bando Buoni casa 2019 della Regione Marche?

Sono ammessi a presentare domanda le famiglie, anche se composte da una sola persona, le coppie omosessuali unite civilmente e i conviventi di fatto. I richiedenti devono soddisfare i seguenti requisiti:

  • avere cittadinanza italiana o in altro Stato dell’Unione Europea. Sono altresì ammessi a presentare domanda i residenti in Paesi non aderenti all’Unione Europea, purché titolari di permesso UE per soggiorni di lungo periodo, o di permesso di soggiorno di durata biennale;
  • avere la residenza o svolgere un’attività lavorativa nel territorio regionale da almeno 5 anni consecutivi, oppure essere cittadini italiani residenti all’estero che intendono fare rientro in Italia;
  • non essere titolari di una quota superiore al 50% del diritto di proprietà o di altro diritto reale di godimento su una abitazione, ovunque essa si trovi, adatta alle esigenze del nucleo familiare, che non sia stata dichiarata inagibile dalle autorità competenti. Il richiedente non deve inoltre essere titolare di una abitazione situata in territorio nazionale, che risulti unità collabente (ovverosia un fabbricato che, non essendo utilizzabile per il degrado in cui versa, non può produrre reddito) ai fini del pagamento dell’imposta comunale sugli immobili;
  • avere un reddito familiare non superiore a € 39.701,19;
  • non avere già beneficiato di assegnazioni, in proprietà o in patto di futura vendita, di un alloggio realizzato con fondi pubblici o finanziamenti agevolati concessi in qualunque forma dallo Stato o da enti pubblici.
Leggi anche:  In arrivo Finanziamenti agevolati con il Bando per cooperative in Lombardia

Quali sono le spese ammissibili del bando Buoni casa 2019 della Regione Marche?

Il buono casa è concesso per l’acquisto di appartamenti in possesso delle seguenti caratteristiche:

  • destinazione ad uso abitativo e conformità agli strumenti urbanistici;
  • superficie utile dell’appartamento da acquistare non superiore a 95 mq (calcolata al netto dei muri perimetrali e di quelli interni; di pilastri, tramezzi, sguinci, vani di porte e finestre; di eventuali scale interne; di logge e di balconi), oltre alla superficie per autorimessa o posto macchina;
  • non essere accatastati nelle categorie A/1, A/7 (fatta salva la possibilità di acquistare immobili appartenenti a villette a schiera), A/8, A/9;
  • prezzo di compravendita a mq non superiore al valore massimo pubblicato dall’Osservatorio del Mercato Immobiliare (OMI).

Intensità di aiuto e massimali di spesa

L’aiuto concesso attraverso il presente bando consiste nella erogazione di un contributo (c.d. buono casa) pari a 25 mila euro per l’acquisto della prima abitazione.

Come partecipare al bando Buoni casa 2019 della Regione Marche?

Le domande per conseguire il buono vanno presentate al Comune in cui è localizzato l’appartamento che la famiglia intende acquistare.

Approfondisci il bando Buoni casa 2019 della Regione Marche.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Compila il form sottostante per contattare l'azienda






[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy