Contributi all’innovazione con il bando imprese artigiane della Basilicata

Contributi fino a 20 mila euro a favore delle imprese artigiane che sostengano investimenti nell’innovazione di prodotto/processo/servizio, nonché organizzativa e commerciale.
 
 
 

Sintesi bando imprese artigiane della Basilicata

Area geografica: Basilicata

Settore: imprese artigiane

Dotazione finanziaria: 3,5 milioni di euro

Obiettivo: promuovere l’innovazione e il ricambio generazionale

Beneficiari: imprese

Spese ammissibili: investimenti materiali e immateriali

Tipo di finanziamento: contributo in conto impianti e in conto gestione

Procedura di selezione: valutativa a graduatoria

Scadenza: 30 ottobre 2018

Approfondimento Bando

Mediante il presente bando, la Regione Basilicata intende sostenere la competitività delle imprese artigiane promuovendone gli investimenti in innovazione di prodotto, processo e servizio, organizzativa e commerciale, nonché favorendone il ricambio generazionale.

A chi si rivolge il bando imprese artigiane della Basilicata?

Possono accedere alle agevolazioni le micro imprese e le PMI iscritte nell’albo delle imprese artigiane aventi sede operativa in Basilicata.

Quali sono le spese ammissibili al bando imprese artigiane della Basilicata?

Sono ammissibili a contributo le spese funzionali alla realizzazione di un progetto di sviluppo innovativo, che sia compreso nelle seguenti tipologie di intervento:

  • innovazioni di processo/prodotto/servizio (es. spese per l’acquisizione di impianti, macchinari, attrezzature varie, apparecchiature scientifiche, nonché di brevetti e licenze);
  • innovazioni organizzative tramite l’utilizzo delle ICT (es. spese per acquisto di impianti e attrezzature per la realizzazione di reti tecnologiche, di sistemi hardware e software, di sistemi di e-security);
  • innovazione di marketing (es. spese per l’introduzione di nuovi canali di vendita e di nuove metodologie di presentazione del prodotto, per lo sviluppo di una nuova identità del marchio dell’impresa, per la fidelizzazione della clientela);
  • eco-innovazione (es. spese per l’installazione di impianti ed apparecchiature anti-inquinamento, volti alla riduzione delle immissioni nell’ambiente esterno di sostanze inquinanti e/o a favorire l’efficienza ed il risparmio energetico);
  • safety-innovazione (es. spese per acquisto di tecnologie avanzate e macchinari funzionali all’inserimento lavorativo di persone con disabilità e/o al miglioramento della sicurezza sui luoghi di lavoro).
Leggi anche:  POR FESR Toscana Industria 4.0: arrivano contributi per investire nell'innovazione manifatturiera

Intensità di aiuto e massimali di spesa

Le agevolazioni sono concesse nella forma del contributo in conto impianti e in conto gestione, in regime de minimis.

Sono ammissibili a contributo i progetti di innovazione che prevedano un investimento pari o superiore a 10 mila euro.

L’intensità massima di aiuto è pari al 50% dei costi ammessi, fermo restando che il contributo concedibile non potrà essere superiore a 20 mila euro.

Come fare per partecipare al bando imprese artigiane della Basilicata?

Le domande di contributo dovranno essere presentate online dall’1 settembre al 30 ottobre 2018.

Approfondisci il bando imprese artigiane della Basilicata.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Contattaci e un membro del nostro team ti spiegherà come fare




Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativaPolicy e privacy