Calabria, in arrivo finanziamenti agevolati alle PMI che vogliono potenziare o espandere la loro attività

Con l’Azione 3.6.1, la Regione ha approvato due linee di intervento per consentire alle imprese che intendono realizzare nuovi investimenti, acquisire servizi di internazionalizzazione o assumere personale, di accedere al credito a condizioni agevolate.
 

Sintesi bando POR FESR Calabria – Azione 3.6.1

Area geografica: Calabria

Settore: industria

Dotazione finanziaria: € 28.338.544,21

Obiettivo: sostenere la competitività della imprenditoria regionale, agevolando l’accesso al credito delle PMI

Beneficiari: imprese

Spese ammissibili: costi per investimenti, servizi di internazionalizzazione o assunzione di nuovo personale

Tipo di finanziamento: finanziamenti agevolati

Procedura di selezione: valutativa a sportello

Scadenza: non specificata

Approfondimento Bando

Con l’attivazione dell’azione 3.6.1 l’amministrazione calabrese consente agli imprenditori regionali che intendono attuare investimenti produttivi o acquisire servizi per l’internazionalizzazione dell’attività, di reperire le risorse finanziarie a ciò necessarie accedendo a finanziamenti agevolati. A tal fine, la Regione ha costituito il Fondo Regionale per l’Ingegneria Finanziaria (FRIF) e il Fondo per l’Occupazione e l’Inclusione (FOI) con l’obiettivo di sostenere finanziariamente gli investimenti delle imprese, così da incrementare la produttività regionale ed accrescere i livelli di occupazione nel territorio.

Chi sono i beneficiari dei finanziamenti alle PMI della regione Calabria?

Possono accedere al presente bando le micro e le PMI che alla data della presentazione della domanda risultino:

  • avere una sede operativa nella Regione Calabria;
  • essere iscritte nel Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio competente;
  • essere costituite da almeno 3 anni solari e, se si tratta di società di capitali, avere approvato e depositato i bilanci degli ultimi 2 esercizi sociali, mentre se si tratta di imprese individuali o società di persone, è necessario aver presentato le dichiarazioni dei redditi relative agli ultimi 2 periodi di imposta;
  • essere economicamente e finanziariamente sane;
  • operare in uno dei settori di attività indicati dal bando.
Leggi anche:  POR FESR 2014-20 Piemonte, nuova linfa vitale per le PMI: la Regione rilancia gli investimenti attraverso finanziamenti agevolati

Quali sono le spese ammissibili per l’azione 3.6.1 del POR FESR Calabria?

In relazione al FRIF sono ammissibili spese per:

  • investimenti produttivi: progetti ingegneristici, direzione lavori e studi di fattibilità; acquisto di suolo aziendale e sua sistemazione; acquisizione di immobili ed opere murarie; nuovi macchinari, impianti ed attrezzature; programmi informatici e licenze;
  • servizi per l’internazionalizzazione: partecipazioni a eventi internazionali; realizzazione di sale espositive e uffici temporanei all’estero; promozione di collaborazioni; azioni di comunicazione sui mercati esteri; potenziamento dell’organizzazione delle imprese; certificazioni per l’export.

In relazione al FOI sono ammissibili spese di incremento dell’occupazione attraverso l’assunzione a tempo indeterminato di lavoratori svantaggiati, molto svantaggiati o disabili.

Intensità di aiuto e massimali di spesa

Se si accede al FRIF, l’intervento finanziario è concedibile entro l’importo massimo dell’80% delle spese ammissibili. Nello specifico, il 75% del sostegno è erogato a titolo di finanziamento a tasso agevolato, mentre il rimanente 25% è elargito a titolo di contributo in conto capitale se l’impresa svolge un’attività rientrante in una delle Aree di Specializzazione S3. In caso contrario, invece, il sostegno sarà interamente costituito da un finanziamento a tasso agevolato.

Il sostegno è concesso entro i seguenti importi:

  • investimenti produttivi: è previsto un finanziamento minimo di 80 mila euro ed un massimo di 400 mila euro;
  • servizi per l’internazionalizzazione: è previsto un finanziamento minimo di 20 mila euro ed un massimo di 50 mila euro.

Se si accede al FOI, il sostegno è concesso sotto forma di finanziamento a tasso zero, per un massimo di 12 mesi, entro i seguenti importi:

  • 60% del costo salariale aziendale per singola unità in relazione all’assunzione di lavoratori svantaggiati;
  • 70% del costo salariale aziendale per singola unità in relazione all’assunzione di lavoratori molto svantaggiati;
  • 80% del costo salariale aziendale per singola unità in relazione all’assunzione di lavoratori disabili.
Leggi anche:  PSR Friuli 6.2.1 in arrivo finanziamenti per start up extra agricole

Il finanziamento è concedibile per un minimo di 20 mila euro ed un massimo di 100 mila euro.

Come partecipare ai finanziamenti per le PMI della Regione Calabria?

Le domande di aiuto possono essere presentate solo per via telematica, accedendo al Portale Calabria Europa a partire dal 17 luglio 2018.

Scarica il bando dell’azione 3.6.1 del POR FESR Calabria 2014-2020.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Contattaci e un membro del nostro team ti spiegherà come fare




Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativaPolicy e privacy