PSR Calabria sottomisura 8.3.1: nuovo bando sulla protezione dei boschi

La regione ha indetto un bando per interventi rivolti alla prevenzione dai danni provocati da incendi e calamità naturali.

Nonostante in molte parti del mondo si continuino a distruggere intere foreste a favore di nuove costruzioni che permettano la crescita a dismisura di centri urbani, ci sono regioni che si muovono in senso opposto. È il caso, tutto italiano, della regione Calabria; la misura 8 del PSR Calabria è composta da ben 5 sottomisure, abbiamo parlato della sottomisura 8.1.1 in questo articolo, oggi ci occuperemo della sottomisura 8.3.1 relativa alla prevenzione dei danni da incendi e calamità naturali.

A chi si rivolge la sottomisura 8.3.1 del PSR Calabria?

Possono partecipare al bando sia soggetti pubblici, purché rispettino le procedure relative agli appalti pubblici, che privati, in forma singola o in associazioni, e anche proprietari o possessori di terreni forestali. Il criterio di scelta del miglior progetto sarà quello della valutazione dell’impatto ambientale derivante dall’intervento.

Quali sono le opportunità offerte dalla sottomisura 8.3.1 del PSR Calabria?

Gli interventi devono essere eseguiti all’interno di un’area forestale su terreni che presentano medi e alti rischi di incendi, e in coerenza con il Piano Forestale della Regione. La somma messa a disposizione non può superare i 500 mila euro per singolo progetto e tra le spese ammesse sono previste quelle per:

  • costruzione o ammodernamento di infrastrutture: canali, torrette di avvistamento, palificate e quant’altro;
  • investimenti strutturali di prevenzione degli incendi;
  • acquisto di nuovi macchinari e attrezzature per il controllo e prevenzione degli incendi e di altre calamità;
  • costi per la redazione dei piani di gestione forestale;
  • acquisto di computer e programmi per supportare le varie attività.

I progetti devono riportare tutti i costi da sostenere in maniera dettagliata. I beneficiari del bando potranno contare su una copertura pari al 100% dei costi da sostenere per il progetto se sono soggetti pubblici, e del 75% se si tratta di privati. Anche dopo l’assegnazione il beneficiario deve impegnarsi a fornire tutte le informazioni necessarie all’amministrazione per tenere sempre sotto controllo lo stato di avanzamenti del progetto, anche dal punto di vista finanziario.

Come fare per ricevere le agevolazioni della sottomisura 8.3.1 del PSR Calabria?  

Le domande di finanziamento devono essere presentate telematicamente attraverso il portale Sian (così come descritto nelle disposizioni procedurali) entro il 24 aprile 2017. La documentazione da allegare alla domanda di aiuto comprende: la dichiarazione sostitutiva con relativi documenti di identità se si tratta di privati; in caso di società copia dell’atto costitutivo e elenco dei soci più atto di nomina dell’amministratore; per tutti, va inoltre aggiunto, l’atto di conferimento dell’incarico professionale del progettista, il progetto esecutivo completo di costi, la relazione tecnica, il nulla osta, permesso o autorizzazione necessaria per la realizzazione dell’intervento, la documentazione relativa alla superficie oggetto di intervento compatibile con l’attuale normativa in materia di incendi.

Il nostro consiglio è di rivolgervi ad un consulente per presentare una domanda completa ai fini dell’ottenimento del contributo ed aggiudicarvi le somme necessarie per la realizzazione di opere, in fin dei conti di pubblica utilità, perché i boschi rappresentano il vero polmone verde di ogni territorio.

Fonte: Bando sottomisura 8.3.1

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Compila il form sottostante per contattarci





[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy