PSR Emilia Romagna, approvata la concessione di contributi agricoli alle imprese agroindustriali

Le operazioni 4.1.05 e 4.2.02 del PSR Emilia Romagna, erogano contributi alle imprese agricole con lo scopo, rispettivamente, di ammodernare e diversificare l’attività, e favorire la trasformazione e la commercializzazione dei prodotti agricoli.

Sintesi bando PSR Emilia Romagna – Operazioni 4.1.05 e 4.2.02

Area geografica: Emilia Romagna

Settore: agricoltura

Dotazione finanziaria: non specificata

Obiettivo: favorire l’ammodernamento e la diversificazione dell’attività agricola, nonché la trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli

Beneficiari: imprese agricole

Spese ammissibili: acquisto di macchinari e attrezzature; acquisizione, ristrutturazione di immobili per la lavorazione; acquisizione di hardware e software per l’adozione di tecnologie di informazione e comunicazione

Tipo di finanziamento: strumento finanziario di garanzia

Procedura di selezione: valutativa a sportello

Scadenza: 30 dicembre 2020

Approfondimento Bando

Le operazioni 4.1.05Investimenti in aziende agricole con strumenti finanziari” e 4.2.02Investimenti rivolti ad imprese agroindustriali con strumenti finanziari”, relative al Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 Emilia Romagna, sono state varate dalla Regione con lo specifico intento di rilanciare gli investimenti nell’agricoltura, così da contrastare la crisi che purtroppo da anni affligge il settore primario nel nostro Paese.  In questa prospettiva, la Regione ha previsto lo stanziamento di nuove risorse finanziarie destinate alle aziende agricole per la realizzazione di interventi volti, da una parte, alla modernizzazione e diversificazione dell’attività agricola, e dall’altra, a favorire la trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli.

Leggi anche:  Lombardia, finanziamenti in arrivo per l’agricoltura con la misura 13

Chi sono i beneficiari delle operazioni 4.1.05 e 4.2.02 del PSR Emilia Romagna?

Possono accedere ai contributi agricoli:

  1. gli agricoltori con la qualifica di imprenditore agricolo, quali persone fisiche o persone giuridiche, anche sotto forma di raggruppamenti giuridici;
  2. micro e PMI e small mid-caps in base alla Raccomandazione CE 361/2003 attivi nel settore della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli di cui all’Allegato I del Trattato sul Funzionamento dell’Unione Europea, con esclusione dei prodotti della pesca;
  3. imprese agricole professionali, a condizione che la materia agricola da trasformare e commercializzare sia di provenienza extra – aziendale.

Quali sono le spese ammissibili delle operazioni 4.1.05 e 4.2.02 del PSR Emilia Romagna?

Per l’operazione 4.1.05 sono ammissibili le seguenti spese:

  • acquisto di macchinari ed attrezzature;
  • acquisizione e ristrutturazione di fabbricati per la produzione e per la lavorazione e l’allevamento dei prodotti provenienti dall’attività aziendale;
  • ristrutturazione di fabbricati per la lavorazione, trasformazione, immagazzinamento e commercializzazione dei prodotti agricoli e dell’allevamento con utilizzo di materiali da costruzione che migliorino l’efficienza energetica;
  • interventi di miglioramento fondiario;
  • realizzazione di strutture ed impianti per lo stoccaggio e il trattamento dei reflui provenienti dall’attività aziendale, comprese le strutture realizzate con tecnologie volte alla riduzione delle emissioni di gas a effetto serra;
  • impianti per il trattamento delle acque di scarico aziendali;
  • acquisizione di hardware e software finalizzati all’adozione di tecnologie di informazione e comunicazione (TIC);
  • introduzione di attrezzature finalizzate alla riduzione dell’impatto ambientale dell’agricoltura mediante la conservazione del suolo;
  • adozione di sistemi di difesa attiva volti a proteggere le coltivazioni dagli effetti negativi degli eventi meteorici estremi e dai danni derivanti dagli animali selvatici e a proteggere gli allevamenti dall’azione dei predatori.
Leggi anche:  PSR Basilicata, Sottomisura 13.1: pubblicato il bando per sostenere le aziende agricole che operano nelle zone montane

Per l’operazione 4.2.02 sono ammissibili le seguenti spese:

  • acquisto di nuovi macchinari o attrezzature;
  • acquisizione e ristrutturazione di fabbricati per la lavorazione, trasformazione, immagazzinamento e commercializzazione dei prodotti agricoli;
  • acquisizione di hardware e software finalizzati all’adozione di tecnologie di informazione e comunicazione (TIC).

Per entrambe le operazioni, è inoltre una spesa ammissibile anche il capitale di esercizio circolante per un importo massimo pari al più alto tra 200 mila euro e il 30% dell’importo totale della spesa ammissibile, qualora l’importo richiesto sia maggiore.

Intensità di aiuto e massimali di spesa

Il prestito supportato dalla garanzia può essere pari fino al 100% del valore dell’investimento. L’importo massimo del prestito non può superare l’importo di 350 mila euro.

Come partecipare alle operazioni 4.1.05 e 4.2.02 del PSR Emilia Romagna?

Per ottenere il contributo è necessario rivolgersi a uno degli Istituti di Credito che hanno aderito all’iniziativa. Per partecipare al bando, c’è tempo sino al 20 dicembre 2020.

Per maggiori dettagli, consulta il bando dell’operazione 4.1.05 e il bando dell’operazione 4.2.02 del PSR Emilia Romagna 2014-2020.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Compila il form sottostante per contattare l'azienda






[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy