Bando a sostegno delle aree montane del Friuli: in arrivo contributi per cooperative e associazioni

Un bando per l’accesso ai contributi regionali allo scopo di migliorare la qualità della vita delle persone e valorizzare l’ambiente montano

Considerate vere e proprie oasi di pace, le aree montane incantano grandi e piccini per via della loro straordinaria bellezza e perché in grado di offrire una qualità della vita migliore rispetto ad altri posti del Paese.

Elementi che vengono considerati dei veri e propri punti di forza delle montagne, che tuttavia rischiano sempre più spesso di essere abbandonate al loro destino, in quanto intenti a rivolgere il proprio interesse verso le grandi città.

Un fenomeno che con il passare degli anni potrebbe comportare il degrado di queste zone e proprio per questo motivo è stato di recente emanato un bando a sostegno delle aree montane del Friuli, al fine di migliorare la qualità della vita delle persone e valorizzare, oltre a mantenere, le caratteristiche naturali dell’ambiente montano.

A chi è rivolto il bando a sostegno delle aree montane del Friuli?

I beneficiari sono le cooperative e le associazioni con classificazione ATECO che svolgono almeno una delle seguenti attività:

  • inclusione sociale e lavorativa;
  • fornitura di servizi di prossimità;
  • organizzazione di iniziative di vicinato o di volontariato;
  • manutenzione e valorizzazione degli edifici e dei borghi, nonché dell’ambiente naturale circostante;
  • mantenimento dell’uso agricolo non professionale dei piccoli apprezzamenti limitrofi alle abitazioni e ai centri abitati.

I beneficiari devono svolgere l’attività finanziata tramite una o più unità locali situate nei Comuni classificati montani che appartengono alla zona di svantaggio socio-economica C, oppure alla zona di svantaggio socio-economico B con centri abitati in zona C, elencati nell’allegato A.

Le cooperative devono essere iscritte all’Albo Regionale delle Cooperative e alla CCIAA e devono avere la dimensione di micro, piccola o media impresa; le associazioni devono essere regolarmente costituite e in caso di esercizio di impresa devono essere iscritte al Registro delle Imprese o al REA (Repertorio Economico Amministrativo).

Leggi anche:  Regione Toscana, bando di sostegno agli investimenti nelle tecnologie silvicole, trasformazione e commercializzazione dei prodotti delle foreste.

Di cosa tratta bando a sostegno delle aree montane in Friuli?

Grazie al bando sono previsti dei finanziamenti a favore delle attività che contribuiscono a migliorare la qualità della vita delle persone e a mantenere e valorizzare la qualità del paesaggio e della storia dei borghi e dell’ambiente montano, con lo scopo di sostenere la residenza della popolazione nelle aree montane maggiormente disagiate, i progetti devono avere una durata di almeno 3 anni; vengono coperti i costi per:

  • costituzione della cooperativa o dell’associazione, nel limite del 5% del totale della spesa ammissibile a contributo: tributi e tasse, spese notarili, consulenze legali, consulenze fiscali ed economico-finanziarie;
  • avviamento di una nuova unità locale, nel limite del 45% del totale della spesa ammissibile a contributo; sono ritenute ammissibili le spese per l’acquisto di impianti, macchinari e attrezzi, arredi, autoveicoli, i lavori di manutenzione ordinaria e, limitatamente alla realizzazione di servizi igienico-sanitari e impianti tecnologici, manutenzione straordinaria, le retribuzioni del personale e oneri riflessi, i compensi per collaboratori, compresi i corrispettivi per lavoro autonomo e i compensi per il lavoro accessorio, i corrispettivi per il lavoro somministrato e per i servizi di contabilità e assistenza fiscale e di consulente del lavoro.

Non sono ammesse a contributo domande che prevedono una spesa complessiva inferiore a 20 mila euro ed è possibile richiedere un contributo massimo pari a 200 mila euro che viene concesso nelle seguenti percentuali massime sulla spesa ammessa a finanziamento:

  • cooperativa o associazione che svolge attività di impresa: 80%;
  • associazione che non svolge attività di impresa: 100%.

Nel caso di attività imprenditoriale nel settore del trasporto di merci su strada per conto terzi, il limite massimo del contributo è di 100 mila euro a meno che non ricorrano alcune particolari condizioni previste e appositamente indicate nel bando.

Leggi anche:  Detrazione IVA: ridotti i termini per avvalersene

Come fare per partecipare al bando a sostegno delle aree montane Friuli?

La domanda deve essere presentata alla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia – Presidenza della Regione – Servizio coordinamento politiche per la montagna, entro il 31 marzo di ogni anno.

Per l’anno 2017 però le domande dovranno essere presentate entro 60 giorni a decorrere dal giorno successivo all’entrata in vigore del regolamento, ovvero entro il 17 luglio 2017.
La domanda di contributo, scaricabile dal sito della Regione (allegato C), deve essere presentata esclusivamente mediante posta elettronica certificata (PEC), all’indirizzo montagna@certregione.fvg.it

La data del ricevimento della domanda è determinata dalla data di ricevuta della accettazione della PEC che comprova l’avvenuta spedizione del messaggio, con la relativa domanda di contributo in allegato.

Questo bando a sostegno delle aree montane del Friuli si presenta come un importante aiuto per chi desidera salvaguardare l’ambiente montano e per questo motivo è importante farne richiesta nei tempi e nei modi previsti dal regolamento. Dato che i documenti da presentare sono tanti, potrebbe essere opportuno rivolgervi ad un professionista qualificato in grado di aiutarvi nella corretta compilazione della domanda.

Approfondisci il Regolamento sul finanziamento di imprese e associazioni delle aree montane del Friuli.

Hai dei dubbi sull'argomento appena letto?
Chiedi ad un esperto.

Hai ancora domande? compila i campi sottostanti e i migliori professionisti del settore ti risponderanno.
Registrati o accedi per visualizzare il contenuto.

Per visualizzare il contenuto o Registrati.


Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Clicca "mi piace" sulla nostra pagina Facebook