POR FESR Friuli Venezia Giulia: dall’azione 2.1 finanziamenti a fondo perduto per nuove imprese

Fino a 100 mila euro per aspiranti imprenditori e nuove imprese con progetti innovativi.
 
 
 
 
 

Sintesi del bando POR FESR Friuli Venezia Giulia Azione 2.1

Area geografica: Friuli Venezia Giulia

Settore: imprenditoria

Dotazione finanziaria: 8.577.652,09 euro

Obiettivo: promuovere la creazione di imprese innovative

Beneficiari: imprese

Spese ammissibili: spese funzionali al progetto ed inserite nel business plan

Tipo di finanziamento: contributi a fondo perduto

Procedura di selezione: valutativa a graduatoria

Scadenza: 30 giugno 2018

Approfondimento Bando

L’azione 2.1 Supporto alle nuove realtà imprenditoriali del Por Fesr del Friuli Venezia Giulia prevede finanziamenti a fondo perduto per la creazione di nuove imprese che abbiano sviluppato business plan di progetti innovativi, promuovendo così il rinnovamento ed il rafforzamento del sistema produttivo regionale.

A chi si rivolge l’azione 2.1 del POR FESR Friuli Venezia Giulia?

I soggetti che possono usufruire dei finanziamenti sono aspiranti imprenditori e nuove imprese. Micro e PMI, che devono avere sede o unità locale destinataria dell’intervento nel territorio regionale.

Per essere ammessi ai finanziamenti devono avere sviluppato un progetto in business plan, essere iscritte al registro delle imprese da non più di 2 anni dalla data di presentazione della domanda di contributo, avere capacità legale di operare con la pubblica amministrazione ed essere in regola con adempimenti fiscali e contributivi.

Quali sono le spese ammesse dall’azione 2.1 del POR FESR Friuli Venezia Giulia?

Il bando considera ammissibili le spese inserite all’interno del business plan funzionali al progetto proposto, quindi:

  • spese per la costituzione (prestazioni notarili e del commercialista);
  • consulenze specialistiche per l’avvio dell’impresa;
  • spese di consolidamento e primo impianto;
  • realizzazione o ampliamento del sito internet;
  • spese ai fini dell’ottenimento di finanziamenti destinati alla realizzazione dell’attività aziendale;
  • spese per impianti, arredi, hardware, software e macchinari;
  • comunicazione, pubblicità e promozione;
  • spese per locazione o utilizzo di laboratori.
Leggi anche:  Il Lazio supporta il settore agricolo: pubblicati nuovi bandi per l’annualità 2018

Intensità di aiuto e massimali di spesa

L’importo massimo non deve essere superiore a 100 mila euro, e il contributo copre fino al 60% della spesa ritenuta ammissibile.

Come fare per partecipare all’azione 2.1 del POR FESR Friuli Venezia Giulia?

La presentazione va fatta esclusivamente per via telematica seguendo i passaggi indicati nella pagina dedicata.

La presentazione delle domande avviene con modalità a sportello con chiusura intermedia: la prima è il 30 giugno 2018, la seconda il 30 settembre e la terza il 21 dicembre 2018. 

Scarica il bando dell’azione 2.1 del POR FESR Friuli Venezia Giulia 2014-2020.