Regione Liguria, al via con il bando turismo per diversificare e migliorare il settore

Migliorare i servizi esistenti, creare nuovi pacchetti e promuovere il turismo esperienziale. Tutto nell’ottica di un sistema integrato che riesca a raggiungere obiettivi precisi, questo il cuore del nuovo bando promosso dalla Liguria.

Sintesi bando turismo della Regione Liguria

Area geografica: Liguria

Settore: turismo

Dotazione finanziaria: 700 mila euro

Obiettivo: creazione e miglioramento dei servizi turistici, innovativi e orientati sul turismo esperienziale

Beneficiari: imprese, consorzi e reti di imprese

Spese ammissibili: acquisto di impianti, macchinari, mobili e costi per attuare piani di comunicazione

Tipo di finanziamento: contributo su fondi di rotazione

Procedura di selezione: valutativa a graduatoria

Scadenza: 16 luglio 2019

Approfondimento Bando

Fare del turismo l’ingrediente cardine per lo sviluppo sociale, culturale ed economico dell’intero territorio. Questo l’obiettivo del bando promosso dalla Regione Liguria, che attraverso dei contributi finanziari stimola le imprese del settore turistico a creare nuovi progetti che possano invogliare quanti più turisti a visitare le bellezze del territorio. Spazio alla creatività e all’innovazione, capaci di promuovere un tipo di turismo esperienziale, nuovo e appetibile, con lo scopo di migliorare non soltanto i servizi già esistenti ma anche creare nuovi pacchetti nell’ottica di un turismo sostenibile e diversificato.

Chi sono i beneficiari del bando turismo promosso dalla Regione Liguria?

Possono aderire al bando le micro e le PMI, consorzi e reti di imprese, che abbiano i seguenti requisiti:

  • essere iscritti alla Camera di Commercio Ligure;
  • possedere una lettera di sostegno scritta da un’associazione di categoria rappresentata nella Camera di Commercio della Regione.
Leggi anche:  Stabilizzazione precari in Friuli Venezia Giulia: online il bando per la lotta al precariato

Non posso invece presentare domanda:

  • le imprese che si occupano di agricoltura, pesca, trasformazione e commercializzazione di tabacco;
  • le imprese che si trovano in stato di liquidazione o in difficoltà;
  • le imprese soggette di sanzioni per cui automaticamente escluse da agevolazioni e finanziamenti.

Quali sono le spese ammissibili del bando turismo pubblicato dalla Regione Liguria?

Come abbiamo già detto, le imprese possono aderire al bando presentando dei progetti che siano innovativi e mirati verso un turismo sostenibile ed esperienziale. Fatta questa premessa, ecco l’elenco delle spese ammissibili:

  • acquisto di impianti destinati all’accoglienza e fruibilità turistica;
  • opere murarie e/o assimilate;
  • acquisto di macchinari, attrezzature o mobili;
  • acquisto di software, hardware, pacchetti informatici e costi per mettere in campo un piano di comunicazione integrato (siti web, materiali promozionali, gestione pagine social);

Intensità di aiuto e massimale di spesa

Il contributo economico sarà concesso sulla base di fondi regionali per un importo minimo di 10 mila euro e massimo di 50 mila euro, cioè per una copertura che equivale all’80% delle spese ammissibili. Si tratta di un aiuto che avrà una durata di ammortamento di 5 anni e una fase di pre-ammortamento di 2 anni, a partire dalla data in cui si riceve l’ok per il finanziamento, con un tasso fisso nominale annuo pari all’1,25 %.

Come presentare la domanda per accedere al bando turismo della Regione Liguria?

Per aderire al bando le imprese devono inoltrare la documentazione, a partire dal 16 aprile 2019, utilizzando il sistema “bandi on line” sul sito Filse. La scadenza è prevista per il 16 luglio del 2019.

Scarica il bando turismo della Regione Liguria.

Vuoi approfittare delle opportunità contenute nell'articolo?

Compila il form sottostante per contattare l'azienda






[wpgdprc "Accetto esplicitamente che i miei dati vengano trattati secondo le indicazioni espresse dal GDPR ed indicate nell'informativa"]Policy e privacy